Recensione del binocolo GPO PASSION™ HD 8×42

SOSTIENI IL MIO LAVORO DA GIORNALISTA INDIPENDENTE Contribuendo e diventando un sostenitore di BINOMANIA.it, mi aiuterai a mantenere gratuiti tutti i contenuti. Scegli la tua donazione. Grazie anticipatamente




PREMESSA

Dopo avervi presentato le mie impressioni sul campo riguardo il binocolo GPO PASSION ED 8×42, mi pareva doveroso scrivere un articolo relativo al PASSION HD 8×42, un binocolo dalla qualità e dal prezzo superiore (costa 1.004,69 €)  prodotto in Giappone. L’esemplare oggetto di questo test mi è stato gentilmente spedito in visione da Axel Müller, il Senior Global Director della GPO (German Precision Optics). La serie HD comprende vari formati: PASSION™ HD 8×42 ,10×42, 8,5×50, 10×50, 12,5×50 e si insinua in una fascia dove la concorrenza è molto agguerrita.
Prima di iniziare vi propongo di iscrivervi al canale YouTube   e al Gruppo Facebook “Binocoli e ottiche sportive- Opinioni e recensioni” oppure al gruppo  ” Visori termici, visori notturni e fototrappolaggio“. Vi ricordo che è anche disponibile il nuovo mercatino dove potrete cercare o vendere strumenti usati in completa autonomia.
Buona visione  e buona lettura a tutti voi. 

 

STORIA DEL MARCHIO

La German Precision Optics è stata fondata nel 2015 da Richard Schmidt, ex CEO della Zeiss Sport Optics. La volontà di Mr Schmidt era di creare una azienda in grado di fornire degli strumenti ottici concorrenziali rispetto ai Big Europei presenti sul mercato. Per questo motivo, ha contattato alcuni esperti del settore , dal marketing alla progettazione ottica, con  esperienze lavorative in aziende similari e molto conosciute, che in breve tempo hanno lavorato a una gamma di strumenti ottici per utilizzo naturalistico-venatorio. Attualmente i binocoli della serie ED sono costruiti in Cina, mentre il Passion “HD” oggetto di questo test, come anticipato, è stato costruito in Giappone per poi essere ricontrollato nella sede di Monaco in Germania.

Fig.1 – Un primo piano sul binocolo Passion HD: costruito in Giappone, controllato minuziosamente in Germania

DATI TECNICI DICHIARATI DALLA CASA MADRE

 

Ingrandimento 8X
Obiettivi (mm) 42
Pupilla di uscita (mm)5.25 5.25
Estrazione pupillare (mm) 19.5
Distanza minima di messa a fuoco (m) 2
Campo  reale  di vista (°) 125 m a 1000 m – 7.16°
Campo apparente (°) 57 c.a.
Trasmissione di Luce 92%
Distanza inter-pupillare 57-75
Regolazione delle diottrie -2,5/+2,5
Composizione scafo ottico Magnesio
Tipo di Prisma Schmidt-Pechan
Impermeabilizzazione   300 mbar 
Dimensioni (mm) 138×127
Peso (g) 850 
Prezzo (Euro Iva Inclusa – Giugno 2022) GPO 1004.69 
Garanzia A vita
Sito ufficiale: https://gp-optics.com/
 
 

ACCESSORI IN DOTAZIONE

Il binocolo è presentato in maniera professionale, anzi esistono prodotti dal costo superiore che spesso sono proposti alla clientela in maniera piu’ dozzinale. La grande sagomatura che protegge il binocolo, inoltre, è ottima per prevenire i danni provocati da urti indesiderati durante il trasporto. In dotazione è presente la tracolla in neoprene, i tappi per gli oculari, quelli per gli obiettivi, il certificato di garanzia e un piccolo libretto per le istruzioni di primo utilizzo.


ACCESSORI OPZIONALI

Come accessorio da acquistare separatamente è disponibile una imbracatura dotata di custodia posizionata sul torace. Costa poco piu’ di 65 euro e consente un rapido quanto sicuro utilizzo del binocolo.


MECCANICA E SISTEMA A FUOCO

Ci troviamo di fronte a un binocolo da 1000 euro, quindi una fascia di prezzo, dove già è possibile beneficiare di ottime rifiniture e di componenti di alta qualità. Il binocolo GPO PASSION™ HD 8×42 possiede una bella livrea, il design è a cerniera centrale con un ponte piccolo ma privo di flessioni.   Il telaio, composto di magnesio, è quasi totalmente protetto da una armatura sobria di colore  nero che è ottimizzata con una trama anti-scivolo ai lati dei tubi ottici.

