Gentili NUOVI UTENTI,
si AVVISA che per problemi personali le ATTIVAZIONI DEI NUOVI ACCOUNT avverranno SOLO nella giornata di GIOVEDI'

Grazie per la comprensione e la pazienza. Piergiovanni

Breve resoconto della serata- 12-08-2011

Rispondi
Avatar utente
piergiovanni
Buon utente
Messaggi: 8694
Iscritto il: 13/09/2011, 22:01
Località: Valganna
Contatta:

Breve resoconto della serata- 12-08-2011

Messaggio da piergiovanni » 08/05/2012, 18:18

In realtà chi si aspettava una grande comparativa rimarrà deluso.
Giovedi sera con Federico siamo riusciti ad osservare un Saturno quasi ormai prossimo a scomparire..

Le condizioni del seeing, in prima serata, non erano ottimali. In ogni modo, nell'uso visuale non abbiano notato, a parità di oculari, differenze fra un modello e l'altro. Ci riserveremo di controllare per bene il risultato dello star test.

Quando il seeing, lo concedeva ci siamo divertiti testando i due 120mm ED con vari oculari e diagonali. Federico è rimasto piacevolmente impressionato dal diagonale TAL a prisma russo che lo ha preferito a quello di casa Baader.

Osservando il pianeta e il bordo lunare, gli Abbe Zeiss di Federico hanno mostrato, come al solito, di contenere meglio la luce diffusa e di possedere un contrasto migliore rispetto ai Baader Genuine.

Un po' con sorpresa siamo riusciti ad utilizzare uno dei due tubi facendo uso della mia Vixen Porta II che ho dotato del treppiede della Vixen GP. Purtroppo seppur il telescopio fosse ben bilanciato, la classica prova del colpetto sul tubo ha portato ad un assestamento delle vibrazioni in ben 4 secondi. Provando varie posizioni delle cavigliere riempite di sabbia, siamo riusciti a diminuire le vibrazioni sino a 3 secondi. Non male per un uso visuale, mordi e fuggi.

La sorpresa della serata si è rivelata la "vecchia" Vixen GP con il treppiede in legno da teodolite che ha dimostrato di reggere alla perfezione il 120ED con un assestamento delle vibrazioni pari a 2 secondi. Dato che devo ancora montare le barre distanziatrici al treppiede e usare dei piedi in gomma, ritengo che il risultato sia ancora migliorabile. Devo ammettere che l'unico lato negativo della Vixen GP era proprio il suo treppiede in alluminio, Per il resto ha dimostrato , ancora una volta, che certi prodotti Made in Japan di anni or sono, mantengono non solo un alto valore sul mercato dell'usato ma anche delle ottime prestazioni meccaniche. L'esemplare che ho comprato a giugno,infatti, era praticamente privo di giochi.

Ora non resta che incontrarci con Raffaello per fare qualche comparazione con vari strumenti, dal suo Mak 180, siano al mio C 9.25.

Una divagazione binoculare: erano 3 settimane che non prendevo in mano lo Swarovision 8,5x42 dato che al mare ho portato un binocolo stabilizzato per uso nautico. Oggi sono uscito a fare una camminata nel bosco, quando vi ho osservato mi è parso subito che qualcuno avesse usato le barre "aumenta pontrasto" ed "aumenta luminosità" attraverso un photoshop virtuale. Mi ero cosi abituato alla visione del seppur buono binocolo da 35mm che proprio non mi ricordavo di come si vedesse in maniera cosi nitida e corretta attraverso un tetto di alta gamma.. E' proprio vero che spesso le differenze si possono comprendere soltanto con l'uso pratico e non sono incerte come quelle che si congetturano con le mere analisi teoriche. Oltre a ciò è spesso comprensibile il coinvolgimento con cui gli appassionati parlano della nitidezza dei propri strumenti che spesso si può rivalutare o sottovalutare soltanto facendo delle vere e proprie comparative su campo.

Buona notte a tutti

Piergiovanni
Allegati
fede2.jpg
Piergiovanni Salimbeni
Responsabile di Binomania.it
La rivista on-line dedicata al mondo delle ottiche sportive.
www.binomania.it

Autore delle riviste: Itinerari e Luoghi, Nuovo Orione

www.astronomianews.it
www.itinerarieluoghi.it


Osservo con: Swarovski EL 8.5x42, Swarovski SLC 15x56, Swarovski ATX 95, Docter Aspectem 40X ED 80-500, Kowa Highlander Prominar, Takahashi FS128, Celestar 8.

Rispondi

Torna a “Il backup del vecchio blog di binomania”