Gentili NUOVI UTENTI,
si AVVISA che per problemi personali le ATTIVAZIONI DEI NUOVI ACCOUNT avverranno SOLO nella giornata di GIOVEDI'

Grazie per la comprensione e la pazienza. Piergiovanni

Recensione del binocolo IBIS 25x80 ED

binocoli moderni, binocoli vintage, binocoli classici, binocoli militari, binocoli compatti, binocoli giganti ed altro ancora. Questo settore è dedicato totalmente agli appassionati del binocolo a 360°
Rispondi
Avatar utente
piergiovanni
Amministratore
Messaggi: 9472
Iscritto il: 13/09/2011, 22:01
Località: Valganna
Contatta:

Recensione del binocolo IBIS 25x80 ED

Messaggio da piergiovanni »

Ho appena pubblicato su Binomania la recensione del binocolo IBIS 25x80 ED. E' dotato di ottiche a bassa dispersione, costa 599 euro e beneficia di due anni di garanzia. Buona lettura. https://www.binomania.it/ibis-25x80/
Allegati
Ibis_25x80-ED-7-1024x768.jpg
Piergiovanni Salimbeni
Iscrivetevi al nuovo canale Youtube! https://www.youtube.com/c/binomania/?sub_confirmation=1

Responsabile di Binomania.it
La rivista on-line dedicata al mondo dei binocoli, delle ottiche sportive, fotografiche e altro ancora!
https://www.binomania.it
Avatar utente
-SPECOLA->
Buon utente
Messaggi: 8080
Iscritto il: 16/09/2011, 19:26
Contatta:

Re: Recensione del binocolo IBIS 25x80 ED

Messaggio da -SPECOLA-> »

Interessante il progresso che c'è stato dai primi binocoli giganti made in China, fino ad arrivare ad oggi.
Grazie per la recensione, Piergiovanni.
Tra l'altro la testa video MANFROTTO MVH502AH e quella IBIS, si somigliano molto.
Fabrizio Ferrario
Mi diverto con un po' di strumenti, dal rifrattore TECHNO 50/630 in avanti... (non in ordine di tempo, né di dimensioni e/o schema ottico).
31 Luglio 1985: Fondazione della Immagine , Osservatorio Astronomico di Cajello (Anno XXXV). http://www.specola.altervista.org/
Avatar utente
piergiovanni
Amministratore
Messaggi: 9472
Iscritto il: 13/09/2011, 22:01
Località: Valganna
Contatta:

Re: Recensione del binocolo IBIS 25x80 ED

Messaggio da piergiovanni »

Ciao Specola, grazie.
Non ho avuto modo di provare la testa marchiata IBIS, ma ti confermo che con la Manfrotto 502 l'assestamento delle vibrazioni era soddisfacente, anche se, stavo utilizzando un treppiede sovradimensionato :mrgreen:
Piergiovanni Salimbeni
Iscrivetevi al nuovo canale Youtube! https://www.youtube.com/c/binomania/?sub_confirmation=1

Responsabile di Binomania.it
La rivista on-line dedicata al mondo dei binocoli, delle ottiche sportive, fotografiche e altro ancora!
https://www.binomania.it
Avatar utente
-SPECOLA->
Buon utente
Messaggi: 8080
Iscritto il: 16/09/2011, 19:26
Contatta:

Re: Recensione del binocolo IBIS 25x80 ED

Messaggio da -SPECOLA-> »

Io la testa IBIS la possiedo e devo dire che in abbinamento ad un treppiede RPOptix T3, l'assestamento delle vibrazioni per me è soddisfacente anche con un binocolo 25x100 che assomiglia al Celestron SkyMaster 25x100.
Fabrizio Ferrario
Mi diverto con un po' di strumenti, dal rifrattore TECHNO 50/630 in avanti... (non in ordine di tempo, né di dimensioni e/o schema ottico).
31 Luglio 1985: Fondazione della Immagine , Osservatorio Astronomico di Cajello (Anno XXXV). http://www.specola.altervista.org/
Giovanni Bruno
Buon utente
Messaggi: 1765
Iscritto il: 09/04/2015, 20:05

Re: Recensione del binocolo IBIS 25x80 ED

Messaggio da Giovanni Bruno »

La vera forza di questo binocolo sta nel felice mix tra ottiche ED ed una focale importante di 450mm, che ne fanno un più che serio f5,62, guarda coso come il rapporto focale di un BT di pari diametro.

Davvero peccato per la messa a fuoco IF, che ne limita un poco un'uso rapido nel terrestre naturalistico, anche se gli esperimenti che molti di noi, me compreso, di poter trasformare un IF in CF con modeste modifiche, va tutto a vantaggio di questo robusto, prestazionale ed economico 25x80 ED.

