Consiglio su mini setup "multifunzione".

Recensioni di binocoli, suggerimenti, comparative, reportage, consigli per gli acquisti e altro ancora
Rispondi
Avatar utente
Angelo Cutolo
Buon utente
Messaggi: 2324
Iscritto il: 22/09/2011, 16:58
Località: Milano

Consiglio su mini setup "multifunzione".

Messaggio da Angelo Cutolo »

E' un po di tempo che mi sto appassionando sempre piu per l'osservazione naturalistica, attualmente per osservare l'avifauna in "alta risoluzione" utilizzo un rifrattore apo 80 f/6 [link] (che ovviamente adopero anche per il cielo) con Hyperion zoom 8-24 e Waler zoom 5-8, oltre a questa [link] montatura.

Ora il Nano che utilizzo per le osservazioni è chiaramente eccellente per il cielo ma dal punto di vista "strutturale" un tantino limitato per il terreste, visto che a differenza di uno spotting espressamente concepito per tale uso, non posso adoperarlo in tutte le condizioni ambientali che si possono presentare, come luoghi umidi o sotto la pioggia, in breve l'uso si limita alle belle giornate e a luoghi non troppo "selvaggi". :mrgreen:

Secondo voi, mantenendo la "multifunzionalita" intesa come miglior compromensso tra osservazioni terrestri e celesti ed al fatto che (come il mio setup attuale) deve passare come bagaglio a mano in aereo (max 7 kg), cosa mi consigliate tra le seguenti opzioni e considerando un budget di circa 1.200/1.300 euro (previsione di realizzo dalla vendita del Nano)?

1) Spotting scope e relativi oculari (o zoom), shockproof, waterproof e con tutti gli altri "proof" del caso, di qualità sufficentemente elevata da poterlo usare con profitto anche sul cielo (prevalentemente rich-field).
PRO - Utilizzo in qualsiasi condizione ambientale. / CONTRO - Non potrei "spararlo" (per quanto saltuariamente) a 200x su Luna, doppie, Giove e Saturno come faccio ora col Nano.
Se si quale spotting?

2) Un binocolo angolato (preferibile il 90°, ma va bene anche il 45°) da 70/80 mm almeno decentemente impermeabilizzato (non mi aspetto tutti i "proof" col solo budget preventivato), possibilmente con oculari intercambiabili e se non disponibili al tal prezzo, anche con oculari fissi con ingrandimento di 20/25x.
PRO - Utilizzo in condizioni ambientali avverse anche se non estreme; visione con due occhi / CONTRO - Luna a "mezzo servizio" e niente doppie o pianeti.
Se si quale binocolo?

3) Tenermi il Nano ed acquistare un "cappottino" (simili a quelli che ho visto su degli Scopos da 66 mm) per proteggere (non so quanto efficientemente) lo strumento ed un prisma raddrizzatore a 45° di decente qualità (visto che al momento utilizzo il normale diagonale astronomico, quindi con destra-sinistra invertite).
PRO - Si risparmano gli sbattimenti e le eventuali problematiche tipiche della vendita; possibilità di fare Luna, doppie e pianeti / CONTRO - Uso in condizioni ambientali limitate se il "cappottino" fa il suo dovere altrimenti ciccia.
Se si quale "cappottino" e quale raddrizzatore?

4) Se avete altri consigli e/o soluzioni alternative, sono tutto orecchi. ;)

Grazie.
Associazione Astronomica Mirasole
Homepage ◄ - ► Facebook
------------------------------------------
binocoli: Vixen ARK 30x80; William Optics 22x70 apo; Vixen Ultima 8x56; Nikon Action EX 16x50; Vortex Diamondback 8x42; Canon 10X30 is II; Vortex Vanquish 8x26; Pentax Papilio 6,5x21; Ibis Horus 5x25; Orion 2x54.
Strumenti: dobson 410/1850 autocostruito; newton 200/1650; Celestron C8 xlt; newton 114/1000 "solarizzato"; rifra apo 80/480; rifra acro 76/1400 e 60/700.
datto
Buon utente
Messaggi: 50
Iscritto il: 24/09/2011, 11:23

Re: Consiglio su mini setup "multifunzione".

