Info per acquisto binocolo 15 o 16x per escursioni.

binocoli moderni, binocoli vintage, binocoli classici, binocoli militari, binocoli compatti, binocoli giganti ed altro ancora. Questo settore è dedicato totalmente agli appassionati del binocolo a 360°
Rispondi
Avatar utente
Angelo Cutolo
Buon utente
Messaggi: 2108
Iscritto il: 22/09/2011, 16:58
Località: Milano

Info per acquisto binocolo 15 o 16x per escursioni.

Messaggio da Angelo Cutolo »

Tra i binocoli che posseggo, mi sono accorto che mi manca una via di mezzo relativamente portatile, passo direttamente dall'8x42 e 10x30 stabilizzato da usare a mano, ai binocoloni da stativo a partire da 22x.

Mi è sorta la necessità di avere un binocolo sui 15 o 16x (con leggera preferenza per quest'ultimo), che non superi gli 1,5 kg da portare in giro ed usare essenzialmente su monopiede + manfrotto 324RC2 in diurno, budget 300 € (350 se ne vale la pena, ma non oltre questa cifra), vanno bene anche usati (nel caso chiederò ulteriori consigli sulla singola offerta eventualmente trovata).

Su simili formati sono completamente a digiuno (se si escludono i vari 15x70, che però per me sarebbero troppo grossi/pesanti), ho cercato sul web diversi 15/16x con diametri che vanno da 42 a 60 mm, con prezzi che vanno da 68 € a quasi 1000 €.
Il problema è che c'è un buco di prezzo proprio intorno a quello che sarebbe il mio budget ottimale, ad esempio si passa direttamente dai circa 200 € del nikon aculon 16x50 agli oltre 700 € del monarch 16x56.

Insomma per me buio completo sulla scelta, visto il budget so già che mi dovrò accontentare di un entry-level, ma non vorrei proprio un binocolo da bancarella, diciamo una cosa quantomeno degna.
Aspetto consigli.
Grazie.
Associazione Astronomica Mirasole
Homepage ◄ - ► Facebook
------------------------------------------
binocoli: Vixen ARK 30x80; William Optics 22x70 apo; Vixen Ultima 8x56; Nikon Action EX 16x50; Vortex Diamondback 8x42; Canon 10X30 is II; Vortex Vanquish 8x26; Pentax Papilio 6,5x21; Ibis Horus 5x25.
Strumenti: dobson 410/1850 autocostruito; newton 200/1650 vintage; Celestron C8 xlt; newton 114/1000 "solarizzato"; rifra apo 80/480; rifra acro 76/1400 e 60/700.
Avatar utente
-SPECOLA->
Buon utente
Messaggi: 8288
Iscritto il: 16/09/2011, 19:26
Contatta:

Re: Info per acquisto binocolo 15 o 16x per escursioni.

Messaggio da -SPECOLA-> »

Ciao Angelo,

personalmente a suo tempo mi aveva colpito la recensione di Piergiovanni del binocolo YUKON SOLARIS 16x50; se non possedessi già il vecchio TECHNO 16x50 made in Japan, lo avrei preso.
Questo per rispondere contestualmente alla tua richiesta di informazioni; invece andando un po' OT, visto che il prezzo è decisamente maggiore e togliendo il paletto dell'impiego su monipiede che hai precisato, da possessore di un binocolo stabilizzato FUJINON TERCHNO STABI 16x28, non posso che consigliarti di valutare eventualmente anche questo piccolo gioiello di casa FUJIFILM, che avrebbe il pregio di risparmiarti di portare appresso il monopiede, consentendoti di muoverti più leggero e in maggior libertà.
Fabrizio Ferrario
Mi diverto con un po' di strumenti, dal rifrattore TECHNO 50/630 in avanti... (non in ordine di tempo, né di dimensioni e/o schema ottico).
31 Luglio 1985: Fondazione della Immagine , Osservatorio Astronomico di Cajello (Anno XXXVI). http://www.specola.altervista.org/
Avatar utente
piero
Buon utente
Messaggi: 3720
Iscritto il: 18/09/2011, 23:37
Località: Torino

Re: Info per acquisto binocolo 15 o 16x per escursioni.

