Consigli per testa video per binocolone.

Recensioni di binocoli, suggerimenti, comparative, reportage, consigli per gli acquisti e altro ancora
Avatar utente
-SPECOLA->
Buon utente
Messaggi: 8829
Iscritto il: 16/09/2011, 19:26
Contatta:

Re: Consigli per testa video per binocolone.

Messaggio da -SPECOLA-> »

Disponendo della norma UNI/PdR 105:2021 sarebbe semplice dirimere le considerazioni e i calcoli di cui tiene conto, ma anche senza scendere fino a quel grado di dettaglio, il link che ha indicato Angelo dice praticamente già tutto quello che serve.

Tra le caratteristiche della testa video fluida MANFROTTO MVH502AH si legge che pesa 1691 g e pensando all'esperienza di Giovanni Bruno, ho fatto un parallelo con la mia che vivo con la testa video fluida IBIS, che pesa 900 g e mi è venuto in mente che in casa MANFROTTO nella stessa fascia di peso c'è la MVH500AH (900 g).
A questo punto mi chiedo se la testa video fluida MANFROTTO MVH500AH potrebbe essere adeguata per gestire spotting scope da 90 mm e binocoli dritti da 100 mm, tanto quanto la testa IBIS con la quale, a parte la spada di Damocle degli eventuali problemi di fuoriuscita di grasso, io mi trovo veramente molto bene.

Per cercare di chiarirmi le idee in modo da cere di farmi un'idea più precisa, mi piacerebbe sapere qual è la testa video che usa Piergiovanni (mi riferisco a quella che fa bella mostra di sè nella recensione dell'adattatore phonescoping SMARTOSCOPE VARIO), in modo da categorizzarla per peso e altre caratteristiche.
Fabrizio Ferrario
Mi diverto con un po' di strumenti, dal rifrattore TECHNO 50/630 in avanti... (non in ordine di tempo, né di dimensioni e/o schema ottico).
31 Luglio 1985: Fondazione della Immagine , Osservatorio Astronomico di Cajello (Anno XXXVII). http://www.specola.altervista.org/
Avatar utente
piero
Buon utente
Messaggi: 4012
Iscritto il: 18/09/2011, 23:37
Località: Torino

Re: Consigli per testa video per binocolone.

Messaggio da piero »

a vista direi che è la manfrotto 502, ma aspettiamo conferma da lui; la 500 credo potrebbe andare ancora bene per uno spotting da 90 ma per un bino da 100 è un po' troppo leggerina, specie per il controbilanciamento e bisognerebbe tirare molto, troppo, con la frizione; paragonerei la 500 alla mia vecchia e perfetta 701RC2 con la quale gestivo tranquillamente strumenti fino a 4 k.
relativamente a quanto scrivevo prima circa le normative UNI parlando con un amico ingegnere che si occupa di queste cose (ma si riserva di darmi conferma) mi raccontava che trattandosi di una testa fluida 6 kg sono il limite max per una corretta gestione con l'accoppiata molla di controbilanciamento e frizione, mentre i 10 kg UNI sono il limite massimo per il carico strutturale, oltre potrebbe cedere qualcosa
osservo con:....due occhi, perché two is meglio che one.....
Avatar utente
-SPECOLA->
Buon utente
Messaggi: 8829
Iscritto il: 16/09/2011, 19:26
Contatta:

Re: Consigli per testa video per binocolone.

Messaggio da -SPECOLA-> »

La MVH502AH che compare sul sito web di MANFROTTO è diversa; forse però si tratta soltanto di differenze che sono scaturite nel tempo (Bridging Technology per esempio compare scritto sulle teste MANFROTTO).

La testa IBIS dunque, a parte il problema del grasso "che cola", è un prodotto notevole, visto il peso che ha, ovvero quanto è leggera.

Per quanto riguarda la norma UNI/PdR 105:2021, riferita alla testa sul sito web di MANFROTTO che ha linkato Angelo viene spiegato:
TESTA

L’attrezzatura per foto/video con un peso uguale alla Portata di Sicurezza UNI/PdR 105:2021 non deve mai spostarsi dalla sede di attacco, qualsiasi posizione possa assumere la testa. La testa caricata può essere bloccata in ogni posizione saldamente e in sicurezza esercitando uno sforzo accettabile.
Cosa che se confermata escluderebbe la partecipazione al risultato della molla di controbilanciamento e della frizione, anche perchè a ben vedere la molla è già caratterizzata di suo dal diagramma di carico della testa video fluida.
Fabrizio Ferrario
Mi diverto con un po' di strumenti, dal rifrattore TECHNO 50/630 in avanti... (non in ordine di tempo, né di dimensioni e/o schema ottico).
31 Luglio 1985: Fondazione della Immagine , Osservatorio Astronomico di Cajello (Anno XXXVII). http://www.specola.altervista.org/
Avatar utente
piero
Buon utente
Messaggi: 4012
Iscritto il: 18/09/2011, 23:37
Località: Torino

Re: Consigli per testa video per binocolone.

Messaggio da piero »

sì, anch'io mi sono trovato molto bene con la Ibis; la settimana scorsa, nonostante la piccola perdita di grasso, ho usato il mio bino da 100 che pesa 5,8 kg (facciamo pure 6 fra oculari e cercatore), con la massima fluidità e facilità su tutte le angolazioni per più di due ore con temperatura esterna di 2°.
osservo con:....due occhi, perché two is meglio che one.....
Avatar utente
-SPECOLA->
Buon utente
Messaggi: 8829
Iscritto il: 16/09/2011, 19:26
Contatta:

Re: Consigli per testa video per binocolone.

Messaggio da -SPECOLA-> »

Dato il peso maggiore della MANFROTTO MVH502AH, se alla leggerezza non si può rinunciare (utilizzo itinerante impegnativo in montagna), al massimo la testa video fluida IBIS potrei pensare di sostituirla soltanto con un'altra testa della stessa fascia di peso, per questo mi ero soffermato sulla MANFROTTO MVH500AH, che però a questo punto però sarebbe inadeguata, per cui dovrò trovare un'alternativa.
Fabrizio Ferrario
Mi diverto con un po' di strumenti, dal rifrattore TECHNO 50/630 in avanti... (non in ordine di tempo, né di dimensioni e/o schema ottico).
31 Luglio 1985: Fondazione della Immagine , Osservatorio Astronomico di Cajello (Anno XXXVII). http://www.specola.altervista.org/
Avatar utente
Angelo Cutolo
Buon utente
Messaggi: 2324
Iscritto il: 22/09/2011, 16:58
Località: Milano

Re: Consigli per testa video per binocolone.

Messaggio da Angelo Cutolo »

Dal link che ho postato, anche io ho inteso che entro i 6 kg di carico, la testa rimane in "sicurezza" (ovvero ferma) in qualsiasi posizione dello strumento portato, senza cedimenti pur mantenendo una possibilità di movimentazione «con accettabile sforzo» (qualsiasi cosa voglia dire con "accettabile").
Mentre il carico massimo potrebbe essere quello quello statico (posso immaginare) in posizione livellata e baricentrica.

Relativamente alla 502 ho estratto lo schema di controbilanciamento dal catalogo 2018 (l'ultimo che son riuscito a trovare in rete).

Manfrotto 502.jpg
(norma sul copyright rispettata, in quanto la parte postata è ben inferiore al 15% del documento)

Seguendo la curva di carico, ho estratto il controbilanciamento a 60* e 70** mm dalla barra, che però a quanto pare non concorda con quanto provato da Giovanni Bruno col suo 20x80.
Giovanni Bruno ha scritto: 03/12/2022, 16:45...il mio esemplare, si è rivelato veramente valido solo con sopra un binocolone diritto IBIS 20x80ED di 2,1Kg di peso ed un'altezza del suo baricentro di circa 70mm sopra la slitta Manfrotto.



