TELESCOPIO BINOCULARE VIXEN BT80M-A

Recensioni di binocoli, suggerimenti, comparative, reportage, consigli per gli acquisti e altro ancora
Rispondi
Giovanni Bruno
Buon utente
Messaggi: 2534
Iscritto il: 09/04/2015, 20:05

TELESCOPIO BINOCULARE VIXEN BT80M-A

Messaggio da Giovanni Bruno »

Ciao a tutti, a poco prezzo ho comprato questo particolarissimo .....UFO....., un 80mm/480mm, ma barlowato da progetto con due TELEXTENDER per portarlo a 80/900mm ad f11,1.

Temo che proprio il TELEXTENDER di DESTRA si sia dislocato fuori specifica, per un qualche urto o caduta, patita dall'ex proprietario.

Infatti il lato sinistro va a fuoco all'infinito ed ampiamente con qualsiasi oculare, mentre il lato destro va a fuoco al pelo con pochi oculari, mentre con quasi tutti rimane al pelo in INTRAFOCALE.

La cosa più evedente è che con i pochi oculari che vanno a fuoco, si posizionano con un dislivello fra i due oculari di ben 8,2mm.

Ovvero l'oculare di DESTRA è più basso di 8.2mm ed a fine corsa, rispetto a quello di SINITRA, che ha ancora un ampio margine di messa a fuoco.

A puro intuito a me pare che sia il TELEXTENDER di DESTRA ad essersi mal posizionato e quindi produce meno estrazione focale rispetto a quello di SINISTRA.

Spero che l'IMPORTATORE SKYPOINT abbia già visto un simile difetto e sappia darmi valide indicazioni per metterci le mani in modo mirato.

Compresa una spedizione presso il loro centro assistenza per una riparazione a pagamento.

Credo che anche La TORRE DEL SOLE potrebbe farmi un simile lavoro.

Chiedo altresì agli amici forumisti suggerimenti ed ipotesi alternative, per tentare in prima persona una taratura del TELEXTENDER di DESTRA, se la cosa fosse di non alta difficoltà e rischio. :thumbup: :wave:
Giovanni Bruno
Buon utente
Messaggi: 2534
Iscritto il: 09/04/2015, 20:05

Re: TELESCOPIO BINOCULARE VIXEN BT80M-A

Messaggio da Giovanni Bruno »

Avrei bisogno di alcune informazioni di base su questo binocolone, in modo particolare sulla posizione fisica dei due TELEXTENDER all'interno del binocolone.

Sono prima dei prismi deviatori a 45°, oppure sono dopo i prismi di PORRO e quindi dentro i due lunghi fuocheggiatori-portaoculari?

Tale informazione mi eviterebbe degli interventi a casaccio.

Il binocolone ha due adesivi SKYPOINT sui due tubi ottici, quindi il primo proprietario lo ha comprato da SKYPOINT.

Mi chiedo se SKYPOINT si presterebbe ad una messa a punto, ovvero se ha al duo interno un servizio assistenza.

Oppure devo affidarmi alle mani di DAVIDE DEL PRATO della TORRE del SOLE. :thumbup: :wave:
Avatar utente
-SPECOLA->
Buon utente
Messaggi: 8835
Iscritto il: 16/09/2011, 19:26
Contatta:

Re: TELESCOPIO BINOCULARE VIXEN BT80M-A

Messaggio da -SPECOLA-> »

Magari gli adesivi SKYPOINT sono stati applicati ad elementi singoli, che poi qualcun altro ha unito.

Comunque secondo me faresti bene a contattare senza indugio SKYPOINT e DAVIDE DEL PRATO della TORRE del SOLE e sentire cosa ti rispondono.
A questi due aggiungerei anche Adriano Lolli, per un consulto e perché no, anche per l'eventuale revisione completa dello strumento e il suo ripristino funzionale.
Sicuramente è meglio aspettare, piuttiosto che procedere di fretta e a casaccio.
Fabrizio Ferrario
Mi diverto con un po' di strumenti, dal rifrattore TECHNO 50/630 in avanti... (non in ordine di tempo, né di dimensioni e/o schema ottico).
31 Luglio 1985: Fondazione della Immagine , Osservatorio Astronomico di Cajello (Anno XXXVII). http://www.specola.altervista.org/
Giovanni Bruno
Buon utente
Messaggi: 2534
Iscritto il: 09/04/2015, 20:05

Re: TELESCOPIO BINOCULARE VIXEN BT80M-A

Messaggio da Giovanni Bruno »

Sicuramente sentirò prima SKYPOINT e DAL PRATO.

Non sapevo che ADRIANO LOLLI fosse anche un riparatore, ne terrò conto.

