Recensione del binocolo NIKON ACULON A30 10×25 -95 euro per iniziare con soddisfazione la vostra nuova passione

BINOMANIA PREMIUM è la nuova modalità per visitare il sito web senza distrazioni pubblicitarie e per beneficiare di alcuni privilegi. Vuoi saperne di più? Clicca qui

PREMESSA

All’interno della vasta gamma di binocoli Nikon, non avevo ancora avuto l’opportunità di testare un modello compatto. Grazie alla collaborazione con Nital, il distributore ufficiale dei prodotti Nikon in Italia, ho avuto il piacere di provare per alcune settimane il binocolo Nikon Aculon A30 10×25 nella versione argento, proposto a un prezzo vantaggioso di 95 euro e con dieci anni di garanzia. Come sempre, in questa recensione e nel video associato, esploreremo le caratteristiche, i pregi e i difetti di questo binocolo, oltre alle mie impressioni personali sul campo. Buona visione e buona lettura!

Prima di iniziare vi propongo di iscrivervi  gratuitamente al canale YouTube   e di venire a trovarmi su:

 

https://www.binomania.it/phpBB3/index.php  Il forum ufficiale  di Binomania… dal 2010
https://www.facebook.com/binomania La pagina ufficiale di Binomania
https://www.facebook.com/groups/termicienotturni Il gruppo dedicato alla visione notturna, termica e alle fototrappole
https://www.facebook.com/groups/binocoli Il gruppo per gli amanti dei binocoli e dei cannocchiali da osservazione

https://www.facebook.com/groups/telescopi 

Il gruppo per gli amanti dei telescopi astronomici
https://www.instagram.com/optics_reviews/ La mia pagina Instagram
https://twitter.com/binomanianews Tutte le news su Twitter
https://www.termicienotturni.it Il sito web dedicato alle recensioni degli strumenti per la visione notturna

 

ettura.

 

DATI TECNICI DICHIARATI DALLA CASA MADRE

 

Modello

Nikon ACULON A30 10×25

Ingrandimento

10x

Obiettivi (mm)

25

Composizione vetri

ECO GLASS

Pupilla di uscita (mm)

 2.5

Estrazione pupillare (mm)

13

Distanza minima di messa a fuoco (m)

3

Campo reale di vista (°)

4.72

Campo apparente (°)

47.2

Luminosità relativa

6.3

Distanza inter-pupillare (mm)

56-72

Regolazione delle diottrie

Si

Composizione scafo ottico

policarbonato

Tipo di Prisma

tetto

Impermeabilizzazione  

No

Dimensioni (cm)

122x115x44

Peso (g)

275

Prezzo (Euro Iva Inclusa – NITAL)

95

Sito Ufficiale

https://www.nikon.it/it_IT/product/sport-optics/aculon-a30-10×25

 

ACCESSORI IN DOTAZIONE

 

La dotazione di serie inclusa nella attraente scatola nera con i loghi Nikon gialli e l’adesivo della garanzia di dieci anni in italiano, anch’esso nero, è decisamente completa. Troverete all’interno il manuale delle istruzioni multilingua, il certificato di garanzia, una piccola cinghia per il trasporto, i tappi copri-oculari e una custodia morbida in cordura, estremamente compatta, antigraffio e impermeabile. Quest’ultima offre anche la comodità di poter essere agganciata alla cintura dei pantaloni o, se preferito, alla tracolla dello zaino.

MECCANICA E SISTEMA A FUOCO

Il Nikon Aculon 10×25 è costituito da due piccoli tubi ottici collegati al ponte centrale tramite un sistema a doppia cerniera. Questo design consente di rendere il binocolo estremamente compatto quando è chiuso. I tubi ottici sono protetti da un’armatura in gomma morbida e antiscivolo. La mia bilancia elettronica ha registrato un peso di 280 grammi senza tappi e cinghia, distribuiti su   122 mm x 115 mm x 42 mm. Come anticipato, è disponibile sia nella finitura argento che nera. Devo ammettere che la zona grigia argentata del ponte centrale conferisce un tocco di eleganza a questo binocolo. Nikon non specifica il grado di impermeabilizzazione e, data la fascia di prezzo, presumo che non sia dotato di O-ring o riempimento in azoto. Pertanto, è consigliabile fare attenzione all’uso in giornate piovose o umide.

FIG.1 – Un primo piano sul binocolo NIKON ACULON A30 10×25

Nonostante le dimensioni ridotte, questo binocolo si impugna bene grazie alla lunghezza dei tubi ottici e agli incavi laterali che forniscono una base solida per la mano. È possibile adagiare il pollice nella parte inferiore del ponte e, volendo, ci sono spazi sufficienti per tre dita sul ponte centrale. La piccola manopola, protetta da una gomma zigrinata, è stata posizionata in modo favorevole. Durante l’uso pratico, non ho mai avuto bisogno di inclinarla per regolare la messa a fuoco. Il sistema di messa a fuoco interno è fluido, senza gioco, e offre uno snap test abbastanza preciso.