(*): distanza che avrebbe se vi montassi il WO 22x70.
(**):distanza che avrebbe se vi montassi il Vx 30x80.
Associazione Astronomica Mirasole
Homepage ◄ - ► Facebook
------------------------------------------
binocoli: Vixen ARK 30x80; William Optics 22x70 apo; Vixen Ultima 8x56; Nikon Action EX 16x50; Vortex Diamondback 8x42; Canon 10X30 is II; Vortex Vanquish 8x26; Pentax Papilio 6,5x21; Ibis Horus 5x25; Orion 2x54.
Strumenti: dobson 410/1850 autocostruito; newton 200/1650; Celestron C8 xlt; newton 114/1000 "solarizzato"; rifra apo 80/480; rifra acro 76/1400 e 60/700.
Avatar utente
piero
Buon utente
Messaggi: 4012
Iscritto il: 18/09/2011, 23:37
Località: Torino

Re: Consigli per testa video per binocolone.

Messaggio da piero »

dacchè abbia a capito e mi ricordi da precedenti discussioni mi pare che Giovanni preferisca lavorare sempre a frizioni completamente libere e controbilanci con dei pesi decentrati, attendiamo conferma anche da lui
osservo con:....due occhi, perché two is meglio che one.....
Giovanni Bruno
Buon utente
Messaggi: 2534
Iscritto il: 09/04/2015, 20:05

Re: Consigli per testa video per binocolone.

Messaggio da Giovanni Bruno »

Confermo Piero, con le mie teste VIDEO io lavoro sempre a frizioni aperte, semmai applico un leggero frizionamento con funzione anti-vibrazione, ma non in funzione anti-gravità.

Stessa cosa su Montature AZ da astronomia, come la mia IOPTRON AZ-IEQ45 settata AZ e la mia CELESTRON EVOLUTION, ottengo il bilanciamento preventivamente con opportune autocostruzioni di staffe ad "L" cucite sul singolo strumento ed applico un lieve frizionamento in funzione di una pastosità di azionamento, perché ad assi totalmente liberi sono anche troppo scivolose. :thumbup: :wave:
Avatar utente
piergiovanni
Amministratore
Messaggi: 9385
Iscritto il: 13/09/2011, 22:01
Località: Valganna
Contatta:

Re: Consigli per testa video per binocolone.

Messaggio da piergiovanni »

Buon giorno a tutti. Nel video ho mostrato una MANFROTTO MVH502AH, ma per il digiscoping ritengo più fluida e precisa la testa Ginmbal Benro BH2
Piergiovanni Salimbeni
Iscrivetevi al nuovo canale Youtube! https://www.youtube.com/c/binomania/?sub_confirmation=1

Visita i miei progetti editoriali
Binomania.it-Recensioni di binocoli, spotting scope, telescopi astronomici e altro ancora
https://www.binomania.it

Termicienotturn.it-Recensioni di strumenti ottici e digitali per la visione notturna
https://www.termicienotturni.it
Avatar utente
-SPECOLA->
Buon utente
Messaggi: 8829
Iscritto il: 16/09/2011, 19:26
Contatta:

Re: Consigli per testa video per binocolone.

Messaggio da -SPECOLA-> »

Grazie Piergiovanni per aver risposto.
Riguardo alle teste a sfera, mio cugino ha appena preso un Treppiede Ibis Bipod in ALLUMINIO con testa K36 e alla fine ha smontato la testa a sfera di serie sostituendola con la testa di un treppiede RPOptix T3, perché con quella originale non si trovava benissimo, per via dell'assenza della maniglia di puntamento a leva (non è sicuramente una Ginmbal Benro BH2, però anche la testa a sfera Ibis non se la cava male in quanto a fluidità e precisione dei movimenti, per sostenere il suo cannocchiale terrestre VORTES VIPER HD 20-60X85; peccato però che lui sia ormai "viziato" dalla maniglia...).
Sono andato a verificare anche a catalogo BENRO e ho avuto ulteriore conferma che trovare un'alternativa alla testa fluida IBIS nella stessa fascia di peso, è letteralmente una missione impossibile.
A parità di caratteristiche tecniche, il peso delle BENRO in pratica è il medesimo delle corrispettive MANFROTTO.
A questo punto ho deciso di manutenere l'ingrassaggio della mia testa IBIS, senza più cercare di sostituirla con qualcos'altro, perché alla fine nel mio caso la discriminante è la leggerezza e sotto questo punto di vista mi sembra si capire che la testa video fluida Ibis non abbia paragoni in tal senso.
Fabrizio Ferrario
Mi diverto con un po' di strumenti, dal rifrattore TECHNO 50/630 in avanti... (non in ordine di tempo, né di dimensioni e/o schema ottico).
31 Luglio 1985: Fondazione della Immagine , Osservatorio Astronomico di Cajello (Anno XXXVII). http://www.specola.altervista.org/
Avatar utente
Angelo Cutolo
Buon utente
Messaggi: 2324
Iscritto il: 22/09/2011, 16:58
Località: Milano

Re: Consigli per testa video per binocolone.

Messaggio da Angelo Cutolo »

Si che li ha; la ibis pesa 900 g esattamente come la manfrotto 500 e come già scritto in precedenza, se devo dare per buone le caratteristiche "di targa" della 500 rispetto a quelle "misurate" direttamente con la ibis, molto ma molto meglio la 500.

Fosse stato per me, la ibis l'avrei già messa in vendita per prendermi la 500, ma avendo scelto di manometterla (smontaggio per pulizia) non la spaccerei mai come ancora in garanzia (ormai decaduta con la manomissione) e venderla per una pizza e una birra no, quindi la tengo per esperimenti; ho intenzione di eliminare completamente il "grasso cinese" e fare prove con materiali "di frizione" diversi.
Poi vi farò sapere i risultati.
Associazione Astronomica Mirasole
Homepage ◄ - ► Facebook
------------------------------------------
binocoli: Vixen ARK 30x80; William Optics 22x70 apo; Vixen Ultima 8x56; Nikon Action EX 16x50; Vortex Diamondback 8x42; Canon 10X30 is II; Vortex Vanquish 8x26; Pentax Papilio 6,5x21; Ibis Horus 5x25; Orion 2x54.
Strumenti: dobson 410/1850 autocostruito; newton 200/1650; Celestron C8 xlt; newton 114/1000 "solarizzato"; rifra apo 80/480; rifra acro 76/1400 e 60/700.
Avatar utente
fulvio_
Buon utente
Messaggi: 900
Iscritto il: 11/03/2014, 20:31
Località: Cosenza

Re: Consigli per testa video per binocolone.

Messaggio da fulvio_ »

Ma siete sicuri che il problema sia il tipo di grasso? Penserei alle guarnizioni.
Le teste fluide (adeguatamente dimensionate) sono una manna dal cielo in termini di funzionalità (almeno per mia personale esperienza rispetto alle forcelle). Tuttavia, sono oggetti "delicati" e con costi di riparazione sovente esagerati. Mi spiegava il tecnico Vinten che, ad esempio, anche gli spostamenti in aereo possono essere un problema. A volte, quando le teste fluide viaggiano nelle stive degli aerei, a causa delle basse temperature il grasso aumenta di volume e danneggia le guarnizioni (peccato averlo saputo dopo!). Se poi è possibile intervenire sostituendo la sola guarnizione... è "grasso che cola" :lol:. Già, perchè per alcuni modelli bisogna sostituire interi blocchi e i costi lievitano considerevolmente.
Quindi, acquistando dall'estero (magari oltreoceano), sempre via nave. Anche perchè così si spera di bypassare il centro doganale più problematico del globo!
Osservo con: Nikon 8x30 EII - APM 100 SD 90°
Avatar utente
-SPECOLA->
Buon utente
Messaggi: 8829
Iscritto il: 16/09/2011, 19:26
Contatta:

Re: Consigli per testa video per binocolone.