Questo strumento acciaccato sul lato destro, mi ha però deliziato sul lato sinistro e credo che meriti di essere riparato da persona più che esperta, a meno che riceva delle istruzioni ben dettagliate e rassicuranti.

Avevo dei dubbi circa l'utilità dei TELEXENDER in un binocolone, ma l'assenza di cromatismo a 47x e la prova crudele ma utile di mettere un PLANETARY ED da 3,2mm nel portaoculari sinistro e l'immaggine vista, certamente buia e certamente traballante per il cattivo seeing diurno, ma non spappolata, mi ha convinto ad avere rispetto massimo per questo strumento che comunque userei al massimo a 75x e non oltre.
Giovanni Bruno
Buon utente
Messaggi: 2534
Iscritto il: 09/04/2015, 20:05

Re: TELESCOPIO BINOCULARE VIXEN BT80M-A

Messaggio da Giovanni Bruno »

Tutto risolto alla grandissima, è bastata una telefonata a DAVIDE DAL PRATO, che casualmente aveva posseduto in passato il BT80M-A, per avere una dritta fenomenale.

Mi ha chiesto di controllare se i due obbiettivi erano avvitati della stessa quantità, mi ha anche detto che gli obbiettivi sono montati su celle lievemente eccentriche, tipo ZEISS JENOPTEM, TENTO, SOTEM e credo molti altri binocoli RUSSI.

Detto-fatto, dopo pochi minuti avevo già svitato i paraluce fissi ed era evidente che i due obbiettivi erano avvitati di una quntità diversa di 4,1mm, che con i TELEXENDER faceva una differenza di 8,2mm dal lato oculari.

Calibro alla mano ho avvitato i due obbiettivi della stessa quntità ed il proble di dsimmetria di 8,2mm è sparito.

Giacchè avevo gli obbiettivi a nudo ed azionabili, ho anche fatto una finissima collimazione, ruotando di piccoli angoli i due obbiettivi.

Insomma il BT80M-A è tornato come nuovo, anzi, alla voce collimazione credo anche meglio che nuovo, ma dopo un trasporto transcontinentale, con mio gran sollievo e soddisfazione.

Adesso guardandoci dentro, lo strumento sembra scomparire, tanto che è tutto perfettamente allineato.

Rimontato il tutto ho subito ritelefonato a DAVIDE DAL PRATO per esprimergli tutta la mia ammirazione e riconoscenza :clap: ed invintandolo a pranzo se passa per IVREA, cosa che fa spesso perchè fa manutenzione all'osservatorio di SAINT BARTELEMY. :thumbup: :wave:
Avatar utente
-SPECOLA->
Buon utente
Messaggi: 8835
Iscritto il: 16/09/2011, 19:26
Contatta:

Re: TELESCOPIO BINOCULARE VIXEN BT80M-A

Messaggio da -SPECOLA-> »

Bene così.
Fabrizio Ferrario
Mi diverto con un po' di strumenti, dal rifrattore TECHNO 50/630 in avanti... (non in ordine di tempo, né di dimensioni e/o schema ottico).
31 Luglio 1985: Fondazione della Immagine , Osservatorio Astronomico di Cajello (Anno XXXVII). http://www.specola.altervista.org/
Giovanni Bruno
Buon utente
Messaggi: 2534
Iscritto il: 09/04/2015, 20:05

Re: TELESCOPIO BINOCULARE VIXEN BT80M-A

Messaggio da Giovanni Bruno »

Dopo tutte le tarature, 112x ottenuti con due PLANETARY ED da 8mm/60°, vengono retti molto bene e con ancora una discreta illuminazione su soggetti terrestri tra 5Km e 10km di distanza.

A 112x, l'aberrazione cromatica è ancora molto bassa anche su soggetti con alternanza di BIANCO e NERO.

Ovviamente il miglior compromesso per il terrestre è sui 50x, ottenuti con due OR PENTAX da 18mm, questi OR PENTAX sono estremamente trasparenti ed incisi e comodi all'occhio. :thumbup: :wave:
alessio
Buon utente
Messaggi: 1403
Iscritto il: 29/09/2011, 8:26

Re: TELESCOPIO BINOCULARE VIXEN BT80M-A

Messaggio da alessio »

...io con il 70mm APO non oso andare oltre i 40x...
....il mio vetro preferito??Ovviamente HABICHT 7x42!!!!
Giovanni Bruno
Buon utente
Messaggi: 2534
Iscritto il: 09/04/2015, 20:05

Re: TELESCOPIO BINOCULARE VIXEN BT80M-A

Messaggio da Giovanni Bruno »

Il 70mm APO che citi, è il nuovo APM ED APO, oppure l'RP OPTIX da 70mm angolato? :

In ogni caso le possibilità di salire con gli ingrandimenti sono strettissimamente correlate con il cattivo seeing diurno.