Per ultimo un applauso per i 25x, davvero mi sarebbe piaciuto che anche il mio IBIS 20x80 ED fosse stato invece un 25x80, da esperimenti fatti con il mio APM ED APO da 82mm a 45°, il passaggio da un settaggio di 20x82 a 25x82 è ben avvertibile ed in positivo.

Pare impossibile di come solo 5x in più facciano così tanta differenza sul piano prestazionale. :thumbup: :wave:
Avatar utente
piergiovanni
Amministratore
Messaggi: 9472
Iscritto il: 13/09/2011, 22:01
Località: Valganna
Contatta:

Re: Recensione del binocolo IBIS 25x80 ED

Messaggio da piergiovanni »

Ciao Giovanni, esatto. 25X sono perfetto con questo 80 mm.
Peccato che io non riesca ad usarlo molto bene, se dovessi optare per un binocolo per mero uso terrestre, penso che opterei per l'Oberwerk 20x65 per gli oculari piu' comodi e piccoli. Ho dovuto abbassare i paraluce e accostare le arcate sopraccigliari sul bordo in alto degli oculari.
Buona serata
Piergiovanni
Piergiovanni Salimbeni
Iscrivetevi al nuovo canale Youtube! https://www.youtube.com/c/binomania/?sub_confirmation=1

Responsabile di Binomania.it
La rivista on-line dedicata al mondo dei binocoli, delle ottiche sportive, fotografiche e altro ancora!
https://www.binomania.it
Avatar utente
LorenzoB
Buon utente
Messaggi: 160
Iscritto il: 23/09/2016, 18:31
Località: Palermo

Re: Recensione del binocolo IBIS 25x80 ED

Messaggio da LorenzoB »

Una domanda ma un confronto come qualità ottica/meccanica tra l'Oberwerk 20x65 e questo IBIS 25x80 ?

Concordo con Bruno, se avesse avuto una messa a fuoco centrale sarebbe stato per me più appetibile.
Giovanni Bruno
Buon utente
Messaggi: 1765
Iscritto il: 09/04/2015, 20:05

Re: Recensione del binocolo IBIS 25x80 ED

Messaggio da Giovanni Bruno »

In effetti, per il terrestre, quando l'ottica è buona, il diametro passa in secondo piano, anzi, in pieno giorno un grosso diametro è persino un problema a causa della turbolenza termica diurna.

Sia con l'IBIS 20x80 ED che con l'APM ED APO, utilizzo dei diaframmi da 60mm e da 50mm per domare la turbolenza diurna.

In modo particolare con l'IBIS 20x80 ED, la diaframmatura a 50-60mm apporta dei miglioramenti insospettabili, migliora la tenuta al cattivo seeing ed aumenta la profondità di fuoco, oltre che a farsi sostanzialmente APO.

Non ultima la messa a fuoco centrale, che per il terrestre è un plus irrinunciabile. :thumbup: :wave:
Avatar utente
piergiovanni
Amministratore
Messaggi: 9472
Iscritto il: 13/09/2011, 22:01
Località: Valganna
Contatta:

Re: Recensione del binocolo IBIS 25x80 ED

Messaggio da piergiovanni »

Ciao Giovanni, io di solito a 20X mi trovo ancora abbastanza bene, anche in pieno agosto.
Ad esempio sono passato dallo Swarovski ATX allo Zeiss Harpya, proprio perchè il primo aveva un ingrandimento minimo di 30X e il secondo di soli 23, che preferisco nell'uso diurno per osservare i rapaci. Trovo che i binocoli con prismi a tetto nel formato 15x56 siano particolarmente sfruttabili per le osservazioni diurne con forte turbolenza dove, come dici tu, è spesso impossibile sfruttare ingrandimenti superiori.
Piergiovanni Salimbeni
Iscrivetevi al nuovo canale Youtube! https://www.youtube.com/c/binomania/?sub_confirmation=1

Responsabile di Binomania.it
La rivista on-line dedicata al mondo dei binocoli, delle ottiche sportive, fotografiche e altro ancora!
https://www.binomania.it
piero
Buon utente
Messaggi: 3590
Iscritto il: 18/09/2011, 23:37
Località: Torino

Re: Recensione del binocolo IBIS 25x80 ED

Messaggio da piero »

confermo: parlando di alta montagna, su lunghe distanze, mi sono trovato più di una volta a non riuscire nemmeno a mettere a fuoco con il 30x80 mentre, quindi mi sono convertito a un 18x56 con il quale le termiche erano sempre presenti ma ampiamente tollerabili e gestibili
osservo con:....due occhi, perché two is meglio che one..... e quando fa freddo mi metto berrettone, guanti, piumino e bevo the caldo....
Rispondi

Torna a “BINOCOLI”