Messaggio da -SPECOLA-> »

Io mi baso su quello che è stato determinato dalle fonti primarie:
piero ha scritto: 30/11/2022, 22:17 ...vi riporto quanto mi ha risposto Giuliano che si è attivato presso il produttore e le notizie paiono rassicuranti:
" Avevo sentito il produttore, mi aveva detto che era un problema di grasso non abbastanza viscoso da rimanere all'interno della sede. Però mi diceva anche che la fuori uscita, anche se molto inestetica, non comporta un peggioramento del movimento. Si deve pulire finchè non uscirà più grasso
Nei prossimi modelli non hanno cambiato nulla a livello meccanico, ma solo il tipo di grasso
"
Per questo fino a prova contraria escluderei un eventuale concorso delle guarnizioni al problema, cosa che comunque effettivamente potrebbe anche esserci.

Per quanto riguarda il discorso peso e prestazioni e le mie considerazioni a partire da quello, io una MANFROTTO MVH502AH per fare un confronto non ce l'ho, però la deduzione logica che mi viene in mente è mutuata dal fatto che con spotting scope da 85 mm e binocoli dritti da 100 mm, con la testa video fluida IBIS, sia io che mio cugino abbiamo ZERO problemi.
Piergiovanni utilizza una MANFROTTO MVH502AH anche con cannocchiali più grandi e penso che se con una testa più leggera potesse raggiungere gli stessi risultati, allora userebbe quella (MANFROTTO MVH500); anche perché nell'ultimo intervento, riferendosi al digiscoping, ha scritto di ritenere più fluida e precisa la testa Ginmbal Benro BH2, rispetto alla MANFROTTO MVH502AH.

Il punto è che mio cugino il suo setup itinerante cannocchiale-binocolo/treppiede lo usa in montagna per tragitti con dislivelli impegnativi, dove portarsi appresso il peso di una testa IBIS piuttosto che di una MANFROTTO MVH502AH fa la differenza e non per modo di dire.

Insomma, di MANFROTTO sotto mano non ne ho, ma di IBIS ne ho due e le conosco piuttosto bene.
Tra laltro a differenza della testa video fluida IBIS di mio cugino, dalla quale è fuoriuscito parte del grasso, dalla mia, tenuta di proposito un po' in tutte le posizioni, finora non è accaduto nulla di tutto ciò.
Fabrizio Ferrario
Mi diverto con un po' di strumenti, dal rifrattore TECHNO 50/630 in avanti... (non in ordine di tempo, né di dimensioni e/o schema ottico).
31 Luglio 1985: Fondazione della Immagine , Osservatorio Astronomico di Cajello (Anno XXXVII). http://www.specola.altervista.org/
Avatar utente
Angelo Cutolo
Buon utente
Messaggi: 2324
Iscritto il: 22/09/2011, 16:58
Località: Milano

Re: Consigli per testa video per binocolone.

Messaggio da Angelo Cutolo »

Non capisco il nesso logico del confrontare l'ibis (che posseggo anche io, e che proprio per la portata ho criticato) con la 502 che fanno parte di due classi completamente diverse. Pier usa la 502 per bino o cannocchiali che tu usi con l'ibis? Non vuol dire che le due teste sono comparabili ma solo che tu e Pier avete due "tolleranze" diverse.
Anche io ho una "tolleranza" diversa dalla tua e problemi di grasso a parte, l'ibis la ritengo appena passabile col Vx 30x80, insufficiente col WO 22x70 e con gli strumenti (da 6 e più kg) citati come possibili "partners" della ibis, per me c'è solo da farsi il segno della croce.

Rimane il fatto (nel senso di "dati") che per peso, struttura e portata (almeno dichiarata), l'ibis è perfettamente confrontabile con la 500, già la 502 è su tutt'altro piano.
fulvio_ ha scritto: 05/12/2022, 16:29 Ma siete sicuri che il problema sia il tipo di grasso? Penserei alle guarnizioni.
Si sono sicuro, semplicemente perché la ibis NON ha alcuna guarnizione, ma solo un sistema a "paratie" concentriche che si compenetrano tra loro, nessun bordino rialzato, nessun o-ring o altro.
Comunque a breve la rismonto (inizierò a sperimentare) quindi posterò le immagini di ogni sua componente (bridge, sezione laterale dx "fluida" e sezione laterale sx con molla), lascerò "intera" solo la sezione di rotazione in azimut, perché quella non ha dato alcun problema, quindi finché funziona la lascio così.
Associazione Astronomica Mirasole
Homepage ◄ - ► Facebook
------------------------------------------
binocoli: Vixen ARK 30x80; William Optics 22x70 apo; Vixen Ultima 8x56; Nikon Action EX 16x50; Vortex Diamondback 8x42; Canon 10X30 is II; Vortex Vanquish 8x26; Pentax Papilio 6,5x21; Ibis Horus 5x25; Orion 2x54.
Strumenti: dobson 410/1850 autocostruito; newton 200/1650; Celestron C8 xlt; newton 114/1000 "solarizzato"; rifra apo 80/480; rifra acro 76/1400 e 60/700.
Avatar utente
-SPECOLA->
Buon utente
Messaggi: 8829
Iscritto il: 16/09/2011, 19:26
Contatta:

Re: Consigli per testa video per binocolone.

Messaggio da -SPECOLA-> »

I setup ottici che usiamo io e mio cugino li ho già menzionati: spotting scope da 85 mm (VORTEX DIAMONDBACK HD 20-60x85 e VORTEX VIPER HD 20-60X85, peso circa da 1750 a 2200 g) e binocoli dritti da 100 mm (Oberwerk Deluxe III CF 25x100, peso > 4.5 kg).
Aggiungo che la mia testa IBIS la uso anche per attività radioamatoriale in banda 10 GHz, dove i setup più pesanti che sorregge pesano intorno ai 6 kg e inoltre hanno una serie di cavi coassiali e non che da essi si dipartono e "tirano"; tutto sempre senza il minimo problema.

Collegamenti su quelle lunghezze d'onda richiedonono puntamenti stabili e precisi e anche da ciò mi sono fatto un'idea.
Certo, per aver la certezza dovrei provare a prendere una testa video fluida MANFROTTO MVH500 e verificare, ma in questo momento vorrei evitare di "buttar via dei soldi" (uso il virgolettato perché comunque sia, in realtà poi un impiego alla nuova testa lo troverei di sicuro).

Per mio cugino la leggerezza è un requisito irrinunciabile.

E' da questi punti che parte il mio ragionamento.
Il nesso logico alla base del mio cercar di confrontare la testa IBIS con quella MANFROTTO MVH502 è che da quel che percepisco io (ma ripetoi finora non ho verificato personalmente), per riuscire ad ottenere il medesimo riscontro che ho impiegando la testa video fluida IBIS, necessariamente mi servirebbe qualcosa in grado di restituire le mesedime prestazioni reali e il caso reale io lo ravviso in chi usa setup simili ai miei, che però vedo che in pratica hanno scelto tutti una MANFROTTO MVH502, non un MVH500; immagino che ciò non sia un caso.
Fabrizio Ferrario
Mi diverto con un po' di strumenti, dal rifrattore TECHNO 50/630 in avanti... (non in ordine di tempo, né di dimensioni e/o schema ottico).
31 Luglio 1985: Fondazione della Immagine , Osservatorio Astronomico di Cajello (Anno XXXVII). http://www.specola.altervista.org/
Avatar utente
Angelo Cutolo
Buon utente
Messaggi: 2324
Iscritto il: 22/09/2011, 16:58
Località: Milano

Re: Consigli per testa video per binocolone.