Bisogna attendere il giorno giusto, possibilmente leggermente ventilato da NORD e sempre poco prima del tramonto e con il sole alle spalle. :thumbup: :wave:
alessio
Buon utente
Messaggi: 1403
Iscritto il: 29/09/2011, 8:26

Re: TELESCOPIO BINOCULARE VIXEN BT80M-A

Messaggio da alessio »

Giovanni Bruno ha scritto:Il 70mm APO che citi, è il nuovo APM ED APO, oppure l'RP OPTIX da 70mm angolato? :
Nessuno dei 2....intendevo il Vixen BT 70mm ED
....il mio vetro preferito??Ovviamente HABICHT 7x42!!!!
Giovanni Bruno
Buon utente
Messaggi: 2534
Iscritto il: 09/04/2015, 20:05

Re: TELESCOPIO BINOCULARE VIXEN BT80M-A

Messaggio da Giovanni Bruno »

Strano, dovrebbe essere un'ottimo binocolo il BT 70 ED, ma forse sei tu che non hai interesse a sondarne i limiti estremi.

Applicare altissimi ingrandimenti per esperimento, non significa poi doverli usare nella pratica quotidiana, ma solo sondare tali limiti per dare un giudizio di valore per quell'ottica.

Ad esempio ieri pomeriggio,con il mio nuovo IBIS SEMI-APO ED da 100/550mm a 45°,ho lavorato a soli 22x e 30,5x per tutto il pomeriggio, perchè tanto concedeva il cattivo seeing diurno, poi alle ore 18 il seeing è migliorato e sono salito in scioltezza a 69x.

Infine alle ore 19, il seeing era ottimo ed ho provto un singolo PLANETARY ED da 3,2mm per 172x molto ben tenuti.

Ovvio che lavorerò quasi sempre tra 22x e 50x, ma il sapere che con il seeing buono l'ottica mi regge 172x, è una informazione che volevo avere e l'ho ottenuta.

Non solo, oggi mi sono autocostruito due diaframmi da 70mm e due diaframmi da 82, sempre per sondare il miglioramento della acromaticità e la minore sensibilità al cattivo seeing, che i due diaframmi promettono. :thumbup: :wave:
Giovanni Bruno
Buon utente
Messaggi: 2534
Iscritto il: 09/04/2015, 20:05

Re: TELESCOPIO BINOCULARE VIXEN BT80M-A

Messaggio da Giovanni Bruno »

Rispondo a me stesso, orfano dell'eccellente binocolone APM SD APO da 100mm a 45°, venduto perché troppo corposo e soprattutto molto pesante per miei personali problemi alle spalle, mi sono ripreso lo stesso binocolone VIXEN BT 80M-A già avuto cinque anni fa, oggetto di questa discussione.

Il BT 80M-A era di nuovo in condizioni pietose, era molto scollimato e con i due obbiettivi ed i due oculari molto sporchi, ma questa volta sapevo dove metterci le mani per rimetterlo operativo.

Dopo il possesso di un binocolone APM SD APO da 100mm a 45° ed il buon contrasto ed i vividi colori espressi, il BTM-A da 80mm ne è uscito molto male alla voce vivezza dei colori.

Ma sia in terrestre che sul cielo, quello che è un suo limite progettuale, ovvero i 900mm di focale ottenuti con due TELE-EXTENDERE, è anche il maggior pregio, ovvero un campo PIATTISSIMO, che più piatto non si può.

Certo, con 900mm di focale, niente mega-campi sia sul terrestre che sul cielo, ma per fortuna e forse solo io, sono un fanatico dei MEDI-ALTI ingrandimenti e quindi i 900mm di focale non mi danno fastidio, anzi, mi aiutano a salire facilmente di ingrandimento.

In rete su CLOUDY NIGTS vi sono varie recensioni di circa 15-20 anni fa è nessuna è totalmente negativa ed alcune francamente positive, ovviamente nel contesto storico degli strumenti di 20 anni fa, dove di binocoloni APO proprio non vi era traccia.

Di sicuro l'estetica è molto piacevole, perché trasuda un fascino tecnico retrò molto coinvolgente per un tecnico meccanico come me, diciamo che ha un'estetica da BINOSCOPIO, con i due tubi ottici tradizionali ben visibili, uniti dall'elemento centrale MONOBLOCCO con la slitta VIXEN, cosa che permette un immediato montaggio su qualsiasi montatura dotata di una morsa VIXEN

Inoltre l'estetica è esattamente la stessa dell'attuale VIXEN BT81S e credo anche del binocolone VIXEN 70ED, quindi un'estetica retrò ma per nulla abbandonata dalla VIXEN.