Messaggio da datto »

Ti potrei consigliare lo Yukon 6-100x che in realtà è composto da 2 oculari uno fino a 20x e l'altro da 20 a 100x è molto valido ,leggero e trasportabile. Già corredato di cappotino che ne permette l'uso anche in condizioni difficili e possiede adattatori per macchine fotografiche. Si trovano esemplari anche usati a buon prezzo ed avere la comodità di spingersi a 100x non è poca cosa e non occorre tu venda quello che già possiedi visto il costo.

Saluti
Zeiss Jena Jenoptem 8x30W, Jenoptik 8x30W, RP Optix Namib 10x42, RP Optix RPOz50, Bresser 10x50 (Lidl), Pentax PCF 8x40,Tento 8x40. Asahi Pentax 10x50, Zomz 16x50, Seeadler 7x50, Tento 7x50, Tento 20x60, Hensoldt 8x30 DF, monoculare nikula 7x18
Auriol 20-60x60, Yukon 20-50x50, Yukon 6-100x100
Avatar utente
piero
Buon utente
Messaggi: 4012
Iscritto il: 18/09/2011, 23:37
Località: Torino

Re: Consiglio su mini setup "multifunzione".

Messaggio da piero »

quale onore...il mio moderatore del forum astrofili..... :)
ciao angelo, felice di incontrarti qui.
In passato ho dovuto affrontare il tuo stesso dilemma, che comunque non ha un'univoca soluzione: spero la mia esperienza ti possa servire (ma non la soluzione, pena riempirsi "l'armadietto dei giochi di strumenti ottici...)

Alcune considerazioni:
lo spotting sul cielo non restituisce immagini così secche come un mak o un piccolo rifra; in passato esisteva solo il vecchio modello swarovski HD con una piccola falgia come accesorio per utilizzare oculari astronomici, ora non più prodotta. Forse lo fa/farà la Zeiss maa spendi un pozzo di denaro. Comunque sarà molto difficile raggiungere/superare i 130-150 x data una foalce sempre intorno a 400 mm ma mediata da un prisma.
Se ti piace osservare l'avifauna e se ti ci vuoi dedicare seriamente oppure semplicemente vuoi godere della massima risoluzione prima o poi uno spotting sarà inevitabile.
La scelta di una osservazione in bino penalizza probabilmente un po' hi-res che tuttavia può essere compensata dalla visione binoculare; direi con un bino da 20-30x. Poui trauquillamente evitare l'angolato a meno di usarlo anche sul cielo.
Un conto è osservare da una postazione fissa (balcone, casa in campgna etc), un conto è muoversi sul campo: qui contano i pesi e i bino da 20-30 x "leggeri" sono pochissimi, spesso di vecchia fattura e con una resa inferiore a un buon spotting, peraltro l'osservazione bincolare può essere impagabile, ma questo è un giudizio di valore personale.
Il nano con il cappotto non lo vedo troppo bene: delicato e poco agevole sul campo, troppi pezzi in movimento, un focheggiatore troppo esposto etc, .
Possibili struementi: spotting con zoom 25-75x reperibile sull'usato (leica-nikon-swarovski-kowa). Vixen 20 o 30x80 (buono, specie al centro, leggero, bel campo, il 20x perde ai bordi). WO 22x77 (ottimo ma pesa molto). Bino angolato per osservazioni miste : il nuovo vixen su cui non si sa una fava e pertanto aspetterei ma pesa un botto pure quello.
Tenuto conto di un uso misto, hi-res, impermeabilizzazione, volo in aereo come bagaglio a mano rimarrei su WO 22x77, o uno spotting, per entrambi senza troppe pretese di ingrandimenti sul cielo, con predilezione dello spotting prevale il planetario, del binocolo se prevale il cielo profondo.
Il rifra apo potrebbe ancora valere la pena tenerlo.
Che dirti....magari parliamone a voce (ti mando un PM).
osservo con:....due occhi, perché two is meglio che one.....
Avatar utente
piergiovanni
Amministratore
Messaggi: 9385
Iscritto il: 13/09/2011, 22:01
Località: Valganna
Contatta:

Re: Consiglio su mini setup "multifunzione".