Messaggio da Angelo Cutolo »

Allora abbiamo semplicemente necessità e soprattutto "sensibilità" diverse, dopo averla provata, faccio fatica a concepire l'uso della ibis già con un carico di 4 kg (reazioni del tutto insufficienti, per come concepisco l'uso di una video), figurarsi 6 kg.
Sarà a causa dell'esperienza astronomica, ma io preferisco avere ampia solidità e stabilità sotto gli strumenti.
Associazione Astronomica Mirasole
Homepage ◄ - ► Facebook
------------------------------------------
binocoli: Vixen ARK 30x80; William Optics 22x70 apo; Vixen Ultima 8x56; Nikon Action EX 16x50; Vortex Diamondback 8x42; Canon 10X30 is II; Vortex Vanquish 8x26; Pentax Papilio 6,5x21; Ibis Horus 5x25; Orion 2x54.
Strumenti: dobson 410/1850 autocostruito; newton 200/1650; Celestron C8 xlt; newton 114/1000 "solarizzato"; rifra apo 80/480; rifra acro 76/1400 e 60/700.
Avatar utente
-SPECOLA->
Buon utente
Messaggi: 8829
Iscritto il: 16/09/2011, 19:26
Contatta:

Re: Consigli per testa video per binocolone.

Messaggio da -SPECOLA-> »

Giao Angelo, io sono talmente assuefatto alle montature astronomiche rocciose e dotate di precisi moti fini micrometrici, che qualsiasi setup terrestre, anche il più costoso e performante lo trovo soltanto un compromesso.
Al netto di tutto ciò però, sensibilità diverse a parte, che sicuramente ci saranno, per quanto mi riguarda la testa IBIS regge benissimo i 4500 g del mio binocolo Oberwerk Deluxe III CF 25x100 e insieme con il setup del treppiede RPOptix T3 non devo rinunciare a solidità e stabilità.
Il binocolo IBIS HD 82 angolato pesa anche lui 4500 g e Piergiovanni nella sua recensione lo ha presentato montato su treppiede BERLEBACH REPORT e testa video MANFROTTO MVH502AH.
Fabrizio Ferrario
Mi diverto con un po' di strumenti, dal rifrattore TECHNO 50/630 in avanti... (non in ordine di tempo, né di dimensioni e/o schema ottico).
31 Luglio 1985: Fondazione della Immagine , Osservatorio Astronomico di Cajello (Anno XXXVII). http://www.specola.altervista.org/
Giovanni Bruno
Buon utente
Messaggi: 2534
Iscritto il: 09/04/2015, 20:05

Re: Consigli per testa video per binocolone.

Messaggio da Giovanni Bruno »

Da questa bella ed articolata discussione sto traendo la conclusione che le teste video oggetto della discussione sembrano avere delle prestazioni molto diversificate da esemplare ad esemplare.

Oppure che il livello di prestazioni uguali per tutti gli esemplari di un singolo modello vengono vissuti in modo personalizzato dai vari utenti.

A mio avviso la vera cura del problema si ottiene salendo su modelli più prestazionali da specifiche delle varie case.

Nessuno si è mai lamentato di una montatura più robusta. :thumbup: :wave:
Avatar utente
-SPECOLA->
Buon utente
Messaggi: 8829
Iscritto il: 16/09/2011, 19:26
Contatta:

Re: Consigli per testa video per binocolone.

Messaggio da -SPECOLA-> »

Scusate, ho sbagliato thread. :oops:

viewtopic.php?p=123919#p123919
Fabrizio Ferrario
Mi diverto con un po' di strumenti, dal rifrattore TECHNO 50/630 in avanti... (non in ordine di tempo, né di dimensioni e/o schema ottico).
31 Luglio 1985: Fondazione della Immagine , Osservatorio Astronomico di Cajello (Anno XXXVII). http://www.specola.altervista.org/
Avatar utente
piero
Buon utente
Messaggi: 4012
Iscritto il: 18/09/2011, 23:37
Località: Torino

Re: Consigli per testa video per binocolone.

Messaggio da piero »

Giovanni Bruno ha scritto: 07/12/2022, 9:04 Nessuno si è mai lamentato di una montatura più robusta. :thumbup: :wave:
Se devi sbatterti in giro per le montagne per osservare dopo una 20ina d'anni vedi che ti lamenti.... A partire da me ;) :wave:
osservo con:....due occhi, perché two is meglio che one.....
Avatar utente
-SPECOLA->
Buon utente
Messaggi: 8829
Iscritto il: 16/09/2011, 19:26
Contatta:

Re: Consigli per testa video per binocolone.

Messaggio da -SPECOLA-> »

Quoto Piero al 100%; proprio per lo stesso motivo le esigenze di mio cugino impongono la leggerezza come requisito imprescindibilmente indispensabile.
Fabrizio Ferrario
Mi diverto con un po' di strumenti, dal rifrattore TECHNO 50/630 in avanti... (non in ordine di tempo, né di dimensioni e/o schema ottico).
31 Luglio 1985: Fondazione della Immagine , Osservatorio Astronomico di Cajello (Anno XXXVII). http://www.specola.altervista.org/
Avatar utente
Angelo Cutolo
Buon utente
Messaggi: 2324
Iscritto il: 22/09/2011, 16:58
Località: Milano

Re: Consigli per testa video per binocolone.

Messaggio da Angelo Cutolo »

-SPECOLA-> ha scritto: 06/12/2022, 21:58Al netto di tutto ciò però, sensibilità diverse a parte, che sicuramente ci saranno...
Scusa se batto sempre sullo stesso punto, ma avendo la stessa identica testa, se mi dici che la carichi con 4,5 kg senza alcun problema e (mi par di capire) con soddisfazione, mentre io con i 4 kg del WO la butterei giu dal balcone è evidente che è esclusivamente questione di diversa sensibilità (o se vuoi, tolleranza) al problema, perché se fosse come dici, vuol dire che abbiamo due teste diverse.
E' come col cromatismo, c'è chi va in analisi se ne vede un pelino e chi vive bene con un acromatico corto. :mrgreen:

----- - ----- - -----

Comunque, oggi ho "operato" la ibis e fortunatamente mi è andata bene alla prima.
In pratica, l'ho smontata (ad esclusione dell'asse di azimut, che al momento non da problemi), pulita per bene con pennello e solvente, poi ho preso un foglio di acetato molto fine (l'ho recuperato dal divisore che si trova dentro le confezioni di mon cheri), li ho tagliati a strisce ed inseriti al bordo delle paratie, dopo averli "spennellati" con lubrificante al silicone, poi ho riunito la paratia del lato "fluido".
Ora è un po come fosse appena frizionata (a frizioni completamente aperte), direi che va abbastanza bene, soprattutto essendomi liberato del problema delle perdite, al momento è conservata a testa in giù, vediamo se succede qualcosa.

Nel mentre dello smontaggio ho fotografato i "pezzi".

Testa video IBIS 11.JPG

▲▲▲ Qui senza il porta-piastra, tenuto da quattro viti M4, due che collegano il lato "fluido" e due che collegano il lato con molla.

Testa video IBIS 12.JPG
Testa video IBIS 13.JPG

▲▲▲ Qui la paratia "fluida" appena scostata di qualche mm e nella successiva di 6/7 mm

Testa video IBIS 14.JPG

▲▲▲ Qua si vede il meccanismo di accoppiamento a "paratie concentriche", si vede che non ci sono ne guarnizioni ne un bordino rialzato esterno "di contenimento".

Testa video IBIS 15.JPG

▲▲▲ Qui il lato con la molla, notare i "filetti" del grasso che collegano i due pezzi.

Testa video IBIS 16.JPG
Testa video IBIS 17.JPG

▲▲▲ Vista d'insieme delle componenti.

Come si vede, struttura estremamente semplice (mi chiedo quante ore-macchina sia costata alla fabbrica che la produce), penso che anche l'asse di azimut abbia lo stesso disegno a paratie concentriche (dubito si siano spesi a mettere un cuscinetto assiale, figurarsi una cartuccia fluida); se lo confrontiamo col disegno della MVH500AH direi che la differenza è palese.
Associazione Astronomica Mirasole
Homepage ◄ - ► Facebook
------------------------------------------
binocoli: Vixen ARK 30x80; William Optics 22x70 apo; Vixen Ultima 8x56; Nikon Action EX 16x50; Vortex Diamondback 8x42; Canon 10X30 is II; Vortex Vanquish 8x26; Pentax Papilio 6,5x21; Ibis Horus 5x25; Orion 2x54.
Strumenti: dobson 410/1850 autocostruito; newton 200/1650; Celestron C8 xlt; newton 114/1000 "solarizzato"; rifra apo 80/480; rifra acro 76/1400 e 60/700.
Avatar utente
-SPECOLA->
Buon utente
Messaggi: 8829
Iscritto il: 16/09/2011, 19:26
Contatta:

Re: Consigli per testa video per binocolone.