Fig.2 – Il meccanismo di messa a fuoco è composto di sistema integrato per la compensazione diottrica sull’oculare destro

Questi accorgimenti, unito ai due incavi nella parte posteriore per posizionare comodamente i pollici, consentono di ottenere una presa sicura. La posizione della manopola di messa a fuoco, in base a come si impugna, non obbliga il dito indice a una estrema inclinazione,  anche se il binocolo è leggermente sbilanciato verso gli obiettivi, la presa mi è parsa, salda e sicura. E ‘possibile collegarlo ai cavalletti fotografici attraverso la filettatura. 

Non è un binocolo tra i piu’ leggeri che ho provato: bilancia elettronica alla mano, ho stimato un peso, senza tappi, di  840 grammi tuttavia il riempimento in azoto e la impermeabilizzazione sino a 300 mb, sono forieri di un’ottima robustezza. 

Per quanto riguardo la manopola di messa a fuoco, GPO ha ideato una soluzione migliore rispetto a quella di alcuni concorrenti nella stessa fascia di prezzo: è stato utilizzato un sistema integrato che prevede sia la focalizzazione principale che la compensazione diottrica. E’ sufficiente, infatti, sollevare il pomello centrale per agire sulla meccanica che regola la diottria dell’oculare. Questo sistema, oltre a garantire una completa impermeabilizzazione, è decisamente piu’ costoso di altre soluzioni e utilizzabile con una sola mano. I movimenti del rotore sono decisamente fluidi, magari qualcuno preferirebbe un po’ piu’ di resistenza. La manopola mi è parsa ben dimensionata anche per l’utilizzo con i guanti invernali e il sistema anti-scivolo è garantito da una gommatura zigrinata. La distanza minima di messa a fuoco che ho rilevato è di poco superiore ai 180 cm, da questa distanza occorre ruotare la manopola (in senso anti-orario) di circa un giro e mezzo per raggiungere l’infinito. Grazie alla buona profondità di campo, consentita dagli otto ingrandimenti, la correzione tra i dieci metri e l’infinito è veramente irrisoria e consente dei buoni inseguimenti in caso di involi rapidi o di animali molto veloci e diffidenti. Lo snap test mi è parso migliore, rispetto al modello ED che costa meno della metà,  nulla da eccepire  riguardo la precisione del sistema di regolazione che agisce sull’oculare destro.

 

OTTICA

Obiettivi


Come presagibile dal suo acronomico, il binocolo GPO PASSION™ HD 8×42 utilizza  vetri a bassa dispersione (Extra low Dispersion) definiti HD. Curioso il fatto, che almeno qui in Italia, molte aziende utilizzino il termine HD per i binocoli acromatici, lasciando il termine ED per quelli piu’ corretti cromaticamente. In questo caso, invece, con la sigla HD, GPO ha voluto rappresentare i modelli di punta della sua produzione. Non mi è dato di sapere l’esatta ricetta e composizione di questi vetri, che come comprenderete non sono tutti uguali. Posso tuttavia confermare che le immagini al centro del campo sono nitide con un buon contrasto, colori saturi e brillanti. Talvolta ho percepito una lievissima tonalità calda dei colori che aumenta il micro-contrasto.

Fig.3 – Un primo piano sugli obiettivi da 42 mm del binocolo GPO PASSION HD 8×42

Mi è piaciuto molto anche lo spessore della cella che ospita l’obiettivo, che è parso molto grande e robusto, rispetto a soluzioni piu’ leggere che potrebbero comportare lo slittamento dell’obiettivo a causa di una caduta. Insomma, forse meglio avere un binocolo che pesa qualche decina di grammi in piu’ ma essere sicuri di poterlo utilizzare anche nel caso prenda qualche colpo indesiderato e inaspettato.
Ho apprezzato l’incassamento degli obiettivi all’interno del tubo ottico di  qualche millimetro. Presumo che questa scelta dipenda non solo dal voler proteggere le lenti dagli urti ma anche dalla volontà di limitare la luce diffusa che si può insinuare in prodotti con obiettivi molto piu’ sporgenti.



Oculari

Gli oculari  non forniscono un campo grandangolare, personalmente li trovo comodi da utilizzare. I paraluce sono estraibili con  click-prefissati (battuta, prima posizione, completamente estratto) molto ben spaziati e con una netta sensazione di aver trovato la posizione giusta. La gabbia che li compone è metallica e non sono stato in grado di svitarli. Il diametro della lente di campo dell’oculare è ampia  (23.73 mm) e garantisce un ottimo confort visivo. 