 

 

Modello

Peso

Dimensioni  

Nikon ACULON  A30 10×25 280 g 122 mm x 115 mm x 42 mm. 

 

La distanza minima di messa a fuoco che ho raggiunto è simile a quanto dichiarato dalla casa madre, circa tre metri. È necessario ruotare la manopola in senso orario di poco meno di un giro completo, circa 320 gradi, per raggiungere l’infinito. La regolazione sull’oculare destro avviene ruotando il paraluce gommato che protegge gli oculari. Questo meccanismo non ha un sistema di sicurezza per il fissaggio, ma richiede una certa forza per essere girato, evitando spostamenti accidentali.

 

Modello

Distanza minima di messa a fuoco

Senso di rotazione

Raggiungiment1o dell’infinito dalla distanza minima

Nikon ACULON  A30 10×25

3 m

orario

320°

 

OTTICA

Obiettivi

 

In primis, devo evidenziare che tutti i componenti ottici  sono realizzati in vetro Eco-glass quindi privi di piombo e arsenico. Considerando il prezzo di acquisto decisamente favorevole, è ragionevole supporre che il Nikon Aculon A30 10×25 non sia equipaggiato con vetri a bassa dispersione.   Sono presenti vetri acromatici, come spesso accade in questa fascia di prezzo. Pertanto, analizzerò le sue prestazioni prendendo in considerazione il rapporto qualità-prezzo in modo obiettivo, ma fornirò anche un mio giudizio soggettivo.

Nonostante il prezzo accessibile, non ho riscontrato prestazioni deludenti nel Nikon Aculon A30 10×25. Al centro del campo visivo, il binocolo offre una buona nitidezza, che considero più che sufficiente per sfruttare le potenzialità di un binocolo compatto durante escursioni. Si tratta certamente di un binocolo adatto ai principianti, ma può essere apprezzato anche da appassionati esigenti che desiderano un binocolo economico da portare con sé durante lunghe camminate senza preoccuparsi di eventuali danni.

Va notato che la tonalità dei bianchi tende leggermente verso il caldo, ma questo non compromette significativamente l’esperienza visiva complessiva.

FIG.2 – Un primo piano sugli obiettivi ECO del Nikon ACULON

Oculari

Dovendo esprimere le mie impressioni sugli oculari, è importante considerare sempre la fascia di prezzo in cui è inserito il binocolo. Il Nikon Aculon A30 10×25 non beneficia di oculari con una lente di campo dal grande diametro, pertanto, è necessario fare attenzione durante le fredde giornate invernali per evitare il rischio di appannamento quando si avvicina il viso agli oculari.

Tuttavia, ho apprezzato molto la qualità della gomma dei paraluce, che è morbida e permette di abbassarli completamente per soddisfare le esigenze dei portatori di occhiali. Questo è un fattore importante da considerare nella scelta del primo binocolo compatto. Nikon dichiara una distanza pupillare di 13 mm, personalmente ho misurato la distanza tra la prima lente di campo e il bordo del paraluce, ottenendo 13.50 mm. Grazie al design a doppia cerniera, è possibile regolare la distanza interpupillare in modo molto ampio, con l’unico limite dato dalla conformazione del viso e dalla larghezza del naso. Questo mi ha concesso di utilizzare il binocolo comodamente e di farlo utilizzare anche a ragazzini di cinque, sei anni senza problemi. La distanza interpupillare minima raggiungibile agevolmente rende questo binocolo adatto anche ai bambini, Nikon dichiara una distanza interpupillare utile compresa tra 56 e 72 mm. A una distanza di 62 mm, quella tra gli oculari è di circa 27 mm.  

FIG.3 – Grazie al suo design anche i piu’ piccoli potranno usarlo senza problemi

Il Nikon Aculon A30 10×25 offre un campo lineare di 87 m a 1000 m, rispetto ai 105 m della versione 8×25. Si ottengono quindi 4.98° che  moltiplicandoli per gli ingrandimenti, portano ad avere un campo apparente di quasi 50°. Non è, ovviamente, un binocolo grandangolare, come era lecito aspettarsi in tale fascia di prezzo.

 

Prismi

Quando si analizza la pupilla di uscita di un binocolo economico, di solito si riscontrano alcuni problemi. Tuttavia, posso confermare di aver apprezzato una pupilla di uscita  circolare con una caduta minima di luce ai bordi. Anche la presenza di luce diffusa e bordi  è notevolmente contenuta, visto che ho osservato in binocoli più costosi che presentavano maggiori problemi a riguardo. Per quanto riguarda i prismi, non è dichiarata la loro composizione, ma presumo che possano essere in vetro BAK-4..