Messaggio da -SPECOLA-> »

Grazie Angelo per il servizio fotografico.

Io le due teste IBIS le aprirò soltanto quando avrò ricevuto il grasso sostitutivo e a parte rinnovare il lubrificante fluido, non farò null'altro.

Che costruttivamente la testa MANFROTTO sia più sofisticata rispetto alla IBIS era una cosa piuttosto scontata e adesso conosciamo i dettagli.

Per quanto riguarda i setup costituiti da treppiede RPOptix T3 con testa video fluida IBIS e binocolo OBERWERK Deluxe III CF 25x100 che uso, io non ho problemi perché riesco a gestire soddisfacentemente senza alcuno sforzo i 4.5 kg e rotti di peso del binocolo; il puntamento è fluido, senza alcun impuntamento (nemmeno un accenno) e il posizionamento è preciso e stabile in tutte le posizioni della testa.
A te cosa succede con i 4 kg del tuo binocolo William Optics, che ti toglie ogni soddisfazione, tanto che butteresti giù dal balcone la tua testa video fluida IBIS?
Io sono rimasto che la cosa che hai riscontrato essere deludente con la tua testa video fluida IBIS è che non presenta il precarico che ti aspettavi:
viewtopic.php?p=119548#p119548
viewtopic.php?p=119674#p119674
La questione della diversa sensibilità e/o tolleranza alla base delle nostre diverse esperienze a parità di testa è quella, oppure c'è dell'altro?
Fabrizio Ferrario
Mi diverto con un po' di strumenti, dal rifrattore TECHNO 50/630 in avanti... (non in ordine di tempo, né di dimensioni e/o schema ottico).
31 Luglio 1985: Fondazione della Immagine , Osservatorio Astronomico di Cajello (Anno XXXVII). http://www.specola.altervista.org/
Avatar utente
piero
Buon utente
Messaggi: 4012
Iscritto il: 18/09/2011, 23:37
Località: Torino

Re: Consigli per testa video per binocolone.

Messaggio da piero »

non potrebbe andar bene del banale grasso al silicone? parlo da profano, tenete presente....
osservo con:....due occhi, perché two is meglio che one.....
Avatar utente
-SPECOLA->
Buon utente
Messaggi: 8829
Iscritto il: 16/09/2011, 19:26
Contatta:

Re: Consigli per testa video per binocolone.

Messaggio da -SPECOLA-> »

Ciao Piero, anch'io parlo da profano e da tale alla tua domanda mi verrebbe da rispondere a livello funzionale sì ma a livello prestazionale no, perché ci sarebbe sempre la possibilità di andare incontro a nuovi sversamenti, se non si sgeglie il grasso con le corrette speccifiche.
Non conoscendole io per facilitarmi le cose ho indirizzato il mio interesse verso il tipo di grasso che impiega MANFROTTO e anche in questo caso non è escluso che non abbia azzeccato il prodotto compatibile per la tests IBIS, visto che è possibilissimo che l'uno non sostituisca l'altro (a questo proposito le foto di Angelo mettono in luce immediatamente la conformazione della struttura da trattare con il grasso, all'interno della testa fluida IBIS) e che per questo motivo poi non incontrerò comunque ancora problemi di perdita di grasso o di altro tipo.
Fabrizio Ferrario
Mi diverto con un po' di strumenti, dal rifrattore TECHNO 50/630 in avanti... (non in ordine di tempo, né di dimensioni e/o schema ottico).
31 Luglio 1985: Fondazione della Immagine , Osservatorio Astronomico di Cajello (Anno XXXVII). http://www.specola.altervista.org/
Giovanni Bruno
Buon utente
Messaggi: 2534
Iscritto il: 09/04/2015, 20:05

Re: Consigli per testa video per binocolone.

Messaggio da Giovanni Bruno »

Ringrazio ANGELO per le belle foto delle budella della testa fluida IBIS, in realtà la struttura è davvero minimalista e si è finalmente appurato con certezza che non esiste nessuna guarnizione di ritegno del grasso. :thumbup: :wave:
Giovanni Bruno
Buon utente
Messaggi: 2534
Iscritto il: 09/04/2015, 20:05

Re: Consigli per testa video per binocolone.

Messaggio da Giovanni Bruno »

Sono andato a cercarmi la testa fluida IBIS sul sito di TECNOSKY e li ho letto delle specifiche del tutto incomplete e assurdamente ottimistiche.

Si dichiara un carico massimo di 10Kg senza minimamente specificare se si riferisce al carico massimo, oppure il carico di sicurezza e nemmeno se è il carico controbilanciato.

Dice però che regge anche un C5 ed un C6 in modo fluido se puntato su fino allo zenit.

Cosa impossibile, perché un C6 con un diagonale, un oculare ed un cercatore è sui 5Kg, ma con un baricentro di almeno 90mm sopra la slitta porta strumento.

Quindi la testa IBIS è una più che onesta testa fluida che porta un peso interessante e quindi stravale il prezzo pagato, ma è anche nettamente meno performante di quanto scritto nel sito del venditore, soprattutto in relazione al carico importante di un C6.

Sono certo che GIULIANO di TECNOSKY abbia fatto un copia-incolla delle dichiarazioni della casa madre, GIULIANO è troppo serio ed onesto per scrivere di suo pugno quel testo senza aver fatto delle prove sul campo.

Consiglio il venditore a correggere la didascalia associata alla testa fluida IBIS per i carichi palesemente fuori portata, specificando che i carichi massimi promessi si raggiungono solo a frizioni ben serrate. :thumbup: :wave:
Avatar utente
Angelo Cutolo
Buon utente
Messaggi: 2324
Iscritto il: 22/09/2011, 16:58
Località: Milano

Re: Consigli per testa video per binocolone.

Messaggio da Angelo Cutolo »

-SPECOLA-> ha scritto: 07/12/2022, 21:34A te cosa succede con i 4 kg del tuo binocolo William Optics, che ti toglie ogni soddisfazione, tanto che butteresti giù dal balcone la tua testa video fluida IBIS?
A parte il controbilanciamento (che è un non-problema, visto che riguardava solo le mie aspettative), il problema è proprio la manopola della frizione che semplicemente non rimane in posizione.
Mi spiego, dopo aver settato la manopola della frizione, questa durante il movimento alto-basso viene "trascinata" (ruota per conto suo), in pratica quando riduco l'angolo di elevazione (in pratica punto in basso la testa), la manopola (che riduce la frizione con rotazione antioraria) viene "trascinata" dalla testa e praticamente si apre, riducendo la quantità di frizione impostata.
Sostanzialmente dopo due tre movimentazioni, la frizione rispetto a come l'avevo impostata in origine, diventa talmente lasca che è quasi come lavorare a frizioni completamente aperte, per questo con il WO 22x70 da 4 kg, non puoi permetterti di lasciare la leva, pena "caduta" del bino (visto che la molla di controbilanciamento è del tutto insufficiente per il suo peso); cosa ovviamente che non mi da tranquillità e sicurezza per il suo uso.
Mentre per il Vx 30x80 da 2,5 kg la cosa è ancora gestibile a causa del suo peso minore, ma anche qui è onestamente una rottura di scatole ri-regolare la frizione ogni volta che hai fatto due o tre movimenti alto-basso.