Messaggio da piero »

Mi pare che la vortex nelle sue serie minori abbia dei 15 x 56 intorno al prezzo che chiedi
osservo con:....due occhi, perché two is meglio che one.....
Avatar utente
monpao
Buon utente
Messaggi: 1649
Iscritto il: 15/09/2011, 13:37

Re: Info per acquisto binocolo 15 o 16x per escursioni.

Messaggio da monpao »

Qualche tempo fa ho avuto modo di provare il Nikon Action EX 16x50 e mi ha fatto una impressione veramente buona, migliore a memoria del 12x50 che avevo avuto in passato, nonostante mi fossi accostato a questo binocolo con tutti i pregiudizi del caso.
Buona l'ottica, la meccanica e anche l'ergonomia.
Nel caso lo trovassi Angelo penso possa essere un valido candidato.
"Un bel tacer non fu mai scritto"
Mo ci provo...
Avatar utente
Angelo Cutolo
Buon utente
Messaggi: 2108
Iscritto il: 22/09/2011, 16:58
Località: Milano

Re: Info per acquisto binocolo 15 o 16x per escursioni.

Messaggio da Angelo Cutolo »

Grazie per i consigli.
@SPECOLA
Interessante lo yukon, mi son visto la recensione di Pier, è di difficoltosa reperibilità (trovato solo sulla baia e in qualche "negozio" online sconosciuto), relativamente al fujinon è un gran bell'oggettino ma veramente troooppo fuori budget.

@piero
Ho trovato il diamondback hd 15x56, ma anche questo è oltre il budget.
Eventualmente qualcuno lo ha provato, ci sono impressioni in merito?

@monpao
Nella ricerca sul web non mi era uscito l'action, ma solo l'aculon (vabbè, sono sempre stato abbastanta una cabra nelle recerche), come caratteristiche va bene ed effettivamente entra subito tra i papabili, soprattutto per il fatto che lo hai provato.
Associazione Astronomica Mirasole
Homepage ◄ - ► Facebook
------------------------------------------
binocoli: Vixen ARK 30x80; William Optics 22x70 apo; Vixen Ultima 8x56; Nikon Action EX 16x50; Vortex Diamondback 8x42; Canon 10X30 is II; Vortex Vanquish 8x26; Pentax Papilio 6,5x21; Ibis Horus 5x25.
Strumenti: dobson 410/1850 autocostruito; newton 200/1650 vintage; Celestron C8 xlt; newton 114/1000 "solarizzato"; rifra apo 80/480; rifra acro 76/1400 e 60/700.
Avatar utente
Angelo Cutolo
Buon utente
Messaggi: 2108
Iscritto il: 22/09/2011, 16:58
Località: Milano

Re: Info per acquisto binocolo 15 o 16x per escursioni.

Messaggio da Angelo Cutolo »

Ho cercato ancora per qualche giorno (anche nell'usato), ma alla fine mi sono deciso e questa mattina ho ordinato il nicon action ex 16x50.
Trovato su amazon (così se arriva scollimato non ho problemi burocratici relativo al reso), mi dovrebbe arrivare tra una decina di giorni, poi farò una simulazione di escursione sul solito monte stella e posterò le solite prime impressioni.
Associazione Astronomica Mirasole
Homepage ◄ - ► Facebook
------------------------------------------
binocoli: Vixen ARK 30x80; William Optics 22x70 apo; Vixen Ultima 8x56; Nikon Action EX 16x50; Vortex Diamondback 8x42; Canon 10X30 is II; Vortex Vanquish 8x26; Pentax Papilio 6,5x21; Ibis Horus 5x25.
Strumenti: dobson 410/1850 autocostruito; newton 200/1650 vintage; Celestron C8 xlt; newton 114/1000 "solarizzato"; rifra apo 80/480; rifra acro 76/1400 e 60/700.
Avatar utente
-SPECOLA->
Buon utente
Messaggi: 8288
Iscritto il: 16/09/2011, 19:26
Contatta:

Re: Info per acquisto binocolo 15 o 16x per escursioni.