Fig.4 – Gli oculari sono comodi grazie ai paraluce di gomma morbida dotati di sistema con posizione prefissata

La distanza inter-pupillare che ho misurato con il calibro digitale (cercando di misurare dal centro della pupilla di uscita) è compresa tra 61.28  mm e  79.30 mm. Alla distanza di 65 mm quella tra gli oculari è di  circa 17.40 mm. Personalmente non ho avuto problemi a “indossarlo” ma mi sento di consigliare di testarlo a chi ha possiede una distanza interpupillare inferiore.

La estrazione pupillare mi è parsa lievemente inferiore a quanto dichiarato, ma con i miei vari occhiali da sole, sono stato in grado di inquadrare tutto il campo di vista.

 

Prismi


Il binocolo GPO PASSION™ HD 8×42 si avvale di prismi Schmidt Pechan di alta qualità. La pupilla di uscita è perfettamente circolare con pochissima vignettatura ai bordi anche osservando il cielo azzurro a mezzogiorno. La pupilla di uscita ha decisamente pochi riflessi e il cerchio che la circonda è scuro e prestazionale nella sua fascia di prezzo. 

Fig.5 – Da notare la pupilla di uscita e i pochi riflessi

Trattamento anti-riflesso


Il trattamento anti-riflesso mostra una colorazione varia dal verde smeraldo che travolta appare leggermente violetto. Indubbiamente è un ottimo trattamento anti-riflesso e mostra pochi dettagli del mio viso, quando tento di specchiarmi. Il Passion HD, inoltre, beneficia anche di un trattamento idrofobico che facilità la pulizia delle ottiche ed evita l’agglomerazione delle gocce d’acqua e la formazione di condensa.

Fig.6 – La parte posteriore dello scafo ottico con l’incavo per i pollici

ABERRAZIONI CROMATICHE E GEOMETRICHE

Aberrazione cromatica in asse


Come sapete la percezione dell’aberrazione cromatica, oltre che molto soggettiva, varia al variare delle condizioni di illuminazione. Si mostra di piu’ con il cielo grigio e con uno sfondo innevato, rispetto a una classica osservazione del paesaggio boschivo durante una giornata con il cielo terso.
Posso confermare che al centro del campo, nella comuni condizioni di illuminazione, è pressoché invisibile. 



Cromatismo laterale 


Come la maggior parte dei binocoli, questa è l’aberrazione cromatica piu’ evidente, ma ho potuto percepirla in questo caso soltanto osservando su soggetti bianchi molto contrastati oppure sui bordi della Luna piena e suoi rami in controluce. Per questi motivi, talvolta è possibile percepire un lieve alone violetto-verde che aumenta di intensità allontanandosi verso il bordo del campo. Una prestazione in linea con la maggior parte dei prodotti in tale fascia di prezzo. 



Curvatura di campo

Personalmente ho riscontrato delle immagini diurne, piatte sino al bordo, in parte la prestazione dipende anche dal posizionamento corretto degli occhi e da come riusciamo a osservare i bordi. il classico test “mono-oculare” con il binocolo sul cavalletto ha esibito una ottima resa da “binocolo a campo piatto. 



Distorsione angolare 

Per ciò che concerne la distorsione angolare, mi è sembrato di avere a che fare con uno dei primi modelli di Swarovski Swarovision, nel senso che le linee dritte non si incurvano ai bordi e non ho percepito distorsione angolare a cuscinetto o quanto meno in maniera evidente da farmela vedere nell’utilizzo. Non essendo molto sensibile all’effetto palla rotolante non riesco a dirvi se ciò possa creare qualche problema nel panning. Personalmente ho osservato durante tutto il periodo del test con discreta naturalezza e rilassatezza.

Altre aberrazioni  


Nell’uso astronomico ho verificato che ai bordi del campo, a partire da circa l’85% dal centro, inizia a notarsi un po’ di coma e astigmatismo. Le stelle al centro del campo sono puntiformi.

 

TEST CON USAF CHART A 35 METRI

Fig.7- Il test con la USAF Chart ha mostrato una nitidezza maggiore rispetto all’esemplare di Passion ED testato tempo fa, ma che ho usato per una comparativa serrata

Per ciò che concerne il potere risolutivo, ho avuto una media di risultati simile a quella ottenuta con il Passion ED 8×42. La reale differenza consisteva in una maggior neutralità dei bianchi e di una leggera nitidezza a favore del Passion HD che a tratti mi mostrava anche le righe di confronto “2”.