Messaggio da piergiovanni »

Ciao, in percentuale a cosa ti servirebbe lo strumento?
20% astronomia, 80% birdwatching?
40-60&
50-50%

Puoi aggiungere ancora qualche soldo? Ti devi spostare molto a piedi per osservare? Hai già un treppiede in carbonio leggero?
Il problema è capire se ti dedicherai alla osservazione "comoda" da capanno o a quella itinerante. Il problema è capire se ti basta un oggetto tuttofare ma delicato o se hai bisogno di una roccia per le osservazioni naturalistiche.
Confermo in parte quanto detto da Piero. Lo Swarovski ATM HD che uso spesso anche per astronomia fornisce delle immagini incredibili. Le stelle sono puntiformi sino al bordo, il contrasto è al massimo livello. Non c'è traccia di coma e di astigmatismo. L'oculare zoom che pesa 250 grammi è eccellente. Non sono ancora riuscito a trovare un oculare zoom che performa cosi bene nell'uso astronomico.Con il raccordo, ormai non più in produzione (ma Swarovski potrebbe ripensarci) osservo spesso luna e pianeti con un 2.5mm e la resa è pari a quella di un buon rifrattore Apo. Il problema, come ti ha scritto Piero, è il prezzo, dato che un rifrattore di pari prestazioni costa , a volte, meno della metà. Sono consapevole che con quella cifra ci acquisti un dobson, ma io uso prevalentemente il cannocchiale in natura, quindi per me, l'astronomia con lo spotting è solo un ripiego. Va capito cosa hai intenzione di fare tu. Se hai già un buon telescopio per astronomia, io comprerei un eccellente spottingscopes per uso naturalistico. Tempo fa sono andato in Svizzera a fotografare. Ho osservato le marmotte con lo Swaro e poi di notte il cielo, a 2000metri, con l'ATM. Cannocchiale+oculari+cavalletto in carbonio, non superava i 3.5kg di peso!
Ormai i raccordi si fanno con facilità ed ho visto che quasi tutti vanno a fuoco con oculari multi-lente, tipo i Planetary et similia. A breve ne parlerò nella recensione dell'ATM che sto per ultimare.Pier
Piergiovanni Salimbeni
Iscrivetevi al nuovo canale Youtube! https://www.youtube.com/c/binomania/?sub_confirmation=1

Visita i miei progetti editoriali
Binomania.it-Recensioni di binocoli, spotting scope, telescopi astronomici e altro ancora
https://www.binomania.it

Termicienotturn.it-Recensioni di strumenti ottici e digitali per la visione notturna
https://www.termicienotturni.it
Avatar utente
Angelo Cutolo
Buon utente
Messaggi: 2324
Iscritto il: 22/09/2011, 16:58
Località: Milano

Re: Consiglio su mini setup "multifunzione".

Messaggio da Angelo Cutolo »

Ciao Piero e Pier. :P
Grazie per le vostre opinioni, mi hanno fatto riflettere sulla situazione, forse un setup "esclusivo" non è cosa che fa per me, qualsiasi scelta compia mi porterebbe oggettivamente a rinunciare a qualcosa, il Nano dal punto di vista astronomico portatile continua a darmi soddisfazioni dal 2005, forse la soluzione migliore è mettere via con calma il budget per l'acquisto di uno strumento dedicato e con tutti i "proof" del caso, quindi si potrebbe ridurre la scelta a binocolone dritto con specifiche usm o allo spotting.
Normalmente per le mie spedizioni "paesaggistiche" vado spesso al parco del Ticino oppure nei boschi intorno a Sovere, quindi possiamo dire che sono abbastanza "stanziale". :mrgreen:

Ho amici appassionati di aviazione (come noi osserviamo gli uccelli, loro osservano gli aerei), tramite loro ho avuto modo di provare binocoloni e spotting di vario genere, compreso Zeiss, Swaro e Kowa, quindi conosco le loro prestazione (ed il prezzo, sigh), devo dire che la visione binoculare è impagabile, ad esempio l'highlander a 21x mi dava l'impressione di un ingrandimento maggiore rispetto alla percezione "monoculare", personalmente sono ancora indeciso se preferire la possibilità degli "alti ingrandimenti" possibili con lo spotting o i due occhi del bino.

