Cannocchiale terrestre: "solita" richiesta di consigli...

Il mondo dei telescopi terrestri e della tecnica del digiscoping. Inserite qui le vostre immagini e i vostri video!
Rispondi
Mauro22
Messaggi: 5
Iscritto il: 23/01/2022, 18:05

Cannocchiale terrestre: "solita" richiesta di consigli...

Messaggio da Mauro22 »

Un saluto a tutti da Mauro, nuovo frequentatore del sito di Binomania.
Dopo mille indecisioni mi sto accingendo ad acquistare un cannocchiale terrestre con il quale “avvicinare” le cime delle montagne nelle giornate terse e rispolverare la vecchia passione per il birdwatching. Leggendo qua e là ho inoltre scoperto che meraviglia di foto si possono fare con il digiscoping (va beh, bisogna saperle fare... :roll: ) e così si è anche riaccesa la voglia di dedicarmi, nel poco tempo libero, alla caccia fotografica (come si chiamava un tempo) che ho un po' praticato da giovane – e si parla più o meno di 45 anni fa – utilizzando una Miranda Autosensorex + 200 mm e duplicatore di focale. Qualcuno la ricorda? ;)
Non essendo sicuro di riuscire a dedicare abbastanza tempo alle osservazioni per giustificare un “grosso” acquisto mi ero imposto il limite di 1000 € per il solo apparecchio.
La scelta era quindi caduta sul Celestron Regal M2 20-60x80 ma subito dopo mi sono chiesto se, con pochi Euro in più, non valesse la pena di pensare al 100mm per guadagnare in luminosità.
Qui mi sono bloccato nel dubbio che il 100mm (del quale non ho trovato commenti) potesse essere riuscito meno bene del fratello più piccolo di cui, invece, ho letto commenti abbastanza positivi, tenendo conto del livello degli strumenti.
Così, tanto per uscire dall'impasse e complice il forum, ho rivolto le mie attenzioni al Vortex Razor HD 27-60x 85 di caratteristiche (e prezzo) direi decisamente superiori.
Ho però ancora quache dubbio per quanto riguarda il 27x come ingrandimento minimo.
Potrebbe essere troppo? Qualche osservazione fortunatamente ravvicinata potrebbe farmi pentire di non essermi tenuto sul 20-60x?
E poi, i 5 metri di distanza minima di messa a fuoco, potrebbero essere troppi?
É uno strumento con il quale si può sperare di avere qualche soddisfazione con il digiscoping?
...qui (e su Digiscoping Italia) sembra che nessuno scenda sotto i vari Swarovsky, Kowa, Zeiss... :think:
É quel cannocchiale dalle ottime caratteristiche come mi sembra di aver capito spulciando i vari interventi nel/nei forum?
Un sentito ringraziamento a quanti hanno avuto la pazienza di leggere e, ancor più, a quanti avranno la volontà di regalarmi qualche parere o consiglio.
Ciao
Mauro
(...dai, che ho il mouse puntato su “Acquista”... :) )
Avatar utente
monpao
Buon utente
Messaggi: 1664
Iscritto il: 15/09/2011, 13:37

Re: Cannocchiale terrestre: "solita" richiesta di consigli...

Messaggio da monpao »

Io sconsiglio sempre di passare al digiscoping a chi proviene dalla fotografia col tele, troppo diverse le aspettative, è più qualcosa per i birdwatcher che hanno già un cannocchiale di alta qualità e allora sarebbe un peccato non sfruttarlo anche per il digiscoping quando serve ed possibile usare questa tecnica.

Il cannocchiale che indichi ti darà buone prestazioni soprattutto in visuale, anche se io ho visto ottime foto fatte col Celestron Reagal ED 100; come hai visto per avere immagini di alta qualità in digiscoping bisogna salire un po' di grado come strumento ( oltre a prenderci un po' la mano con la tecnica e sapere in partenza che certe cose comunque non le potrai fare o comunque le otterrai molto difficilmente ).