Ad esempio con la testa cinese (a 39,90 € in offerta si amazon) di cui ho parlato nei precedenti post (post n° 62 di questo stesso 3D), questo non succede, dopo che hai impostato la manopola della frizione, questa tale rimane nonostante i continui movimenti alto-basso.
Ora con la modifica, che l'ha resa un po più "dura", la cosa è un po migliorata, ma se ad esempio seguo un velivolo vicino alla mia verticale (diciamo ad alzo 75°) e lo seguo in allontanamento e quindi riducendo costantemente l'angolo, a fine "panning" la frizione si è un po smollata.
Comunque anche a me serviva leggerezza, per questo mi sono orientato su una testa da meno di 1 kg, è montata su un treppiede in carbonio a 5 sezioni (non esattamente una roccia, lo si vede al post n° 27) e tutto il setup è entro i 2 kg.

Probabilmente ho beccato l'esemplare sfigato, ma almeno ho imparato qualcosa. Quando possibile e per strumentazione di poca spesa, di cui non sono sicuro o per cui dovrò fare da cavia, cercherò di acquistare su amazon e/o piattaforme simili, dove l'eventuale reso sia cosa semplice e non comporti una perdita di tempo tra raccomandate e burocrazia varia*, mi spiace per i rivenditori specialistici (italiani ed europei), ma o imparano a semplificare la vita al cliente o sarò un altro dei tanti che hanno fatto una simile scelta.






(*): in merito quoto quanto scrissi in un post precedente.
Il recesso come detto, non intendo farlo perché per 130 € non vale la pena lo sbattimento, primo fra tutti la necessità di raccomandata scritta (cavolo, esiste la pec, che si aggiornino), le spese di spedizione (e visti i nostri corrieri, di assicurazione) a mio carico e il tempo perso; su questo concordo con chi prima scriveva che il servizio amazon in ambito resi è su un altro pianeta.
Associazione Astronomica Mirasole
Homepage ◄ - ► Facebook
------------------------------------------
binocoli: Vixen ARK 30x80; William Optics 22x70 apo; Vixen Ultima 8x56; Nikon Action EX 16x50; Vortex Diamondback 8x42; Canon 10X30 is II; Vortex Vanquish 8x26; Pentax Papilio 6,5x21; Ibis Horus 5x25; Orion 2x54.
Strumenti: dobson 410/1850 autocostruito; newton 200/1650; Celestron C8 xlt; newton 114/1000 "solarizzato"; rifra apo 80/480; rifra acro 76/1400 e 60/700.
Avatar utente
-SPECOLA->
Buon utente
Messaggi: 8829
Iscritto il: 16/09/2011, 19:26
Contatta:

Re: Consigli per testa video per binocolone.

Messaggio da -SPECOLA-> »

Ciao Angelo,

io posso parlare soltanto per i due esemplari di teste video fluide IBIS che posso usare e per quanto li riguarda, per ora nulla di tutto quel che hai descritto accade e incrociando le dita, mi auguro che le cose proseguano così a lungo.
Riguardo al discorso dei resi, anche acquistando in rete è sempre meglio affidarsi a venditori affidabili, con i quali certi discorsi contrattuali, proposti in generale per ovvi motivi, possono essere anche superati semplicemente confrontandosi da persone civili dotate di buonsenso (a farlo c'è sempre da guadagnarci).
Io finora fortunatamente ho trovato nei venditori ai quali mi sono rivolto, sempre la massima serietà e disponibilità a risolvere qualsiasi tipo di problema e che per questo hanno la mia massima stima e fiducia (e uno in particolare, tutto questo ce l'ha in maniera incondizionata), perché alla fine è facile essere bravi quando tutto va bene, decisamente un po' meno a parti invertite.
Fabrizio Ferrario
Mi diverto con un po' di strumenti, dal rifrattore TECHNO 50/630 in avanti... (non in ordine di tempo, né di dimensioni e/o schema ottico).
31 Luglio 1985: Fondazione della Immagine , Osservatorio Astronomico di Cajello (Anno XXXVII). http://www.specola.altervista.org/
Avatar utente
Angelo Cutolo
Buon utente
Messaggi: 2324
Iscritto il: 22/09/2011, 16:58
Località: Milano

Re: Consigli per testa video per binocolone.

Messaggio da Angelo Cutolo »

Bah, io sono molto più pragmatico per queste cose, per me ciò che è scritto è contratto, come si dice «verba volant scripta manent», sul sito del venditore guardo la pagina "termini e condizioni" o "spedizione e resi" et simila, poi faccio le mie valutazioni.
Per fare un esempio i seguenti sono siti da cui mi sono servito, tutti affidabili, abbastanza disponibili nel rispondere ai quesiti e con siti abbastanza chiari.
Partiamo da TS Italia dove ho preso la testa, questa è la loro pagin a "Sedizione e resi" ► https://www.teleskop-express.it/content ... oni-e-resi
Nel caso in cui un Prodotto sia difettoso al momento della consegna al cliente,... cut ...Le spese di restituzione del Prodotto dal Cliente al Fornitore saranno a carico del Cliente; le spese per il reinvio della merce riparata o sostituita dal Fornitore al Cliente saranno a carico del Fornitore.
Mi mandano un prodotto difettoso e io devo pagare le spese per rispedirglielo? :(
Il diritto di recesso si esercita con l'invio all'indirizzo della sede operativa Fornitore (TS Italia Astronomy, Via Feltrina 9/4, 31040 Signoressa di Trevignano, TV), di una comunicazione scritta tramite lettera raccomandata con avviso di ricevimento.
Nemmeno una pec solo raccomandata scritta. :thumbdown:

Idem la COMA di Lolli ► https://www.adrianololli.com/info.asp
Le spese di trasporto verso il Servizio Assistenza Tecnica COMA sono a carico del cliente,...
Per il materiale arrivato difettoso, spese a carico nostro.
L'acquirente ha diritto di recedere entro il termine di dieci giorni dalla ricezione della merce. Il diritto di recesso si esercita mediante l'invio di una comunicazione scritta, a mezzo lettera raccomandata, all'indirizzo del venditore.
Anche qui niente pec e solo 10 gg per esercitare tale diritto.

Tecnosky è già molto meglio ► https://www.tecnosky.eu/termini-condizioni
Le spese di spedizione necessarie per la sostituzione di prodotti sono a carico di Tecnosky.
...cut...
Il diritto di recesso si esercita con l'invio, entro i termini sopra previsti (14 giorni), di una comunicazione via pec tecnosky@pec.net , anticipata a mezzo mail a info@tecnosky.it.
Loro si assumono l'onere della spedizione per i prodotti difettosi e (deo gratia!) sono dotati di pec.

Skypoint ► https://www.skypoint.it/condizioni-gene ... #chapter-8
Anche loro come tecnosky hanno pec e si assumono l'onere della spedizione per il prodotto difettoso.
Le politiche di reso e garanzia di Amazon le conosciamo (penso) tutti, quindi ve le risparmio.
Poi intendiamoci, quanto riportato sopra è tutto perfettamente legittimo e LEGALE seguendo le norme del Codice del Consumo, nulla da dire su ciò!
Ma tra un venditore che ti semplifica la "burocrazia", rispetto a uno che segue pedissiquamente la norma, scelgo il primo in quanto mi da un "servizio" migliore.

