Gentili NUOVI UTENTI,
si AVVISA che per problemi personali le ATTIVAZIONI DEI NUOVI ACCOUNT avverranno SOLO nella giornata di GIOVEDI'

Grazie per la comprensione e la pazienza. Piergiovanni

Diagonale standard contro diagonale a tetto

Telescopi, accessori, montature per l'astronomia
Rispondi
Avatar utente
Raf584
Amministratore
Messaggi: 6612
Iscritto il: 14/09/2011, 13:03
Località: Mediolanum
Contatta:

Diagonale standard contro diagonale a tetto

Messaggio da Raf584 » 17/09/2019, 13:50

Mi ha molto meravigliato che un grande osservatore e disegnatore planetario come David Gray utilizzi un prisma di Amici per i suoi disegni. Mi meraviglia perché è noto che questo tipo di prismi - e quello che usa lui non è nemmeno dei migliori - non forniscono immagini di nitidezza paragonabile a quella dei diagonali standard, a prisma o a specchio, in particolare a causa del "baffo" provocato dallo spigolo del prisma. Ma evidentemente con tutta la luce che gli arriva può permetterselo.

Comunque mi è venuta la curiosità di provare anch'io, anche perché nonostante usi il diagonale da quando portavo i pantaloni corti, fin dal mio primo cannocchialino, mi ha sempre infastidito che l'est e l'ovest non fossero al posto giusto.

Detto fatto, visto che mi sono arrivati gli sfumini e prima che Giove anneghi definitivamente nel crepuscolo serotino, voglio fare qualche disegno col Mewlon o il rifrattore osservando una buona volta con l'orientazione corretta, semplicemente rovesciando il modulo cartaceo per avere il sud in alto come nei bei tempi andati.

Il problema è stato quale scegliere, ovviamente nella versione a 90°. Scartati a priori i più economici rimanevano quelli sicuramente "buoni" ma non eccelsi (Tecnosky, Omegon ecc.) e gli eccelsi. Tra questi il Baader BBHS da 2" costa come un piccolo apocromatico e mi sono rifiutato per principio di considerarlo, ho quindi optato per il BBHS T2 che di listino costa "solo" 259 euro.
roof.jpg
Avrei anche potuto usare un pentaprisma, risparmiando circa 70 euro, ma i suoi 12 cm di cammino ottico, anche nella versione da 31.8mm, me ne hanno fatto passare la voglia e poi mi va bene il T2 perché ho tutti accessori compatibili con quel filetto, soprattutto i correttori delle torrette.

Farò qualche comparativa col prisma Baader T2, col Baader-Zeiss, col Tecnosky e col diagonale Astro-Tech (a mio avviso uno dei migliori tra quelli a specchio).
Raf

Il mio sito web di osservazioni e immagini del Sole
Astrotest, strumentazione e osservazione astronomica

Avatar utente
Kappotto
Buon utente
Messaggi: 1295
Iscritto il: 18/03/2012, 11:25
Località: Milano
Contatta:

Re: Diagonale standard contro diagonale a tetto

Messaggio da Kappotto » 17/09/2019, 14:45

Non mi meraviglierei se le differenze fossero piccole. :)
kappellate Astronomiche!
Dobson 16,5", 150ed, 150 acro, 100ed
e una marea di ocularacci...

Avatar utente
Raf584
Amministratore
Messaggi: 6612
Iscritto il: 14/09/2011, 13:03
Località: Mediolanum
Contatta:

Re: Diagonale standard contro diagonale a tetto

Messaggio da Raf584 » 17/09/2019, 16:37

Può essere, in fondo il Tecnosky non è male, ad esempio, anche se non lo uso per guardarci i pianeti, sulla carta il Baader dovrebbe essere superiore.
Raf

Il mio sito web di osservazioni e immagini del Sole
Astrotest, strumentazione e osservazione astronomica