Messaggio da -SPECOLA-> »

Ok; grazie Angelo.
Sono curioso di leggere le tue impressioni sul campo.
Fabrizio Ferrario
Mi diverto con un po' di strumenti, dal rifrattore TECHNO 50/630 in avanti... (non in ordine di tempo, né di dimensioni e/o schema ottico).
31 Luglio 1985: Fondazione della Immagine , Osservatorio Astronomico di Cajello (Anno XXXVI). http://www.specola.altervista.org/
Avatar utente
Angelo Cutolo
Buon utente
Messaggi: 2108
Iscritto il: 22/09/2011, 16:58
Località: Milano

Re: Info per acquisto binocolo 15 o 16x per escursioni.

Messaggio da Angelo Cutolo »

Mi è arrivato poco fa (con una settimana di anticipo), dopo pranzo lo scarto.
Associazione Astronomica Mirasole
Homepage ◄ - ► Facebook
------------------------------------------
binocoli: Vixen ARK 30x80; William Optics 22x70 apo; Vixen Ultima 8x56; Nikon Action EX 16x50; Vortex Diamondback 8x42; Canon 10X30 is II; Vortex Vanquish 8x26; Pentax Papilio 6,5x21; Ibis Horus 5x25.
Strumenti: dobson 410/1850 autocostruito; newton 200/1650 vintage; Celestron C8 xlt; newton 114/1000 "solarizzato"; rifra apo 80/480; rifra acro 76/1400 e 60/700.
Giovanni Castaldini
Buon utente
Messaggi: 99
Iscritto il: 06/05/2021, 13:00

Re: Info per acquisto binocolo 15 o 16x per escursioni.

Messaggio da Giovanni Castaldini »

Angelo Cutolo ha scritto: 15/11/2021, 15:20 Mi è arrivato poco fa (con una settimana di anticipo), dopo pranzo lo scarto.
Io non avrei resistito, lo avrei scartato prima di mangiare ... 🤣🤣👍✋🇮🇹
Se lo viene a sapere mia moglie, mi uccide.
Avatar utente
Angelo Cutolo
Buon utente
Messaggi: 2108
Iscritto il: 22/09/2011, 16:58
Località: Milano

Re: Info per acquisto binocolo 15 o 16x per escursioni.

Messaggio da Angelo Cutolo »

Meglio di no, se lo facevo, rischiavo di non mangiare. :lol:

---

Primissime impressioni (al momento ho fatto solo "prove al banco"), dico subito che il binocolo mi piace (per essere un binocolo da 250 €), è proprio quello che stavo cercando per le mie necessità (lo scrivo subito perché nel prosieguo, potrebbe non sembrare). :mrgreen:

Prima cosa, il binocolo è perfettamente collimato (arrivando da amazon ed essendo un 16x era la prima cosa a preoccuparmi) e in perfette condizioni estetiche e meccaniche, si vede che è waterproof, infatti la ruota di messa a fuoco è discretamente dura (o se vogliamo, particolarmente pastosa) e il carrello si flette veramente poco anche alla massima escursione di fuoco.

Nikon Action EX 16x50 - 02.jpg

Ho verificato il diametro effettivo e la pupilla (rotonda e ben illuminata), il diametro della lente è 50 mm e non ci sono diaframmature a limitarlo.

Nikon Action EX 16x50 - 03.jpg

Cosa mi è subito piaciuto:
  • esteticamente è carino e da sensazione di solidità e la ghiera delle diottrie ha due "camme" che permettono la regolazione anche con i guanti;
  • ti danno di serie l'adattatore per il treppiede, cosa che trovo intelligentissima, essendo un 16x sanno già che va utilizzato su qualche supporto, io ho messo il "tappino" in un cassetto e terrò l'adattatore sempre montato (è piccolo e ruba pochissimo spazio);
  • la dotazione documentale, oltre i fogli della garanzia, hai un corposo manuale d'istruzioni in 8 lingue (tra cui l'italiano), con le informazioni base sul suo uso (il disclaimer sul Sole), ma complete, a prova di niubbo, oltre a una brochure con riassunte tutte le caratteristiche della serie EX.
Nikon Action EX 16x50 - 01.jpg
Nikon Action EX 16x50 - 05.jpg

Quello che subito non mi è piaciuto:
  • la custodia, non che sia fatta male, ma ha solo il passante per la cintura e nessuna tracolla, una cosa di simili dimensioni, sicuramente non te la metti alla cintura;
  • i tappi degli obiettivi, sono del tipo "interno", avrei preferito di gran lunga quelli classici.
Nikon Action EX 16x50 - 04.jpg