Ora, come già detto, se non sitratta di prendere un TOA150 su EM500 temma III o di altro materiale con spesa non indifferente (che comunque difficilmente trovi su amazon et simila), ma roba relativamente economica, mi sembra ovvio che se la trovo su amazon (e piattaforme simili) la prendo lì, dove nemmeno fanno differenza (tempistiche a parte) tra le procedure di reso per difetto e per recesso; se non lo trovassi (perché strumentazione troppo specialistica) è altrettanto ovvio che mi rivolgerei (ad esempio) a Tecnosky rispetto a TS italia.
Poi se il venditore ha a portata di mano (che non devi prenderti una giornata per arrivarci) un negozio o showroom, potendoci parlare a quattrocchi, allora ok può valere ciò che hai scritto:
-SPECOLA-> ha scritto: 08/12/2022, 23:28 Riguardo al discorso dei resi, anche acquistando in rete è sempre meglio affidarsi a venditori affidabili, con i quali certi discorsi contrattuali, proposti in generale per ovvi motivi, possono essere anche superati semplicemente confrontandosi da persone civili dotate di buonsenso (a farlo c'è sempre da guadagnarci).
Ma dubito che se gli telefono e dico «Scusa il prodotto che ho preso da te fa pena, non è che te la riprendi a tuo carico e senza che ti mandi la raccomandata?», vorrei proprio vedere cosa mi rispondono.
Associazione Astronomica Mirasole
Homepage ◄ - ► Facebook
------------------------------------------
binocoli: Vixen ARK 30x80; William Optics 22x70 apo; Vixen Ultima 8x56; Nikon Action EX 16x50; Vortex Diamondback 8x42; Canon 10X30 is II; Vortex Vanquish 8x26; Pentax Papilio 6,5x21; Ibis Horus 5x25; Orion 2x54.
Strumenti: dobson 410/1850 autocostruito; newton 200/1650; Celestron C8 xlt; newton 114/1000 "solarizzato"; rifra apo 80/480; rifra acro 76/1400 e 60/700.
Avatar utente
-SPECOLA->
Buon utente
Messaggi: 8829
Iscritto il: 16/09/2011, 19:26
Contatta:

Re: Consigli per testa video per binocolone.

Messaggio da -SPECOLA-> »

Angelo Cutolo ha scritto: 09/12/2022, 12:57 Ma dubito che se gli telefono e dico «Scusa il prodotto che ho preso da te fa pena, non è che te la riprendi a tuo carico e senza che ti mandi la raccomandata?», vorrei proprio vedere cosa mi rispondono.
Ciao Angelo,
è proprio questo il fatto; il dubbio bisogna toglierselo.
A me quando è capitato, non ho esitato a farlo.
Muovendomi così, ho scoperto che le condizioni di vendita vengono apposte per rimanere nella legge e cautelarsi, ma che ad ogni modo se ne può sempre riparlare, perché se dall'altra parte c'è una persona ragiondevole, gli bastano poche domande per capire se quel che gli si sta dicendo sono cose campate in aria oppure no e soprattutto con chi ha a che fare.
Per le ottiche una volta mi è capitato di dover rendere un binocolo blasonato acquistato da un'altra persona su mio consiglio; questa persona appena lo ricevette si asccorse di una cosa e me lo portò da provare.
Ebbene, in barba ai dati di targa si trattava del modello da 8x, invece di 10x (sì, perché certe cose non capitano solo acquistando i "famigerati" NIKULA ;) ); il venditore ha soltanto voluto appurare che non avessimo le traveggole e a questo proposito mi è bastato spiegargli i metodi con i quali avevo misurato gli ingrandimenti reali del binocolo, per far organizzare da parte sua la presa del collo per il reso a casa del proprietario, contestualmente alla consegna del nuovo binocolo provato prima della spedizione.
Per altri acquisti di diversa natura, una volta acquistai da un "surplussaro" che commercializza materiale ricondizionato, un costoso generatore sintetizzato RF Marconi, uno strumento da laboratorio decisamente pesante, che infatti avevo ricevuto reggiato su bancale 1/2 EPAL 6 80x60 cm.
Quando lo accesi la prima volta l'autodiagnostica di avvio dello strumento segnalò un errore bloccante e informai immediatamente del problema il customer service, il quale mi rispose che come da condizioni di vendita, se glielo avessi restituito, loro mi avrebbero rimborsato o sostituito lo strumento.
A questo proposito spiegai che mentre loro erano sicuramente dotati di una convenzione per il trasporto con vettore di fiducia, io invece no, per cui i costi sarebbero stati elevati e per di più avrei dovuto gestire una spedizione pesante che viaggiava su pallet, cosa che mi metteva in difficoltà.
Il venditore capì che la mia richiesta non era campata in aria quando gli feci notare che se per caso io gli avessi rimandato lo strumento a mie pese e poi malauguratamente lui me ne avesse mandato un altro guasto, poi sarei tornato punto a capo a spendre ancora dei soldi e avanti così fino alla soluzione.
Parimenti al caso che ho descritto prima, il venditore mi mandò un altro generatore RF (che fortunatamente si rilevò perfettamente funzionante) predisponendo contestualmente alla sua consegna, il ritiro dello strumento guasto; il tutto a proprie spese.
In ambedue i casi le condizioni di vendita prevedevano le spese di trasporto del reso a carico del cliente, però diversamente da ciò, per cambiare le cose è stato sufficiente interloquire con i venditori per spiegare le varie criticità penalizzanti per il cliente, in quei casi spcifici.
Quelli qui sopra sono soltanto due esempi; altre volte mi sono trovato a dover rendere qualcosa e finora, essendomi rivolto a venditori affidabili, sono sempre riuscito a far valere le mie ragioni.
Grazie al comportamento da loro tenuto, con questi venditori poi si è instaurato un buon rapporto di clientela; si chiama fidelizzazione.
Fabrizio Ferrario
Mi diverto con un po' di strumenti, dal rifrattore TECHNO 50/630 in avanti... (non in ordine di tempo, né di dimensioni e/o schema ottico).
31 Luglio 1985: Fondazione della Immagine , Osservatorio Astronomico di Cajello (Anno XXXVII). http://www.specola.altervista.org/
Giovanni Bruno
Buon utente
Messaggi: 2534
Iscritto il: 09/04/2015, 20:05

Re: Consigli per testa video per binocolone.

Messaggio da Giovanni Bruno »

Tornando al difetto principale riscontrato da ANGELO, ovvero la autonoma rotazione anomala del selettore di controbilanciamento, durante le varie inclinazioni degli strumenti caricati sopra, siamo in presenza del più classico dei DIFETTI DA SINGOLO ESEMPLARE.

Assodato che tutti gli altri possessori della testa VIDEO IBIS non hanno quel problema.

Quindi nessun dubbio che il venditore si faccia carico del problema, troppo ben circoscritto è il difetto riscontrato.

Consiglio ad ANGELO di telefonare al gentile fornitore TS ITALIA e spiegare brevemente il problema. :thumbup: :wave:
Avatar utente
-SPECOLA->
Buon utente
Messaggi: 8829
Iscritto il: 16/09/2011, 19:26
Contatta:

Re: Consigli per testa video per binocolone.

Messaggio da -SPECOLA-> »

In ogni caso, segnalando un problema al venditore, anche senza averne avuto prima riscontro da parte di altre persone che sono in possesso del medesimo oggetto, lo stesso potrà lui stesso controllare un altro esemplare a magazzino, se ne ha ancora e fare una verifica.
Se il venditore è competente in materia e onesto, come l'affidabilità che ognuno può desumere dalla reputazione che si è creato lasccerebbe intendere, comprenderà benissimo come stanno le cose e sarà lui stesso a venire incontro al cliente.
A me finora è sempre andata così.
Quando alla base del reso c'è un problema reale, dall'altra parte di solito c'è la massima attenzione e intenzione di risolverlo anche perché nel commercio servono ANNI e IMPEGNO per guadagnare FIDUCIA e così riuscire a costruirsi una BUONA REPUTAZIONE ma soltanto un istante a perdere tutto ciò e un Cliente perso, di solito rimane tale PER SEMPRE.
Fabrizio Ferrario
Mi diverto con un po' di strumenti, dal rifrattore TECHNO 50/630 in avanti... (non in ordine di tempo, né di dimensioni e/o schema ottico).
31 Luglio 1985: Fondazione della Immagine , Osservatorio Astronomico di Cajello (Anno XXXVII). http://www.specola.altervista.org/
Avatar utente
Angelo Cutolo
Buon utente
Messaggi: 2324
Iscritto il: 22/09/2011, 16:58
Località: Milano

Re: Consigli per testa video per binocolone.

Messaggio da Angelo Cutolo »

Come già sacritto è cosa che NON posso più fare, poiché ho manomesso (naturalmente è stata una MIA scelta ponderata) la testa quindi non posso più accampare scuse.