Io come strumento uso il Meopta S2 82mm, che considero la soglia d'ingresso dell'eccellenza ottica per avere ottime performance anche nel digiscoping, anche se ormai mi sono impigrito e mi porto appresso cannocchiale e cavalletto solo quando mi sono indispensabili per ottenere un riconoscimento, oppure so già in partenza che ci sono le condizioni adatte per il digiscoping.

Se nell'usato trovi un vecchio Leica APO Televid 77 ( attenzione che esiste anche la versione non APO ) tienilo presente, perchè anche se un po' meno luminoso e poco più pesante dei cannocchiali attuali ha una ottica in fluorite naturale straordinaria.
"Un bel tacer non fu mai scritto"
Mo ci provo...
Mauro22
Messaggi: 5
Iscritto il: 23/01/2022, 18:05

Re: Cannocchiale terrestre: "solita" richiesta di consigli...

Messaggio da Mauro22 »

In realtà il birdwatching e le osservazioni naturali in genere sono la prima motivazione della volontà di acquisto...
Il digiscoping l'ho scoperto praticamente adesso, consultando i vari forum. Da questo punto di vista le aspettative sono, realisticamente, vicine allo zero. Però mi sembrerebbe sciocco non valutare questa possibilità.
Hai visto mai...
Se però il Razor fosse inadeguato come caratteristiche (compresa quella relativa all'ingrandimento minimo) potrei tornare ai Celestron o, al limite al Vortex Viper che, però, non ha le lenti alla fluorite (ma sarebbe un 20-60x).
Grazie e ciao.
Avatar utente
monpao
Buon utente
Messaggi: 1664
Iscritto il: 15/09/2011, 13:37

Re: Cannocchiale terrestre: "solita" richiesta di consigli...

Messaggio da monpao »

Il Razor è già una buona scelta, sembra anche costruito meglio dei Celestron; circa gli ingrandimenti minimi non mi farei molti problemi, 27 ingrandimenti non sono poi tantissimi. Io abitualmente uso uno zoom 30-60x.
"Un bel tacer non fu mai scritto"
Mo ci provo...
Mauro22
Messaggi: 5
Iscritto il: 23/01/2022, 18:05

Re: Cannocchiale terrestre: "solita" richiesta di consigli...

Messaggio da Mauro22 »

Forse è una sciocchezza, ma mi chiedo se, volendo poter usufruire di ingrandimenti minori del 27, io possa acquistare a parte un oculare 20-60x e, alla bisogna, sostituire l'originale.
Ad esempio l'oculare del Viper... ignoro del tutto se la Vortex lo venda separatamente, se la qualità sia paragonabile a quella del Razor se l'attacco dell'oculare permetta di utilizzare eventualmente un prodotto di diverso fabbricante...
Quanti dubbi... :?
Avatar utente
monpao
Buon utente
Messaggi: 1664
Iscritto il: 15/09/2011, 13:37

Re: Cannocchiale terrestre: "solita" richiesta di consigli...

Messaggio da monpao »

Penso che se contatti RPoptix, che importa in Italia i prodotti Vortex, possano chiarirti tutti i dubbi in merito.
"Un bel tacer non fu mai scritto"
Mo ci provo...
Mauro22
Messaggi: 5
Iscritto il: 23/01/2022, 18:05

Re: Cannocchiale terrestre: "solita" richiesta di consigli...

Messaggio da Mauro22 »

...ho consultato il catalogo di Vortex ed il sito di RPoptics, ho fatto due chiacchiere telefoniche con il venditore, poi, voglio concludere...
Ordinato Vortex Razor HD 27 60x 85mm.
Grazie per i consigli.
Mauro
Faber
Buon utente
Messaggi: 875
Iscritto il: 16/06/2012, 17:34

Re: Cannocchiale terrestre: "solita" richiesta di consigli...

Messaggio da Faber »

Ciao, lo ho Provato fugacemente ed era godibile. Buone osservazioni!
Fabio Bergamin

Osservo con binocolo:
Kowa XD 8.5x44
Osservo con telescopio:
Telescopi Takahashi e oculari (Pesanti e leggeri...)
Osservo con microscopio
Leitz SM-LUX
Rispondi