Come preferenze posso dire che mi interessa un po tutto (sono agli inizi devo ancora formarmi), però sicuramente non sono tipo da capanno ma itinerante, devo ammettere che soddisfazione particolare me la da seguire gli uccelli in volo, non tanto per il pennuto in se ma proprio per l'atto del volo.

Al momento oltre a quella indicata nel primo post, come stativo leggero uso un 190XB con testa 128LP.


Angelo.
Associazione Astronomica Mirasole
Homepage ◄ - ► Facebook
------------------------------------------
binocoli: Vixen ARK 30x80; William Optics 22x70 apo; Vixen Ultima 8x56; Nikon Action EX 16x50; Vortex Diamondback 8x42; Canon 10X30 is II; Vortex Vanquish 8x26; Pentax Papilio 6,5x21; Ibis Horus 5x25; Orion 2x54.
Strumenti: dobson 410/1850 autocostruito; newton 200/1650; Celestron C8 xlt; newton 114/1000 "solarizzato"; rifra apo 80/480; rifra acro 76/1400 e 60/700.
Avatar utente
piero
Buon utente
Messaggi: 4012
Iscritto il: 18/09/2011, 23:37
Località: Torino

Re: Consiglio su mini setup "multifunzione".

Messaggio da piero »

il 190 va bene, ma seguire uccelli in volo con lo spotting è piuttosto disagevole; qualche facilitazione te la possono dare gli oculari a 30x wide (ebbene sì....ho preso pure quello..... :oops: ) ma mai come un bino
osservo con:....due occhi, perché two is meglio che one.....
Avatar utente
piergiovanni
Amministratore
Messaggi: 9385
Iscritto il: 13/09/2011, 22:01
Località: Valganna
Contatta:

Re: Consiglio su mini setup "multifunzione".

Messaggio da piergiovanni »

Ciao Piero, già! Per seguire gli uccelli in volo ci vuole molta dimestichezza, pazienza ed un periodo di rodaggio. Con alcun rapaci è abbastanza facile, con altri volatili, un po' meno. Personalmente, all'inizio mi trovavo meglio ad inseguire con gli spotting scopes dritti, ora piano piano riesco anche con gli angolati. MI piacerebbe sapere cosa ne pensano Ennio e gli amici naturalisti, di questa cosa...
Pier
Piergiovanni Salimbeni
Iscrivetevi al nuovo canale Youtube! https://www.youtube.com/c/binomania/?sub_confirmation=1

Visita i miei progetti editoriali
Binomania.it-Recensioni di binocoli, spotting scope, telescopi astronomici e altro ancora
https://www.binomania.it

Termicienotturn.it-Recensioni di strumenti ottici e digitali per la visione notturna
https://www.termicienotturni.it
Avatar utente
piergiovanni
Amministratore
Messaggi: 9385
Iscritto il: 13/09/2011, 22:01
Località: Valganna
Contatta:

Re: Consiglio su mini setup "multifunzione".

Messaggio da piergiovanni »

Angelo Cutolo ha scritto:Ciao Piero e Pier. :P
Grazie per le vostre opinioni, mi hanno fatto riflettere sulla situazione, forse un setup "esclusivo" non è cosa che fa per me, qualsiasi scelta compia mi porterebbe oggettivamente a rinunciare a qualcosa, il Nano dal punto di vista astronomico portatile continua a darmi soddisfazioni dal 2005, forse la soluzione migliore è mettere via con calma il budget per l'acquisto di uno strumento dedicato e con tutti i "proof" del caso, quindi si potrebbe ridurre la scelta a binocolone dritto con specifiche usm o allo spotting.
Normalmente per le mie spedizioni "paesaggistiche" vado spesso al parco del Ticino oppure nei boschi intorno a Sovere, quindi possiamo dire che sono abbastanza "stanziale". :mrgreen:

Ho amici appassionati di aviazione (come noi osserviamo gli uccelli, loro osservano gli aerei), tramite loro ho avuto modo di provare binocoloni e spotting di vario genere, compreso Zeiss, Swaro e Kowa, quindi conosco le loro prestazione (ed il prezzo, sigh), devo dire che la visione binoculare è impagabile, ad esempio l'highlander a 21x mi dava l'impressione di un ingrandimento maggiore rispetto alla percezione "monoculare", personalmente sono ancora indeciso se preferire la possibilità degli "alti ingrandimenti" possibili con lo spotting o i due occhi del bino.