Verifica dei dati di targa:
  • Ingrandimento ufficiale 16x - misurato 15,7x;
  • TFOV ufficiale 3,5° (61 m a 1000 m) - misurato 3,6° (63 m a 1000);
  • P.U. ufficiale 3,1 mm - misurata 3,2 mm;
  • estrazione pupillare ufficiale 17,8 mm - misurata circa 16/16,5 mm;
  • minima distanza di messa a fuoco ufficiale 7 m - misurata 7 m (ma va considerata la nostra capacità di accomodamento);
  • peso ufficiale 1040 g - misurato 1024 g (senza tappi ne tracolla), con tracolla e adattatore per stativo 1138 g.
Nikon Action EX 16x50 - 06.jpg

Ottica (per quel poco che l'ho usato).
Leggera distorsione a cuscinetto (visibile anche nella successiva immagine), massima nitidezza dell'immagine fino a circa il 50% del campo, dove dà veramente un'ottima immagine, ma nei controluce il cromatismo (rosso-arancio e azzurro) appare già a partire dal 50% del campo e quella ottima nitidezza di cui dicevo comincia a perdersi, dal 65/70% del campo va a sommarsi anche la curvatura di campo che manda fuori fuoco le porzioni esterne (e allarga i bordi "colorati"), poi intorno all'85/90% del campo ci si mette anche l'astigmatismo (non c'è verso di mettere a fuoco i bordi) a formare quella che io definisco "insalata" a partire grossomodo dal 75% del campo, quello prima di tale limite è una immagine utilizzabile, dopo detto limite, non più.

Nikon Action EX 16x50 - 07.jpg

Per le successive prove, lo porterò al Parco delle Cave e al Monte Stella per l'uso outdoor sul monopiede e qualche puntatina sul cielo (i soliti Luna, Venere, Giove e Saturno), così da sviscerare meglio le magagne ottiche (questi giorni sono nuvolosi, quindi non ho verificato nemmeno eventuali riflessi spuri)


Fine prima puntata.
Ultima modifica di Angelo Cutolo il 17/11/2021, 13:58, modificato 1 volta in totale.
Associazione Astronomica Mirasole
Homepage ◄ - ► Facebook
------------------------------------------
binocoli: Vixen ARK 30x80; William Optics 22x70 apo; Vixen Ultima 8x56; Nikon Action EX 16x50; Vortex Diamondback 8x42; Canon 10X30 is II; Vortex Vanquish 8x26; Pentax Papilio 6,5x21; Ibis Horus 5x25.
Strumenti: dobson 410/1850 autocostruito; newton 200/1650 vintage; Celestron C8 xlt; newton 114/1000 "solarizzato"; rifra apo 80/480; rifra acro 76/1400 e 60/700.
Avatar utente
monpao
Buon utente
Messaggi: 1649
Iscritto il: 15/09/2011, 13:37

Re: Info per acquisto binocolo 15 o 16x per escursioni.

Messaggio da monpao »

Una delle cose che mi aveva lasciato qualche dubbio quando lo avevo provato era che fosse veramente un 16x, infatti probabilmente la buona ergonomia del binocolo dava una immagine abbastanza stabile usando il binocolo per brevi osservazioni a mano libera, cosa che mi era sembrata poco in linea con l'ingrandimento dichiarato, dubbio mitigato dal fatto che di solito Nikon non bara in modo così clamoroso sui dati di targa del binocolo.
Il fatto che tu Angelo abbia verificato un livello di ingrandimento molto vicino ai dichiarati 16x è una ulteriore conferma di questo, anche della bontà dell'ergonomia dello strumento.
"Un bel tacer non fu mai scritto"
Mo ci provo...
Avatar utente
-SPECOLA->
Buon utente
Messaggi: 8288
Iscritto il: 16/09/2011, 19:26
Contatta:

Re: Info per acquisto binocolo 15 o 16x per escursioni.