Solo l'avvento dei moderni binocoli APO ha fatto artificialmente invecchiare questo inconsueto binocolone solo ACRO, anche se i moderni binocoloni sono offerti sia in versione APO che ACRO.

Eppure, da quando l'ho preso, ripulito, ricollimato ed attrezzato con un RED DOT su un supporto altissimo autocostruito, tutti i giorni e le notti serene hanno visto il BT80M-A al lavoro sul mio stretto balcone.

Diciamo che il BT80M-A è un po triste in terrestre, ma per un perfetto terrestre posso schierare sua maestà il CANON 15x50 APO con ottica UD ed i suoi gioiosi colori, ma è efficacissimo sul deep sky a medio campo ed è già molta roba.

Molto probabilmente ricomprerò di nuovo un binocolone angolato APO, ma di diametro decisamente contenuto, tra 70mm ed 82mm , dove la razionalità mi dice 70mm mentre il cuore mi dice 82mm.

Staremo a vedere cosa apparirà sul mercato dell'usato, ma per adesso il BT80M-A ACRO + il CANON 15x50 IS APO mi permettono di attendere anche degli anni per una buona occasione. :thumbup: :wave:
Giovanni Bruno
Buon utente
Messaggi: 2534
Iscritto il: 09/04/2015, 20:05

Re: TELESCOPIO BINOCULARE VIXEN BT80M-A

Messaggio da Giovanni Bruno »

Questa mattina ho voluto essere clemente con il VIXEN BT80M-A da 80/900mm, anziché i consueti 47x ottenuti con due EFF da 19mm/65° ed i 75x ottenuti con due EFF da 12mm/60°, ci ho montato su due EFF da 27mm/53°, ottenendo 33,3x nitidissimi e pieni di vividi e gioiosi colori.

A questo punto ho capito che la scelta VIXEN di dotare il binocolone con due OR da 25mm di serie per 36x era una scelta molto ben ponderata per avere molta luminosità e colori ben saturi e brillanti, non ho due OR da 25mm, ma ho due ERFLE CIRCLE T da 25mm e due CELESTRON X-CELL LX da 25mm/60° e credo che queste due coppie di oculari diventeranno le mie preferite per ottenere 36x e 1°,66 di campo reale.

Naturalmente a 36x di aberrazione cromatica non se ne parla proprio, cosa non da poco per un ACROMATICO, ed il campo piattissimo è la ciliegina sulla torta che apprezzo davvero molto. :thumbup: :wave:
Giovanni Bruno
Buon utente
Messaggi: 2534
Iscritto il: 09/04/2015, 20:05

Re: TELESCOPIO BINOCULARE VIXEN BT80M-A

Messaggio da Giovanni Bruno »

Dopo un autunno prodigo di bellissime giornate e discrete notti, secondo natura è arrivato il cattivo tempo e quindi niente più osservazioni, ne di giorno in terrestre e ne di notte sul cielo.

La cosa mi fa soffrire parecchio ed accade topo tanti anni di relativa indifferenza alle condizioni meteo.

Questo vuol dire che l'acromatico VIXEN BT80M-A mi ha lentamente ma fortemente stregato, con la sua eccezionale ergonomia di trasporto, montaggio e smontaggio, per il campo piattissimo e per tutto sommato una resa ottica più che dignitosa per un'acro.

Tutti questi vantaggio di usabilità li ascrivo totalmente alla sua enorme e bilanciatissima maniglia di trasporto del BT 80M-A VIXEN, esattamente come accade con il mio RUMAK INTES MK67 da 150/1800mm e del peso do soli 4,5Kg, che trasporto, monto e smonto con estrema comodità e sicurezza, solo perché ha una maniglia giusta nel posto giusto.

Sembra una sciocchezza, ma la posizione ECCENTRICA della maniglia dei binocoloni angolati IBIS-APM da 82mm e 100mm, mi aveva parecchio rovinato la festa del loro comunque fortunato possesso.

Figuriamoci cosa possa essere maneggiare uno sbilanciatissimo ed ancora più pesante IBIS, oppure APM da 120mm, dove la posizione estremamente eccentrica della maniglia scarica sul polso una torsione innaturale e scomodissima.

Il peso di uno strumento è solo la metà della verità e riguarda sopratutto la capacità di carico della montatura che deve sostenerlo, mentre gli appigli per maneggiarlo nel trasporto e nella delicata fase del MONTA-SMONTA è parimenti importante. :thumbup: :wave:
Rispondi