Come preferenze posso dire che mi interessa un po tutto (sono agli inizi devo ancora formarmi), però sicuramente non sono tipo da capanno ma itinerante, devo ammettere che soddisfazione particolare me la da seguire gli uccelli in volo, non tanto per il pennuto in se ma proprio per l'atto del volo.

Al momento oltre a quella indicata nel primo post, come stativo leggero uso un 190XB con testa 128LP.


Angelo.
Angelo, facciamo cosi, se vuoi venire a trovarmi in Valganna, (VA) metto a disposizione un ATM 80HD e un 15x58 ED, cosi vedi cosa ti potrebbe interessare per le tue osservazioni naturalistiche, se un binocolo di medio ingrandimento o un performante spottings cope.
Forse venerdi prendo un giorno libero per andare in oasi Brabbia ad osservare il Martin Pescatore..se vuoi unire, avvisami.
ciao
Piergiovanni
Piergiovanni Salimbeni
Iscrivetevi al nuovo canale Youtube! https://www.youtube.com/c/binomania/?sub_confirmation=1

Visita i miei progetti editoriali
Binomania.it-Recensioni di binocoli, spotting scope, telescopi astronomici e altro ancora
https://www.binomania.it

Termicienotturn.it-Recensioni di strumenti ottici e digitali per la visione notturna
https://www.termicienotturni.it
Avatar utente
Angelo Cutolo
Buon utente
Messaggi: 2324
Iscritto il: 22/09/2011, 16:58
Località: Milano

Re: Consiglio su mini setup "multifunzione".

Messaggio da Angelo Cutolo »

Onorato dell'invito Piergiovanni, purtroppo non potrò approfittarne almeno fino alla prima settimana di ottobre.

Devo dire che non ho avuto particolari problemi a seguire il volo degli uccelli col Nano e hyp. zoom a 20x, anche con il diagonale che mi inverte destra e sinistra, però da questo punto di vista non c'è gara con il binocolo, ho avuto occasione utilizzare per un paio d'ore nikon 18x70 astroluxe ed è tutt'altra comodità.

In definitiva vedrò di mettere insieme ex novo il budget e nel frattempo vaglierò con calma se orientarmi allo spotting o al bino. :mrgreen:
Associazione Astronomica Mirasole
Homepage ◄ - ► Facebook
------------------------------------------
binocoli: Vixen ARK 30x80; William Optics 22x70 apo; Vixen Ultima 8x56; Nikon Action EX 16x50; Vortex Diamondback 8x42; Canon 10X30 is II; Vortex Vanquish 8x26; Pentax Papilio 6,5x21; Ibis Horus 5x25; Orion 2x54.
Strumenti: dobson 410/1850 autocostruito; newton 200/1650; Celestron C8 xlt; newton 114/1000 "solarizzato"; rifra apo 80/480; rifra acro 76/1400 e 60/700.
andrea vagni
Buon utente
Messaggi: 640
Iscritto il: 19/09/2011, 13:17
Località: Orvieto
Contatta:

Re: Consiglio su mini setup "multifunzione".

Messaggio da andrea vagni »

scusate se m'intrometto.
una domanda per tutti: ferma restando l'indiscussa cristallina qualità dello swaro e la sua praticità soprattutto nei brevi trasporti a spalla con cannocchiale + cavalletto che è sempre meglio di un "nano"+prisma+oculare+cavalletto (troppe parti "mobili" affidate alla tenuta di piccole viti), forse mi sbaglierò ma la visione a largo campo offerta da certi oculari astronomici montati sul "nano" può compensare certi disagii? è vero che nel BW ci si concentra in una zona di campo "stretto" e quindi non serve un capo largo ma forse il "nano" da questo punto di vista ha una marcia in più? ed ancora, non ho mai osservato in un "nano", che penso tu ti riferisca ai piccoli apo o ed, ma confrontati a parità di ingrandimenti con lo Swaro, che qualità forniscono?
grazie
Andrea Vagni
http://www.nuovapegasus.it
"... pensate quale mondo ci saremmo trovati oggi se Galileo non fosse stato curioso? E Marconi? E Leonardo? E i coniugi Curie? E Fleming? E Janssen?... E' la curiosità che manda avanti l'umanità"
(Andrea Vagni)
Avatar utente
Angelo Cutolo
Buon utente
Messaggi: 2324
Iscritto il: 22/09/2011, 16:58
Località: Milano

Re: Consiglio su mini setup "multifunzione".