Messaggio da -SPECOLA-> »

Grazie Angelo per il dettagliato resoconto.
Davvero ottima la scelta di NIKON di fornire di serie il supporto per il montaggio su cavalletto, insieme al binocolo. :thumbup:
Fabrizio Ferrario
Mi diverto con un po' di strumenti, dal rifrattore TECHNO 50/630 in avanti... (non in ordine di tempo, né di dimensioni e/o schema ottico).
31 Luglio 1985: Fondazione della Immagine , Osservatorio Astronomico di Cajello (Anno XXXVI). http://www.specola.altervista.org/
Giovanni Bruno
Buon utente
Messaggi: 2150
Iscritto il: 09/04/2015, 20:05

Re: Info per acquisto binocolo 15 o 16x per escursioni.

Messaggio da Giovanni Bruno »

ANGELO, gran bel binocolo e gran bella recensione, suffragata ottimamente dal report fotografico.
Io ti direi di non essere troppo severo nel giudizio, perché un 50mm declinato a 7x50, oppure 8x50, viene penalizzato molto meno otticamente rispetto ai 16x50 del tuo esemplare.

Ma i 16x sul cielo faranno un lavoro immensamente superiore ad un comune 7x50 oppure 8x50.

Lo vedo tutti i giorni e tutte le notti con il mio CANON 15x50, di quanto i 15x facciano un enorme lavoro per mostrare molto di più per lo stesso modesto diametro di 50mm. :thumbup: :wave:
Avatar utente
Angelo Cutolo
Buon utente
Messaggi: 2108
Iscritto il: 22/09/2011, 16:58
Località: Milano

Re: Info per acquisto binocolo 15 o 16x per escursioni.

Messaggio da Angelo Cutolo »

Si monpao, devo dire che i dati di targa sono molto simili a quanto dichiarato (pesi, dimensioni e caratteristiche), questo è il primo Nikon che compro e nonostante sia un binocolo più o meno entry-level, fa la sua figura.
Relativamente all'ergonomicità è molto simile ad altri porro classici, quindi si impugna molto bene, ma 16x (almeno per me) sono troppi da gestire a mano libera, anche per pochi secondi, magari appena sto fetentissimo meteo da tregua, lo proverò sul cielo sulla solita sedia da giardino reclinabile, con i gomiti ben posati sui braccioli e vedo se la cosa è fattibile.

Questa mattina presto, ho verificato le caratteristiche antiappannamento e l'impermeabilità, sono andato al parco sotto casa mia (il Parco delle Cave), nella cosiddetta zona umida; nel passaggio da casa (20°) a fuori 7,5° non ho notato appannamento ne degli obiettivi ne degli oculari, la buona estrazione pupillare (che tiene lontani gli occhi dalle lenti oculari) aiuta molto in questo.
Uno scroscio di pioggia abbastanza intenso, mi ha permesso di confermare la sua impermeabilità (è dato per resistere 5' a un metro di profondità), mi è bastato un panno per il corpo e un kleenex per le lenti. Per l'appannamento "vero" si vedrà quando farà più freddo.
Con il monopiede si gestisce perfettamente, allargando un po le gambe, mano sinistra sul monopiede e la destra sulla cloche della 324RC2, sono riuscito a seguire per tre o quattro minuti una coppia di germani reali (un maschio e una femmina) che facevano lo slalom tra i canneti affioranti, prima che le vibrazioni si facessero moleste.
Confermo anche col nuvolo (e quindi con i contrasti di luce non esasperati), che l'immagine sostanzialmente utilizzabile (in cui si riconoscono le cose) è quella compresa entro il 75% del campo, confermo anche il grado di comparsa del cromatismo da circa il 50% del campo in poi, infatti osservando il collarino bianco e il piumaggio bianco verso la coda del germano maschio (distanza 35/40 m), appena si spostava lateralmente al campo del binocolo, si cominciava a notare l'iridescenza rosso-arancio e azzurro.

Mi rimane la trasferta sul Monte Stella col bel tempo, voglio puntare oltre al panorama anche qualche grattacielo, con i riflessi del Sole sui vetri e la prova sul cielo.
Associazione Astronomica Mirasole
Homepage ◄ - ► Facebook
------------------------------------------
binocoli: Vixen ARK 30x80; William Optics 22x70 apo; Vixen Ultima 8x56; Nikon Action EX 16x50; Vortex Diamondback 8x42; Canon 10X30 is II; Vortex Vanquish 8x26; Pentax Papilio 6,5x21; Ibis Horus 5x25.
Strumenti: dobson 410/1850 autocostruito; newton 200/1650 vintage; Celestron C8 xlt; newton 114/1000 "solarizzato"; rifra apo 80/480; rifra acro 76/1400 e 60/700.
Avatar utente
Angelo Cutolo
Buon utente
Messaggi: 2108
Iscritto il: 22/09/2011, 16:58
Località: Milano

Re: Info per acquisto binocolo 15 o 16x per escursioni.