Relativamente al resto, in tutta onestà quanto consigliato da SPECOLA è cosa che farei (e magari con una qualche probabilità di successo) in caso di classico negoziante "fisico" dove ci si presenta di persona e si parla a quattrocchi (cosa che facevo abitualmente con Photo Discount di piazza De Angeli a Milano, prima della loro chiusura... sig...), ad esempio è cosa che mi sentirei di fare con i Seveso's di Artesky con cui ho sempre avuto rapporti "dal vivo", ma non è cosa che farei con TS Italia, Tecnosky, e altri con cui ho avuto "rapporti" solo via mail o a mezzo del loro sito.

Non dico che il provare a "mettersi daccordo" in via "amichevole" con una telefonata come dice SPECOLA, sia cosa sbagliata o che non funzioni, ma io come forma mentis sono abbastanza con i paraocchi e poco flessibile quando si tratta di "contratti" (tra cui le compravendite) e mi baso esclusivamente sulle condizioni "contrattuali" pubblicizzate, per fare le mie valutazioni di opportunità. Come scrissi ad inizio di questa lunga discussione, avrei acquistato la testa da Tecnosky se la mia carta non fosse stata "indigesta" a Banca Sella, rifiutandomi la transazione per ben tre volte, quindi ripiegai su TS italia.
Associazione Astronomica Mirasole
Homepage ◄ - ► Facebook
------------------------------------------
binocoli: Vixen ARK 30x80; William Optics 22x70 apo; Vixen Ultima 8x56; Nikon Action EX 16x50; Vortex Diamondback 8x42; Canon 10X30 is II; Vortex Vanquish 8x26; Pentax Papilio 6,5x21; Ibis Horus 5x25; Orion 2x54.
Strumenti: dobson 410/1850 autocostruito; newton 200/1650; Celestron C8 xlt; newton 114/1000 "solarizzato"; rifra apo 80/480; rifra acro 76/1400 e 60/700.
Avatar utente
-SPECOLA->
Buon utente
Messaggi: 8829
Iscritto il: 16/09/2011, 19:26
Contatta:

Re: Consigli per testa video per binocolone.

Messaggio da -SPECOLA-> »

Mio cugino ha deciso che è arrivato il momento di vederci chiaro. :thumbup:
Cannocchiale terrestre VORTEX DIAMONDBACK HD 20-60x85 su testa video fotografica fluida IBIS OPTICS montata su treppiede RPOptix T3 e cannocchiale terrestre VORTEX VIPER HD 20-60x85 su testa video fotografica fluida MANFROTTO MVH500AH montata su cavalletto IBIS BIPOD
Cannocchiale terrestre VORTEX DIAMONDBACK HD 20-60x85 su testa video fotografica fluida IBIS OPTICS montata su treppiede RPOptix T3 e cannocchiale terrestre VORTEX VIPER HD 20-60x85 su testa video fotografica fluida MANFROTTO MVH500AH montata su cavalletto IBIS BIPOD
Fabrizio Ferrario
Mi diverto con un po' di strumenti, dal rifrattore TECHNO 50/630 in avanti... (non in ordine di tempo, né di dimensioni e/o schema ottico).
31 Luglio 1985: Fondazione della Immagine , Osservatorio Astronomico di Cajello (Anno XXXVII). http://www.specola.altervista.org/
Avatar utente
Angelo Cutolo
Buon utente
Messaggi: 2324
Iscritto il: 22/09/2011, 16:58
Località: Milano

Re: Consigli per testa video per binocolone.

Messaggio da Angelo Cutolo »

Bene attendo con interesse, i confronti diretti sono sempre i più probanti. :thumbup:
Associazione Astronomica Mirasole
Homepage ◄ - ► Facebook
------------------------------------------
binocoli: Vixen ARK 30x80; William Optics 22x70 apo; Vixen Ultima 8x56; Nikon Action EX 16x50; Vortex Diamondback 8x42; Canon 10X30 is II; Vortex Vanquish 8x26; Pentax Papilio 6,5x21; Ibis Horus 5x25; Orion 2x54.
Strumenti: dobson 410/1850 autocostruito; newton 200/1650; Celestron C8 xlt; newton 114/1000 "solarizzato"; rifra apo 80/480; rifra acro 76/1400 e 60/700.
Giovanni Bruno
Buon utente
Messaggi: 2534
Iscritto il: 09/04/2015, 20:05

Re: Consigli per testa video per binocolone.

Messaggio da Giovanni Bruno »

Anche io attendo con interesse, anche se i due spotting scope non sono un carico particolarmente critico. :thumbup: :wave:
Avatar utente
Samuele
Buon utente
Messaggi: 1035
Iscritto il: 29/07/2015, 20:22

Re: Consigli per testa video per binocolone.

Messaggio da Samuele »

Angelo Cutolo ha scritto: 07/12/2022, 19:33 ...
Comunque, oggi ho "operato" la ibis e fortunatamente mi è andata bene alla prima.
....
Come si vede, struttura estremamente semplice (mi chiedo quante ore-macchina sia costata alla fabbrica che la produce), penso che anche l'asse di azimut abbia lo stesso disegno a paratie concentriche (dubito si siano spesi a mettere un cuscinetto assiale, figurarsi una cartuccia fluida); se lo confrontiamo col disegno della MVH500AH direi che la differenza è palese.
@Angelo,
guardando le immagini della testa smontata non sono riuscito a comprendere il funzionamento della frizione, che - se mal non ho inteso - si trova dalla parte della molla.
Ho visto che lì c'è una vite con manopola esterna che va a stringersi alla boccola al centro della molla dove attorno sembra esserci un cuscinetto, ma esattamente in che modo tutto questo friziona il movimento?
Aumenta la tensione della molla o agisce sullo scorrimento di non ho ben capito cosa?
Grazie
Avatar utente
-SPECOLA->
Buon utente
Messaggi: 8829
Iscritto il: 16/09/2011, 19:26
Contatta:

Re: Consigli per testa video per binocolone.

Messaggio da -SPECOLA-> »

Da quel che ho inteso io, la frizione funziona per compressione della molla, il controbilanciamento per torsione della molla e la parte fluida sfruttando la viscosità del grasso.
Fabrizio Ferrario
Mi diverto con un po' di strumenti, dal rifrattore TECHNO 50/630 in avanti... (non in ordine di tempo, né di dimensioni e/o schema ottico).
31 Luglio 1985: Fondazione della Immagine , Osservatorio Astronomico di Cajello (Anno XXXVII). http://www.specola.altervista.org/
Avatar utente
Angelo Cutolo
Buon utente
Messaggi: 2324
Iscritto il: 22/09/2011, 16:58
Località: Milano

Re: Consigli per testa video per binocolone.

Messaggio da Angelo Cutolo »

No, la molla compressa assialmente, non varia minimamente la sua tensione (diverso se fosse pre-compressa torsionalmente), la "fuga" verso l'esterno della spirale della molla, serve unicamente a tenere in tensione (in pratica allontanare tra loro) le due parti di contatto che svolgono la funzione di frizioni.
La frizione infatti avviene tramite il contatto (più o meno serrato) tra le due superfici circolari interne, nelle immagini è il "bicchiere" intorno alla vite che va a poggiare sull'anello "interno" (la molla gli gira attorno), che contiene il filetto femmina (entrambi hanno un diametro di circa 20 mm).
Ed è probabilmente per questo che con il movimento alto basso, la frizione si "smolla" come ho descritto più sopra.
Associazione Astronomica Mirasole
Homepage ◄ - ► Facebook
------------------------------------------
binocoli: Vixen ARK 30x80; William Optics 22x70 apo; Vixen Ultima 8x56; Nikon Action EX 16x50; Vortex Diamondback 8x42; Canon 10X30 is II; Vortex Vanquish 8x26; Pentax Papilio 6,5x21; Ibis Horus 5x25; Orion 2x54.
Strumenti: dobson 410/1850 autocostruito; newton 200/1650; Celestron C8 xlt; newton 114/1000 "solarizzato"; rifra apo 80/480; rifra acro 76/1400 e 60/700.
Rispondi