Recensione del telescopio Celestron Onyx 80 ED XLT

Telescopi, accessori, montature per l'astronomia
Rispondi
Avatar utente
piergiovanni
Amministratore
Messaggi: 9086
Iscritto il: 13/09/2011, 22:01
Località: Valganna
Contatta:

Recensione del telescopio Celestron Onyx 80 ED XLT

Messaggio da piergiovanni »

La maggior parte dei lettori di Binomania conoscerà le prestazioni del trattamento ad alta trasmissione denominato Starbright XLT High Performance Optical Coating System, anche noto, per amor di sintesi, con l’acronimo XLT. Per chi ancora non lo sapesse, questo trattamento deriva dal famoso sistema Starbright, che equipaggiava, anni or sono, i telescopi e gli accessori più blasonati di casa Celestron.
A differenza dei classici trattamenti UHTC, che riflettono pressappoco il 94-90% della luce, l’XLT dovrebbe superare, almeno sulla carta, la soglia del 97%.
Nell’anno 2005, pubblicai sulla rivista Le Stelle la recensione del Celestron CPC d’otto pollici, uno strumento dotato del suddetto XLT, che mi aveva sorpreso per le prestazioni ottiche e la luminosità offerta. Nel 2006 l’importatore ufficiale dei prodotti Celestron Auriga Srl che all’epoca, grazie alla cortesia di Daniela Brambati , collaborava attivamente anche con Binomania, decise mettere a mia disposizione un esemplare del rifrattore Onyx ED XLT. Per questo motivo ho deciso di pubblicare le mie impressioni “dell’epoca”, perché spesso è possibile ancora trovare questo rifrattore nel mercato dell’usato. Come sempre, dovrete considerate che il mio giudizio si basa sui prodotti presenti in quel periodo. Buona lettura. https://www.binomania.it/celestron-onyx-edf/
Piergiovanni Salimbeni
Iscrivetevi al nuovo canale Youtube! https://www.youtube.com/c/binomania/?sub_confirmation=1

Responsabile di Binomania.it
La rivista on-line dedicata al mondo dei binocoli, delle ottiche sportive, fotografiche e altro ancora!
https://www.binomania.it
Rispondi