Trattamento anti-riflesso

Sono stati applicati trattamenti multistrato su ogni superficie ottica, quando spesso, in tale fascia di prezzo si beneficia unicamente di trattamenti mono-strato. Brava NIkon.

FIG.4 – Da notare la pupilla di uscita e l’assenza di evidente luce diffusa intorno ad essa

ABERRAZIONI CROMATICHE E GEOMETRICHE

 

Aberrazione cromatica al centro del campo

Le mie prove pratiche sul campo hanno rivelato che questo binocolo potrebbe essere tranquillamente definito “HD”, poiché al centro del campo, nelle normali condizioni di illuminazione, il cromatismo residuo è notevolmente contenuto. Ho anche eseguito una prova esigente che definisco ormai standard, utilizzando un gazebo bianco, come potete vedere nel video, e ha confermato le mie impressioni. Naturalmente, mettendolo alla prova nelle peggiori condizioni di illuminazione, si può percepire un lieve residuo cromatico, ma onestamente nulla che si possa definire disturbante..

Cromatismo laterale

Anche l’aberrazione cromatica laterale è minima, evidente soltanto verso i bordi del campo, dove è possibile percepire un lieve alone spurio verde-violaceo su immagini più luminose.

Curvatura di campo

Non essendo un binocolo grandangolare, ha il pregio di contenere molto bene la curvatura di campo. Durante le osservazioni a distanze medie, brevi o lunghe, non ho riscontrato alcun degrado ai bordi, nemmeno osservando dettagli impegnativi come le sigle su una gru situata a circa 250 metri dalla mia postazione. Oserei quindi confermare che si tratta di un binocolo con un campo quasi perfettamente piatto fino al bordo.

Distorsione angolare

Anche la distorsione angolare a cuscinetto è minima, notandosi solo verso l’80% del campo visivo, percentuale inferiore rispetto alla media dei binocoli compatti nella stessa fascia di prezzo che ho testato negli anni passati.

Altre aberrazioni

Dato il suo formato, non è certamente un binocolo adatto per un utilizzo soddisfacente nell’astronomia. Tuttavia, consapevole che l’osservazione stellare rappresenta una prova molto selettiva per tutti gli strumenti ottici, ho deciso di esaminare il cielo anche con il piccolo Nikon. Posso confermare che verso l’80% a partire dal centro del campo, è possibile percepire la coma e l’astigmatismo sulle stelle più luminose. 

 

TEST CON USAF CHART A 35 METRI

Durante le tre osservazioni con la US Air Force Chart, una al mattino, una al pomeriggio e una al tramonto, ho fatto una media dei risultati. Vi informo che è stato  possibile percepire i dettagli visibili nella riga 1, anche se a volte si poteva notare il numero 2 nella parte superiore. Tuttavia, non presenta certo il dettaglio e la nitidezza dei migliori binocoli compatti. Anche in questo test, ho notato la presenza minima di aberrazione cromatica, più evidente sui bordi della tabella rispetto alla zona centrale. Le righe nere mostrano comunque già verso il 40% del centro la presenza di un po’ di cromatismo verde-violaceo. Tuttavia, considerando il prezzo, si tratta comunque di una prestazione molto interessante.

FIG.5 – Il risultato osservando a 35 metri di distanza la USAF CHART

PROVA SUL CAMPO

Birdwatching

Per quanto riguarda il birdwatching, il pregio di questo binocolo è la sua compattezza, che consente di praticare la propria passione anche in situazioni in cui non sarebbe pratico trasportare un binocolo più ingombrante. Il Nikon ACULON A30 10×25 si è dimostrato un fedele compagno di osservazione, permettendomi di osservare anche in circostanze in cui non avrei mai pensato di farlo. Grazie alle sue dimensioni ridotte, si ripone comodamente in tasca o in un piccolo vano dello zainetto, quindi è sempre pronto e disponibile. Il suo ingrandimento, se osservato durante le ore centrali del giorno, non delude mai.

La corsa della messa a fuoco, ovviamente, non è rapida come quella di un binocolo dedicato, e nemmeno la sua luminosità è paragonabile. Tuttavia, il buon contenimento dell’aberrazione cromatica, in proporzione al suo prezzo, e la discreta nitidezza lo rendono un binocolo utilizzabile anche in questo settore, anche se non stiamo parlando di un binocolo della serie MONARCH HG o EDG.

