Perchè dovreste utilizzare una torretta porta oculari per il vostro telescopio astronomico

BINOMANIA PREMIUM è la nuova modalità per visitare il sito web senza distrazioni pubblicitarie e per beneficiare di alcuni privilegi. Vuoi saperne di più? Clicca qui

PREMESSA

Nel video di oggi e nell’articolo qui di seguito esporrò i vantaggi delle torrette porta-oculari. Inizio con il confermarvi che sul mercato ci sono diverse opzioni disponibili, alcune delle quali possono essere piuttosto costose. Tuttavia, se voleste utilizzare una torretta porta-oculari economica ma funzionale, non posso fare a meno di consigliarvi la Q-TURRET della Baader Planetarium, che ha dimostrato di offrire prestazioni di buon livello a un prezzo molto accessibile.

Prima di iniziare vi propongo di iscrivervi  gratuitamente al canale YouTube   e di venire a trovarmi su:

https://www.binomania.it/phpBB3/index.php  Il forum ufficiale dal 2010
https://www.facebook.com/binomania La pagina ufficiale di Binomania
https://www.facebook.com/groups/termicienotturni Il gruppo dedicato alla visione notturna e alle fototrappole
https://www.facebook.com/groups/binocoli Il gruppo per gli amanti dei binocoli, degli spotting scope e dei telescopi astronomici
https://www.facebook.com/groups/telescopi La mia pagina Instagram 
https://twitter.com/binomanianews Tutte le news su Twitter
https://www.termicienotturni.it Il sito web dedicato alle recensioni di strumenti ottici e digitali per la visione notturna

 

TORRETTE PREGIATE E TORRETTE ECONOMICHE 

Le torrette porta-oculari più pregiate e conosciute dagli astrofili italiani sono la torretta porta-oculari Takahashi a 4 posizioni, che costa attualmente 626,00 €, e la torretta della TEC a 5 posizioni, che è anche dotata di un morsetto Baader Click Lock da 1,25″ e che costa circa 1700 euro. Se invece siete interessati a esplorare il mondo delle torrette porta-oculari senza dover spendere cifre elevate, potreste considerare la torretta venduta da Baader, chiamata Q-Turret. Con un prezzo accessibile di soli 55 euro, questa torretta consente un rapido passaggio tra diversi oculari con un diametro di 31.8 mm ed è compatibile con la maggior parte dei telescopi rifrattori e Schmidt-Cassegrain, nonché con i telescopi riflettori newtoniani che dispongono di un sufficiente backfocus, circa 35 mm.

TORRETTA BAADER PLANETARIUM Q-TURRET

La torretta della Baader Planetarium è disponibile sia singolarmente sia in un set composto dagli oculari ClassicOrtho (6, 10 e 18 mm), il Ploss da 32 mm, una lente di Barlow e un box in metallo, al costo complessivo di 280 euro. Realizzata in policarbonato, questa torretta è leggera ma robusta. Le viti e le filettature interne al porta oculare sono in metallo, garantendo una costruzione solida. La scelta di materiali è stata fatta con attenzione per mantenere il prezzo di acquisto contenuto senza compromettere la sicurezza durante l’utilizzo. Grazie al design leggero ma resistente, anche i focheggiatori   più semplici non saranno sovraccaricati durante l’uso. La torretta Baader Q-Turret rappresenta quindi un’opzione conveniente e funzionale per chiunque voglia iniziare a esplorare il mondo delle torrette porta-oculari.

PREGI DELLA TORRETTA PORTA OCULARI

Passo ora a illustrarvi brevemente i vantaggi che otterrete acquistando e utilizzando una torretta porta-oculari.

 Rapidità ed efficienza durante le osservazioni

La torretta ruotante porta-oculari consente agli astrofili di cambiare gli oculari senza la necessità di toglierli e inserirli ogni volta nel telescopio. Questo consente di risparmiare molto tempo durante le sessioni osservative, concedendo di concentrarsi con profitto sugli oggetti celesti. Inoltre, la possibilità di variare rapidamente gli ingrandimenti, montando oculari di lunghezza focale diversa, è particolarmente utile per sfruttare   un ingrandimento superiore in presenza di un rapido miglioramento del seeing che spesso dura solo pochi secondi.

Utilizzo dei Filtri

 Come avrò modo di approfondire in un futuro articolo, l’utilizzo dei filtri astronomici è fondamentale sia per l’osservazione della Luna e dei pianeti sia per chi si dedica agli oggetti del cielo profondo. Nell’osservazione di Giove, ad esempio, è consueto avvalersi di oculari di focale identica o molto simile con almeno tre filtri diversi per analizzare le strutture atmosferiche. Possedere una torretta porta-oculari permette di cambiare rapidamente oculari e filtri senza la necessità di sostituire manualmente il filtro ogni volta.  