Messaggio da Angelo Cutolo »

Dopo quasi una settimana di tempo fetentissimo, sono riuscito a fare una capatina sul Monte Stella nel pomeriggio e rimasto fin dopo il tramonto.
Dalla "vetta" (è alta 53 m :mrgreen: ) si gode un bel panorama della città e mi sono messo a fare il "guardone" verso i nuovi grattacieli, durante il giorno per verificare soprattutto la nitidezza dell'immagine, ad esempio la riconoscibilità degli ambienti interni attraverso le vetrate (illuminate e riflessate variamente dal Sole), la trama del cladding e i particolari architettonici.

Il panorama e simile a quello che si vede quà (con gli edifici orientati diversamente).
cam 1.jpg
In questo ambito è stato un banco abbastanza probante e decisamente molto probante riguardo i riflessi e il cromatismo.
Col Sole ancora sopra l'orizzonte (anche se basso, visto che erano le 16:30), si è confermato ulteriormente l'ottima nitidezza al centro del campo, si riuscivano a distinguere gli ambienti interni degli uffici (scrivanie, arredi e qualche persona), nonostante la "velatura" del Sole sulla superficie dei vetri, immagine che già si faceva un tantino più confusa dopo il 40% del campo (stimato, ma la "confusione" cominciava sicuramente prima della metà del campo).
In caso di riflessi di luce diretti verso il binocolo dalle facciate dei palazzi, facevano capolino un po di sparkle colorati visibili appena fuori dal centro del campo (azzardo a partire dal 20/25% del campo).

Dopo il tramonto e con gli edifici internamente ben illuminati (come nell'immagine allegata più sopra), ovviamente questi si distiguevano perfettamente, portando la massima nitidezza di nuovo attorno al 50 % abbondante del campo (come scritto nei primi due interventi) e l'immagine "utile" intorno al 75%.
Come dicevo il binocolo si è rivelato una sorpresa positiva (per uno da 250 €) per il contenimento dei riflessi, infatti anche incrociando i diversi luminosissimi "led-wall" pubblicitari, l'immagine è rimasta sempre pulita e senza velature da riflesso; ho anche (in mancanza della Luna) fatto la prova con una delle fotoelettriche di un centro sportivo (vedere la lampadona al centro dell'immagine), mantenendola appena fuori dal campo e si vedeva solo una tenue lama di luce veramente poco fastidiosa quando la sorgente veniva posta lateralmente (a dx o sx fuori dal campo), invece si rinforzava un pochino se la sorgente la si poneva al di sotto.

Ho anche approfittato per la prova sotto il cielo, intorno alle 17:45 (prima di ridiscendere dal monte :lol: ), ho puntato in sequenza un basso Venere, poi Saturno e infine Giove. Prima di tutto devo dire, che con la schiena ben poggiata su un albero, gambe un po larghe, monopiede tenuto con due mani e appoggiato sul petto, per un buon minuto, si riescono ad osservare i pianeti in maniera abbastanza "ferma", dopo questo tempo è necessario rilassarsi un attimino e rifare la procedura di "puntamento".
Su Venere si distingueva nitidamente la fase, io so che questa è più o meno al 50%, ma il terminatore mi sembrava appena appena arcuato, dando la percezione della tipica falcetta; su Saturno si riconosce il classico pallone da rugby, ma nessuna traccia di anse e nulla che mi facesse riconoscere che ci fosse un disco contornato da un anello (cosa invece ben visibile sia nel 22x70 che nel 30x80); su Giove una palletta luminosa pressocchè a tinta unita (bande principali nemmeno per finta) e visibili i medicei (3 su 4) due vicinissimi (quasi affogati nel bagliore del disco del pianeta) uno ad est e uno ad ovest, più o meno equidistanti dal disco e uno ben più lontano ad ovest del pianeta, il quarto me lo sono perso (troppo vicino).
Saturno a parte, gli altri due li ho usati per le prove di definizione dell'immagine, infatti sul Venere, la fase era ben riconoscibile fino ai due terzi del campo (il terminatore arcuato l'ho percepito solo al centro del campo o poco più in là), poi mi diventava una palletta luminosa, cromatismo percepibile già dopo il primo quarto di campo (25%), fastidioso dopo il 50%, molesto dopo il 65%, mentre su Giove ho percepito i due satelliti più vicini fino al 40% del campo, oltre, sono stati inglobati dalla luce del disco del pianeta (il cromatismo principalmente a contribuito "allargando" l'alone), mentre il satellite più lontano l'ho percepito fino all'80, forse 85% del campo, poi le aberrazioni hanno mischiato tutto.