FIG.6 – Piccolo, compatto, come non averlo…

Osservazione del paesaggio

L’osservazione del paesaggio è l’habitat naturale di questo binocolo, e in questo caso presenta diverse caratteristiche positive che lo rendono adatto alla maggior parte dei neofiti. In primo luogo, la sua compattezza è un punto forte, insieme all’ergonomia che consente di impugnarlo con stabilità. Questo è un fattore importante nel settore dei binocoli compatti, dove spesso è più gestibile un modello 8×25 rispetto a un 10×25. Unendo questi fattori a quanto già evidenziato – buon contenimento dell’aberrazione cromatica, discreta nitidezza e contrasto – si capisce che potrebbe essere un valido compagno di escursioni anche per coloro che non avevano mai considerato l’acquisto di un binocolo compatto da inserire nella solita attrezzatura per classiche gite familiari o anche per le  escursioni più  impegnative.

FIG.7 – E’ un binocolo entry level perfetto per iniziare a osservare i panorami durante le escursioni, da considerare anche il formato 8×25

Osservazione astronomica

Per quanto concerne l’osservazione astronomica, sarebbe abbastanza assurdo confermare che questo formato sia l’eccellenza. Di fatto, osservare il cielo con un 10×25 appare più che altro come un compromesso, soprattutto nel caso in cui si sia trascorsa un’intera giornata in montagna e si voglia osservare un po’ quel cielo stellato dopo la cena all’interno del rifugio. In tale frangente, di certo non delude, nel senso che i dieci ingrandimenti consentono di osservare con discreto dettaglio la superficie lunare e le differenze di forma e colore tra mari e crateri, oppure le differenze di conformazione tra le  Alpi e gli  Appennini. Sono anche riuscito a vedere, seppur con un po’ di aberrazione cromatica, Giove con i suoi quattro satelliti galileiani, senza ovviamente percepire alcun dettaglio all’interno della superficie planetaria. Inoltre, da un buon cielo, sebbene la pupilla di uscita non sia formidabile in questo genere di osservazione, mi ha sorpreso mostrandomi la forma della nebulosa M42 presente all’interno della costellazione di Orione, così come altri oggetti celesti importanti come le Pleiadi e le Iadi.

PREGI E DIFETTI

Pregi

Prezzo di acquisto conveniente
– Dieci anni di garanzia Nital
– Buon contenimento dell’aberrazione cromatica
– Distanza interpupillare perfetta, adatta anche ai giovanissimi
– Dieci ingrandimenti facilmente gestibili a mano libera grazie all’ergonomia
– Paraluce degli oculari molto comodo e completamente abbassabile per i portatori di occhiali

Difetti


Non è dotato di ottiche ED a bassa dispersione
– Non è un binocolo grandangolare
– L’estrazione pupillare potrebbe non essere ottimale per i portatori di occhiali

 
FIG.8 – Come nota si impugna relativamente bene

IN SINTESI

 

In sintesi, ritengo che il binocolo compatto Nikon  Aculon  A30 10×25 offra una soluzione osservativa eccellente per i giovani che desiderano avvicinarsi alle osservazioni naturalistiche e che preferiscono l’utilizzo di un binocolo compatto. Durante le settimane di utilizzo, ho constatato che è uno strumento che non delude, soprattutto considerando il suo prezzo accessibile e la garanzia di 10 anni, oltre alla notorietà del brand che può garantire una buona possibilità di rivendita sul mercato dell’usato. Potrebbe essere definito un binocolo “HD” grazie al buon contenimento dell’aberrazione cromatica nella sua fascia di prezzo. Ho particolarmente apprezzato l’ergonomia, che mi ha facilitato l’uso a mano libera, cosa che spesso non riesco a fare con altri binocoli 10×25.

 

PREZZO E GARANZIA

Il binocolo Nikon Aculon A30 10×25 costa €95, IVA inclusa, e beneficia di dieci anni di garanzia fornita dal distributore ufficiale Nital.

RINGRAZIAMENTI


Ringrazio Marco Rovere e Fabrizio Gillone di Nital per aver fornito l’esemplare oggetto di questo test, consentendomi, come sempre, di esprimere le mie impressioni in modo imparziale. Ricordo ai lettori  di Binomania.it che ogni azienda che invia i prodotti in visione firma un patto di imparzialità giornalistica che mi concede la libertà di esprimermi senza restrizioni alcune.

DISCLAIMER

Binomania non è un negozio, Nel mio sito web troverete unicamente recensioni di prodotti ottico sportivi, fotografici e astronomici.  Le mie impressioni sono imparziali come è dovere di ogni giornalista e non ho alcuna percentuale di vendita sull’eventuale acquisto dei prodotti. Per questo motivo, qualora voleste acquistare o avere informazioni su eventuali variazioni di prezzo o novità, vi consiglio di visitare il sito ufficiale  di NITAL cliccando sul banner che rappresenta l’unica forma pubblicitaria presente in questo articolo. Grazie!