Comparative Rapide tra Oculari

Per chi, come me, si dedica alle comparazioni tra oculari di simile focale o con differenti schemi ottici, l’utilizzo di una torretta porta-oculari è fondamentale per avere una visione ottimale delle differenze che emergono durante le osservazioni. La facilità di ruotare la torretta per passare rapidamente da un oculare all’altro è vantaggiosa rispetto alla necessità di smontare e inserire manualmente ogni singolo oculare.

Ambientazione termica degli oculari

 Molti potrebbero sottovalutare questo aspetto, ma l’utilizzo di oculari adeguatamente ambientati è cruciale, soprattutto durante le osservazioni in alta risoluzione. Sfruttare almeno quattro oculari nella sessione osservativa garantisce che l’intero treno ottico si adatti alla temperatura esterna.

Meno polvere e sporco nel tubo ottico del telescopio

Nel corso di un anno,  l’utilizzo di una torretta porta oculari riduce la contaminazione degli oculari e del telescopio, poiché la torretta evita esposizioni ripetute della parte interna del tubo ottico durante il  continuo montaggio degli accessori. Chi utilizza le  torrette porta-oculari noterà, nel tempo, un tubo ottico più pulito, soprattutto nel caso dei rifrattori.

Utile durante le gelide notti invernali

In inverno la torretta porta-oculari si dimostra un’alleata preziosa. Manipolare filtri e oculari può diventare una sfida quando si indossano guanti spessi o quando le mani sono gelide. La torretta consente di cambiare rapidamente gli accessori senza dover affrontare la difficoltà di gestire attrezzature piccole e delicate con le mani congelate.

Osservazionesolare e fluttuazioni del seeing

 Nel caso delle osservazioni solari, dove il seeing può fluttuare notevolmente rispetto alle comuni osservazioni astronomiche, la torretta porta-oculari offre una soluzione pratica per osservare rapidamente con ingrandimenti differenti.

Studio dei TLP e degli FTL

La torretta porta-oculari risulta altrettanto utile nello studio dei  fenomeni lunare transienti (TLP) e dei flash lunari (FTL). La capacità di analizzare la Luna a bassi ingrandimenti consente una visione panoramica per percepire rapidamente eventuali fenomeni transienti, mentre la possibilità di ingrandire rapidamente permette di esaminare con maggior dettaglio specifiche regioni della superficie lunare.

DIFETTI

È giusto sottolineare che, nonostante i numerosi vantaggi delle torrette porta-oculari, ci sono anche alcuni aspetti negativi da considerare

Meglio usare oculari compatti

 Le torrette porta-oculari più economiche potrebbero richiedere l’uso di oculari leggeri e compatti, come i Plossl o gli ortoscopici. Nel caso di oculari più pesanti, è importante bilanciarli adeguatamente per evitare sbilanciamenti eccessivi durante l’uso. Le versioni più costose delle torrette porta oculari sono molto solide sia nella meccanica sia nel fissaggio degli oculari e spesso mantengono un baricentro coassiale anche con accessori pesanti, riducendo questo problema.  

Esposizione agli agenti atmosferici e facilità nell’appannamento

 Se si utilizzano quattro oculari contemporaneamente, c’è la possibilità che tutti e quattro possano essere esposti all’umidità o al gelo, a differenza di un solo oculare. Inoltre è più facile appannarli durante l’osservazione perché alcuni oculari potrebbero essere più vicini al viso rispetto a quello in cui si sta osservando. E’ quindi necessario imparare a gestire questi fattori quando si utilizza una torretta porta-oculari.

Oculari non parafocali e messa a fuoco

 Anche se alcuni oculari sono dichiarati parafocali, spesso il punto di fuoco può variare leggermente. Questo potrebbe richiedere ritocchi occasionali della messa a fuoco quando si cambia l’oculare sulla torretta.

Bilanciamento del telescopio

 Con torrette porta-oculari più pesanti, specialmente se utilizzate con oculari pesanti, sarà necessario bilanciare accuratamente il telescopio. Questo potrebbe non essere un problema con un rifrattore installato su una montatura equatoriale dotato di contrappeso scorrevole e una barra della giusta lunghezza, ma potrebbe rappresentare una sfida con un classico telescopio Schmidt-Cassegrain   su forcella. In quest’ultimo caso, l’uso di un contrappeso specifico sul tubo ottico può essere preferibile.

IN SINTESI

Credo che acquistando una torretta porta oculari  i pregi superino i difetti e  che la scelta di utilizzare una torretta porta-oculari dipenda dalle preferenze personali e dalle esigenze specifiche dell’osservatore. Certamente visto il prezzo di acquisto della Baader Q-Turret (55 euro) non posso che consigliarvela.

Vi ricordo che il distributore italiano di questo accessorio Baader è UnitronItalia a e potete acquistarla direttamente sul loro shop-on line  utilizzando questo link: