Gentili NUOVI UTENTI,
si AVVISA che per problemi personali le ATTIVAZIONI DEI NUOVI ACCOUNT avverranno SOLO nella giornata di GIOVEDI'

Grazie per la comprensione e la pazienza. Piergiovanni

Oculari "CVD" per uso astronomico

Principi di funzionamento, manutenzione, modifica e autocostruzione dei microscopi e dei loro accessori
Rispondi
Avatar utente
vincenzo
Buon utente
Messaggi: 1192
Iscritto il: 16/09/2011, 20:07
Località: opera

Oculari "CVD" per uso astronomico

Messaggio da vincenzo » 30/04/2020, 5:50

Buongiorno a tutti,
perdonate l'intromissione, sono un vecchio utente del forum e con conoscenze appena basiche di microscopia.
Recentemente mi ha intrigato questo articolo:
https://www.cloudynights.com/topic/6869 ... -eyepiece/
e gradirei sapere chi voi, appassionato anche di astronomia e rifrattori, mi può confermare, preferibilmente per esperienza diretta, quanto riportato.
Ammetto che, su alcuni dei miei rifrattori e per certi soggetti, alcuni miei oculari li preferisco ad altri (indipendentemente dal blasone, marchio e configurazione ottica) per il contenimento della aberrazione cromatica secondaria, contrasto, luminosità ed incisione, ma questo acronimo: "CVD" non lo avevo mai sentito ...
Grazie
Vincenzo
Pratico il "voyeurismo ed il feticismo" con tante (lenti) e confesso la mia passione per le "mature" (lenti) ...

Ottica Astrologo
Messaggi: 18
Iscritto il: 26/11/2015, 13:12
Contatta:

Re: Oculari "CVD" per uso astronomico

Messaggio da Ottica Astrologo » 02/05/2020, 9:35

Sarò brutale,
ma se vai a prezzo non sbagli.

Se esistono in catalogo oculari da 40, 100 e 150 euro, ci sarà una differenza oltre i nomi e le sigle che una ditta si può inventare.

Le parole HD o Ultra sono state abusate fin troppo ad esempio.

Quello che puoi aggiungere oltre un buon oculare è un correttore di coma per i telescopi Newton e uno spianatore per i Galileo.
Ottica Astrologo
Viale Libia, 94 Roma
tel. 0686218821
Binocoli, Telescopi, Cannocchiali, Microscopi e tanto ancora!

Avatar utente
Toniclimb
Buon utente
Messaggi: 460
Iscritto il: 05/12/2016, 16:46
Località: Roma

Re: Oculari "CVD" per uso astronomico

Messaggio da Toniclimb » 02/05/2020, 12:04

Salve.
CVD = Aberrazione cromatica laterale.
L'oculare compensatore, identificato spesso (ma non sempre) dalla presenza di una "K" nella sigla, corregge la CVD residua, negli obiettivi in cui questa risulti sottocorretta.
Per informazioni:
http://www.funsci.com/fun3_it/sini/mo/sceltaoculari.pdf
In astronomia non ho esperienza, ma se in un rifrattore si utilizza un doppietto acromatico come obiettivo, sarà presente CVD sottocorretta.
Saluti.
Toni

Avatar utente
Toniclimb
Buon utente
Messaggi: 460
Iscritto il: 05/12/2016, 16:46
Località: Roma

Re: Oculari "CVD" per uso astronomico

Messaggio da Toniclimb » 02/05/2020, 12:17

P.S.
CVD viene dal tedesco "Chromatische VergrosserungDifferenz"
Più o meno "differenza di ingrandimento cromatica "

Avatar utente
vincenzo
Buon utente
Messaggi: 1192
Iscritto il: 16/09/2011, 20:07
Località: opera

Re: Oculari "CVD" per uso astronomico

Messaggio da vincenzo » 04/05/2020, 1:11

Grazie a tutti, ma:
@ "ottica astrologo" mi sembra, stante la tua risposta, di non aver espresso bene la mia domanda
@ "toniclimb" grazie, ma chiedevo appunto chi aveva avuto esperienza diretta di questi oculari con rifrattori acromatici
Pratico il "voyeurismo ed il feticismo" con tante (lenti) e confesso la mia passione per le "mature" (lenti) ...

Avatar utente
vincenzo
Buon utente
Messaggi: 1192
Iscritto il: 16/09/2011, 20:07
Località: opera

Re: Oculari "CVD" per uso astronomico

Messaggio da vincenzo » 04/05/2020, 1:16

@"toniclimb" molto interessante l'articolo, grazie :thumbup:
Pratico il "voyeurismo ed il feticismo" con tante (lenti) e confesso la mia passione per le "mature" (lenti) ...

Rispondi

Torna a “Ottica, meccanica, manutenzione e riparazione del microscopio”