Messaggio da Angelo Cutolo »

L'unico spotting Swarovski in cui ho osservato è un ATM80HD con il suo zoom 20x-60x, meccanicamente ineccepibile (è antitutto), diciamo che se lo paragoniamo al Nano [link] con diago ed hyp. zoom (che da appunto da 20 a 60x), questi sono i prò ed i contro:
- lo Swaro (spotting + zoom) rispetto al Nano (tele + diago + zoom + culla + barra) pesa meno della metà (meno di 2 kg, contro poco piu di 4 kg);
- con lo Swaro ho messo a fuoco una rana a meno di 6/7 metri, il Nano mette a fuoco poco oltre i 25 metri;
- otticamente sono entrambi eccellenti lo Swaro ha dalla sua un campo piu piano, il Nano si rifà con dei colori perfettamente neutri senza alcuna dominate (il bianco è bianco, insomma lo spotting era un po piu "colorato") e con una trasparenza maggiore, osservando lo stesso soggetto il telescopietto dava una immagine piu luminosa;
-come già accennato lo Swaro è antitutto, antiurto, non si appanna è impermeabile e chissà cos altro, il Nano è meccanicamente anch'esso ottimo, ma non è progettato per non stare nelle paludi ed è concepito per lavorare sotto cieli sereni ovviamente;
-dal punto di vista degli oculari l'hyperion permette un maggior campo rispetto all'omologo Swaro soprattutto ad ingrandimenti bassi, mentre saledo verso i 60x praticamente si equivalgono. Ovviamente con l'oculare giusto sul tele permette grazie ai suoi 480 mm di focale di raggiugere campi superiori ai 5,5°.
Associazione Astronomica Mirasole
Homepage ◄ - ► Facebook
------------------------------------------
binocoli: Vixen ARK 30x80; William Optics 22x70 apo; Vixen Ultima 8x56; Nikon Action EX 16x50; Vortex Diamondback 8x42; Canon 10X30 is II; Vortex Vanquish 8x26; Pentax Papilio 6,5x21; Ibis Horus 5x25; Orion 2x54.
Strumenti: dobson 410/1850 autocostruito; newton 200/1650; Celestron C8 xlt; newton 114/1000 "solarizzato"; rifra apo 80/480; rifra acro 76/1400 e 60/700.
andrea vagni
Buon utente
Messaggi: 640
Iscritto il: 19/09/2011, 13:17
Località: Orvieto
Contatta:

Re: Consiglio su mini setup "multifunzione".

Messaggio da andrea vagni »

cavolo, dare del nano al supe apo della officina stellare mi pare quasi... "offensivo". tralasciamo poi quanto si dice "intorno ai nani!" :)
Andrea Vagni
http://www.nuovapegasus.it
"... pensate quale mondo ci saremmo trovati oggi se Galileo non fosse stato curioso? E Marconi? E Leonardo? E i coniugi Curie? E Fleming? E Janssen?... E' la curiosità che manda avanti l'umanità"
(Andrea Vagni)
Avatar utente
Angelo Cutolo
Buon utente
Messaggi: 2324
Iscritto il: 22/09/2011, 16:58
Località: Milano

Re: Consiglio su mini setup "multifunzione".

Messaggio da Angelo Cutolo »

Come vedi dalla mia firma, mi diverto a dare soprannomi ai miei strumenti, l'appellativo Nano l'ho dato in quanto chiuso è lungo solo 33 cm e stà in una valigetta 48ore insieme a diagonale ed oculari, lo acquistai proprio come setup da bagaglio a mano.
[Immagine]
Associazione Astronomica Mirasole
Homepage ◄ - ► Facebook
------------------------------------------
binocoli: Vixen ARK 30x80; William Optics 22x70 apo; Vixen Ultima 8x56; Nikon Action EX 16x50; Vortex Diamondback 8x42; Canon 10X30 is II; Vortex Vanquish 8x26; Pentax Papilio 6,5x21; Ibis Horus 5x25; Orion 2x54.
Strumenti: dobson 410/1850 autocostruito; newton 200/1650; Celestron C8 xlt; newton 114/1000 "solarizzato"; rifra apo 80/480; rifra acro 76/1400 e 60/700.
Avatar utente
piero
Buon utente
Messaggi: 4012
Iscritto il: 18/09/2011, 23:37
Località: Torino

Re: Consiglio su mini setup "multifunzione".