Comunque lo strumento mi ha soddisfatto anche dopo il tramonto, non mi rimane che provarlo sulla Luna, su oggetti come le Pleiadi per vedere di che forma mi fa le stelle e riprovarlo sui pianeti ma su un ben più stabile treppiede, giusto per capire fin dove può arrivare sul cielo, l'ampiezza del campo con una immagine ancora "utile".
Ultima modifica di Angelo Cutolo il 23/11/2021, 21:03, modificato 1 volta in totale.
Associazione Astronomica Mirasole
Homepage ◄ - ► Facebook
------------------------------------------
binocoli: Vixen ARK 30x80; William Optics 22x70 apo; Vixen Ultima 8x56; Nikon Action EX 16x50; Vortex Diamondback 8x42; Canon 10X30 is II; Vortex Vanquish 8x26; Pentax Papilio 6,5x21; Ibis Horus 5x25.
Strumenti: dobson 410/1850 autocostruito; newton 200/1650 vintage; Celestron C8 xlt; newton 114/1000 "solarizzato"; rifra apo 80/480; rifra acro 76/1400 e 60/700.
Avatar utente
piero
Buon utente
Messaggi: 3720
Iscritto il: 18/09/2011, 23:37
Località: Torino

Re: Info per acquisto binocolo 15 o 16x per escursioni.

Messaggio da piero »

sarebbe curioso paragonarlo al monarch 5 16x56, che costa più del doppio, benchè a tetto: da ciò che scrivi si potrebbe ipotizzare ben poca differenza
osservo con:....due occhi, perché two is meglio che one.....
Avatar utente
Angelo Cutolo
Buon utente
Messaggi: 2108
Iscritto il: 22/09/2011, 16:58
Località: Milano

Re: Info per acquisto binocolo 15 o 16x per escursioni.

Messaggio da Angelo Cutolo »

A questi livelli (medio e medio-bassi), penso che le grandi differenze di costo, le facciano più la meccanica che la qualità ottica.
Ad esempio ho letto molti confronti (soprattutto sul CN e sui "birdforum" esteri) tra l'aculon e l'action 16x50 e relativamente alla sola parte ottica, sembrano essere di pari livello (alcuni preferiscono l'aculon che costa la metà), solo che il secondo è waterproof (e visto l'uso outdoor ognitempo che ne devo fare, la scelta è stata semplice).
Il monarch 5 16x56 leggo che è waterproof (fino a 10 m per 1') e shockproof, ha un campo di 66° e comunque 6 mm di diametro in più rispetto gli altri due, quindi anche fosse otticamente di prestazioni simili, la differenza di prezzo potrebbe avere un suo perché.

La prova sul cielo con treppiede dovrà aspettare, sono ritornati i monsoni. :x
Associazione Astronomica Mirasole
Homepage ◄ - ► Facebook
------------------------------------------
binocoli: Vixen ARK 30x80; William Optics 22x70 apo; Vixen Ultima 8x56; Nikon Action EX 16x50; Vortex Diamondback 8x42; Canon 10X30 is II; Vortex Vanquish 8x26; Pentax Papilio 6,5x21; Ibis Horus 5x25.
Strumenti: dobson 410/1850 autocostruito; newton 200/1650 vintage; Celestron C8 xlt; newton 114/1000 "solarizzato"; rifra apo 80/480; rifra acro 76/1400 e 60/700.
Rispondi