Giovanni Bruno
Buon utente
Messaggi: 1269
Iscritto il: 09/04/2015, 20:05

Re: Diagonale standard contro diagonale a tetto

Messaggio da Giovanni Bruno » 18/09/2019, 8:03

Provato decine di volte, sempre ho riscontrato che un diagonalino da 31,8mm plasticoso, mi dava immagini più secche persino dell'AMICI BAADER da 2" a 45°. :thumbup: :wave:

Avatar utente
Raf584
Amministratore
Messaggi: 6612
Iscritto il: 14/09/2011, 13:03
Località: Mediolanum
Contatta:

Re: Diagonale standard contro diagonale a tetto

Messaggio da Raf584 » 18/09/2019, 10:51

Ieri sera ho fatto qualche prova preliminare, c'era vento e anche se il seeing non era buonissimo le immagini erano limpide.

Ho messo a confronto il Baader roof BBHS T2 col Baader-Zeiss T2 usando un oculare Takahashi LE e il 115 tripletto e alla fine, prova e riprova l'uno e l'altro, posso dire che danno immagini molto simili, salvo ovviamente l'orientamento. Giove e Saturno mostravano esattamente gli stessi dettagli ed esattamente con lo stesso contrasto, ho fatto davvero fatica a trovare delle differenze. Tuttavia il Baader-Zeiss fornisce un filo di nitidezza in più di cui ti accorgi solo perché risulta più immediata la messa a fuoco, ma è una differenza che non salta all'occhio, bisogna andarla a cercare.

Mi ha colpito invece che il BBHS mostrasse con più facilità i satelliti di Saturno: Rhea che ieri sera era di mag. 10.3 e Tethys (10.8) si vedevano meglio nel prisma a tetto mentre nel Baader-Zeiss bisognava un po' cercarli, ma del resto il cielo di Milano è quello che è. Il coating del BBHS evidentemente si fa valere, a questo punto sarei curioso di provare anche i diagonali standard con lo stesso trattamento.

Non ho visto il "baffo" trasversale che ci si aspetterebbe dai prismi a tetto, ma non ci sono astri particolarmente brillanti in questo periodo, Giove lo sarebbe se fosse un po' più alto. Vedremo con Sirio e Rigel.

Unica nota negativa per il BBHS è l'aberrazione cromatica laterale, piuttosto evidente, cioé le immagini sono perfette solo al centro del campo mentre andando verso i bordi mostrano del colore. Non è solo colpa del prisma ma anche del rapporto focale (f/7) del tripletto. Infatti mettendo davanti al prisma il Vari-Extender Takahashi in modo che chiudesse un pochino il cono di luce (è un doppietto con una focale lunga) l'aberrazione spariva quasi del tutto.

Nei px giorni, meteo permettendo, farò altri confronti.
Raf

Il mio sito web di osservazioni e immagini del Sole
Astrotest, strumentazione e osservazione astronomica

piero
Buon utente
Messaggi: 3255
Iscritto il: 18/09/2011, 23:37
Località: Torino

Re: Diagonale standard contro diagonale a tetto

Messaggio da piero » 18/09/2019, 19:00

Raf, qui avevo usato un ottimo prisma raddrizzatore a 90 gradi da 2" della WO che potresti ricercare per le tue prove
hhttp://www.binomania.it/un-anno-di-cielo-fra-b ... sperienza/
osservo con:....due occhi, perché two is meglio che one..... e quando fa freddo mi metto berrettone, guanti, piumino e bevo the caldo....

Avatar utente
Raf584
Amministratore
Messaggi: 6612
Iscritto il: 14/09/2011, 13:03
Località: Mediolanum
Contatta:

Re: Diagonale standard contro diagonale a tetto

Messaggio da Raf584 » 18/09/2019, 19:49

Ciao Piero, mi ricordo quell'articolo, l'ho letto diverse volte :thumbup: ho anch'io quel raddrizzatore, è marchiato Tecnosky ma è esattamente lo stesso del WO che peraltro non è più in commercio. È ottimo e lo uso per osservare il Sole, è vero il baffo si vede solo su oggetti molto brillanti.
Raf

Il mio sito web di osservazioni e immagini del Sole
Astrotest, strumentazione e osservazione astronomica

Rispondi

Torna a “Strumentazione astronomica”