Messaggio da piero »

BEEEELLLLLOOOO il set up del nano, mi piace un casino, io che sono un fissato della compattezza e leggerezza.
mi ricorda la mia valigetta con l'ETX "e tutto il resto" dentro....
no, ti ci vuole uno spotting o un bel WO 22x70, eventualmente un vixen 30x80, ma temo renda meno del WO.
Se vuoi provare qualcosa vieni a trovarmi, tanto sei vicino.
Sugli spotting in visuale francamente cercherei qualche vecchio tipo perchè gli attuali, osservava Piegiovanni, sono otticamente "tarati" la fotografia con la risultante di un minor contrasto cromatico: questo mi è stato ulteriormente confermato oggi dalla Nital, raccontandomi che Nikon per fare gli EDG ha studiato la miglior resa per la sensibilità dei sensori delle macchine fotografiche: un grande futuro per il digiscoping.
osservo con:....due occhi, perché two is meglio che one.....
Avatar utente
Angelo Cutolo
Buon utente
Messaggi: 2324
Iscritto il: 22/09/2011, 16:58
Località: Milano

Re: Consiglio su mini setup "multifunzione".

Messaggio da Angelo Cutolo »

Ma una mezza fregatura per il visuale... :roll:

Piero mi sto sempre piu persuadendo per il binocolo, lo spotting (ancor piu dopo questa notizia sulla "taratura") lo vedrei come un doppione dl Nano anche se piu suscettibile alle condizioni ambientali e poi il 22x70 che mi hai consigliato ha veramente un costo decisamente abbordabile, in oltre il peso di 4 kg mi permette di usarlo sulla 190 senza troppi problemi.
Un'altra cosa, ma il WO 22x70 lo vende solo OSM?

Comunque per mettere insieme il budget (frarò una sorta di cessione del 1\5 dello stipendio :mrgreen: ) mi ci vorrà un po, quindi ho tempo magari di onorare gli inviti che gentilmente tu e Piergiovanni mi avete offerto ed anche di cambiare idea sul nuovo setup (magari per "colpa" vostra :twisted: ).
Associazione Astronomica Mirasole
Homepage ◄ - ► Facebook
------------------------------------------
binocoli: Vixen ARK 30x80; William Optics 22x70 apo; Vixen Ultima 8x56; Nikon Action EX 16x50; Vortex Diamondback 8x42; Canon 10X30 is II; Vortex Vanquish 8x26; Pentax Papilio 6,5x21; Ibis Horus 5x25; Orion 2x54.
Strumenti: dobson 410/1850 autocostruito; newton 200/1650; Celestron C8 xlt; newton 114/1000 "solarizzato"; rifra apo 80/480; rifra acro 76/1400 e 60/700.
Avatar utente
piergiovanni
Amministratore
Messaggi: 9385
Iscritto il: 13/09/2011, 22:01
Località: Valganna
Contatta:

Re: Consiglio su mini setup "multifunzione".

Messaggio da piergiovanni »

Ciao, va bene, ci vediamo uno dei prossimi week end in oasi brabbia, cosi ti faccio provare un po' di cose "su campo" Buon fine settimana.Pier
Piergiovanni Salimbeni
Iscrivetevi al nuovo canale Youtube! https://www.youtube.com/c/binomania/?sub_confirmation=1

Visita i miei progetti editoriali
Binomania.it-Recensioni di binocoli, spotting scope, telescopi astronomici e altro ancora
https://www.binomania.it

Termicienotturn.it-Recensioni di strumenti ottici e digitali per la visione notturna
https://www.termicienotturni.it
Avatar utente
monpao
Buon utente
Messaggi: 1664
Iscritto il: 15/09/2011, 13:37

Re: Consiglio su mini setup "multifunzione".

Messaggio da monpao »

Il William Optics 22x70 è veramente un ottimo binocolo, la resa dei colori e il contenimento dell'aberrazione cromatica è ancora migliore del pur ottimo 15x70 USM, pur vantando un ingrandimento superiore.
Il mio esemplare l'ho ormai praticamente venduto solo perchè si armonizza male con l'uso degli occhiali, ma mi ci è voluto molto a decidermi, perchè veramente è un binocolo che vale più di quello che costa e ai tempi lo avevo pagato una cifra ancora più competitiva dell'attuale.
"Un bel tacer non fu mai scritto"
Mo ci provo...
Avatar utente
piero
Buon utente
Messaggi: 4012
Iscritto il: 18/09/2011, 23:37
Località: Torino

Re: Consiglio su mini setup "multifunzione".

Messaggio da piero »

ti aspetto angelo....
il WO mi sembra ce l'abbiano anche tecnosky e skypoint, ma credo che chiunque tratti WO sia in grado di procurarlo
osservo con:....due occhi, perché two is meglio che one.....
Avatar utente
Angelo Cutolo
Buon utente
Messaggi: 2324
Iscritto il: 22/09/2011, 16:58
Località: Milano

Re: Consiglio su mini setup "multifunzione".

Messaggio da Angelo Cutolo »

Ok, su questo WO mi avete incuriosito, magari vedrò di mettereci prima gli occhi dentro, andando a trovare uno dei rivenditori.

@Piero e Pier: quando avrò un finesettimana libero, vi contattarò tramite MP prima di vevirvi a trovare, ovviamente uno alla volta, salvo trovarvi entrambi l'uno a casa dell'altro. :mrgreen:
Associazione Astronomica Mirasole
Homepage ◄ - ► Facebook
------------------------------------------
binocoli: Vixen ARK 30x80; William Optics 22x70 apo; Vixen Ultima 8x56; Nikon Action EX 16x50; Vortex Diamondback 8x42; Canon 10X30 is II; Vortex Vanquish 8x26; Pentax Papilio 6,5x21; Ibis Horus 5x25; Orion 2x54.
Strumenti: dobson 410/1850 autocostruito; newton 200/1650; Celestron C8 xlt; newton 114/1000 "solarizzato"; rifra apo 80/480; rifra acro 76/1400 e 60/700.
Avatar utente
piergiovanni
Amministratore
Messaggi: 9385
Iscritto il: 13/09/2011, 22:01
Località: Valganna
Contatta:

Re: Consiglio su mini setup "multifunzione".

Messaggio da piergiovanni »

Tieniti libero un pomeriggio inoltrato. Ti portò a vedere le Alpi dal Monte Settetermini con il Docter Aspectemen e lo Swaro ATM 80HD. Tu porta il nano..dovrebbe trovarsi a suo agio nei boschi... :D
Piergiovanni Salimbeni
Iscrivetevi al nuovo canale Youtube! https://www.youtube.com/c/binomania/?sub_confirmation=1

Visita i miei progetti editoriali
Binomania.it-Recensioni di binocoli, spotting scope, telescopi astronomici e altro ancora
https://www.binomania.it

Termicienotturn.it-Recensioni di strumenti ottici e digitali per la visione notturna
https://www.termicienotturni.it
alessio855
Buon utente
Messaggi: 204
Iscritto il: 12/03/2020, 19:24
Località: Cavenago Brianza MB

Re: Consiglio su mini setup "multifunzione".

Messaggio da alessio855 »

E se per la Calabria 2023 porto il Mak 102, nel bagaglio a mano, in Calabria, ma non so se devo prendere l’aereo…

Da Bergamo i controlli di sicurezza sono severi ma velocissimi, ora sono quasi un viaggiatore abituale, ma vi hanno fatto delle storie per dei telescopi o Binocoli? Sempre nel bagaglio a mano.!
Antonello66
Buon utente
Messaggi: 277
Iscritto il: 16/05/2021, 14:43

Re: Consiglio su mini setup "multifunzione".

Messaggio da Antonello66 »

https://www.aeroporto.net/info/bagaglio ... e-cosa-no/

https://www.enac.gov.it/passeggeri/cosa ... -in-cabina

E comunque attenzione alle dimensioni, occorre far riferimento al regolamento di ogni singola compagnia.
Rispondi