Rammento che tale test è prettamente soggettivo, dipende dalla propria acuità visiva e anche dalle condizioni di turbolenza del periodo. Tutto sommato è un valore nella media anche rispetto ai migliori prodotti presenti sul mercato. I neri sono neri, a volte percepivo un po’ di residuo cromatico tra zone nere e bianche ma il contrasto era elevato e rivaleggia con ottiche al Top della Gamma.

PROVA SUL CAMPO

Ho sempre ritenuto che la fascia di prezzo compresa tra i 1000 e i 1500 euro possegga degli ottimi binocoli, spesso in grado di non far rimpiangere strumenti dal prezzo pari al doppio. E’ ovvio che analizzandoli con un Top Di Gamma, sia possibile evidenziare parte dei loro limiti, come ad esempio una inferiore luminosità o un inferiore campo di vista o nel caso di un campo di vista ampio, una inferiore correzione delle aberrazioni geometriche, tuttavia, è indubbio che un binocolo come il GPO PASSION HD sia in grado di soddisfare anche gli appassionati piu’ esigenti: E’ assemblato con cura e precisione, è robusto, ben impermeabilizzato, con una messa  a fuoco fluida e  rapida, ha una buona correzione dell’aberrazione cromatica ed è sfruttabile anche al crepuscolo.

Fig.8 – Il sottoscritto presso il monte Sette Termini – Montegrino (VA)

I trattamenti sono di qualità, i paraluce sono composti da un gabbia in metallo e le ottiche beneficiano anche di un trattamento idrofobico. La garanzia è a vita. Senz’altro non può essere paragonabile a un TOP DI GAMMA In tutto e per tutto, ma come scrivo spesso, per avere poco di piu’, spesso è necessario spendere molto di piu..

Birdwatching

In questo genere di utilizzo ho apprezzato la nitidezza e il buon contenimento della aberrazione cromatica. Abituato a osservare con i TOP DI GAMMA non è stato un problema studiare le sagome dei rapaci in controluce, dato che il contenimento dell’aberrazione cromatica mi è parso abbastanza in linea con la maggior parte della concorrenza. La messa  a fuoco, inoltre, in tale contesto è valida anche per osservare gli involi piu’ rapidi. Non è certamente il binocolo con il campo di vista piu’ ampio che io abbia provato, ma la resa ai bordi sfruttabile si fa perdonare questo problema.

Fig.9 – Il GPO PASSION HD durante una sessione di birdwatching


Osservazione paesaggistica

Anche se in questo settore prediligo gli ingrandimenti medio alti, almeno dai 15x in su, la buona rappresentazione dei colori, la brillantezza e la nitidezza forniscono una efficace immersione nella scena. Nei confronti di un binocolo TOP DI GAMMA presenta un campo di vista non grandangolare ma lo ripeto: i binocoli in tale fascia di prezzo, sono molto piu’ simili a un TOP da 2000 euro, rispetto a quanto il divario di prezzo per acquistarlo possa far presagire.



Osservazione venatoria-crepuscolare


Che dire? Mi è parso un binocolo  robusto e ben costruito, l’obiettivo incassato nel telaio evita urti accidentali che possono capitare soprattutto nella attività venatoria. La luminosità seppur non a livello dei binocoli crepuscolari al Top della Gamma è soddisfacente, anche se in tale  frangente vi consiglierei di acquistare il formato con il diametro maggiore. Buono anche il grip, la grandezza della manopola che consente l’utilizzo dei guanti invernali e l’armatura che mi è sembrata in grado di resistere a graffi e piccoli colpi accidentali che possono capitare camminando nel fitto del bosco, in presenza di rami fitti o rovi.

Osservazione astronomica

Non è un binocolo espressamente progettato per questo, tuttavia la qualità dei vetri HD e la  puntiformità percepibile consentono di osservare il cielo stellato senza particolari problemi. Agli estremi bordi del campo si nota un po’ di coma e astigmatismo.

 

Come comprenderete, non è possibile che un binocolo sia perfetto in tutti i settori di utilizzo, ci sarà sempre una caratteristica che lo farà primeggiare in un campo. Quello che posso confermare è che il GPO PASSION HD  8×42 mi è parso un valido prodotto in questa fascia di prezzo in grado di accontentare gli appassionati piu’ esigenti che  vorrebbero un altro binocolo da utilizzare, insieme al loro TOP DI GAMMA; magari dal formato differente. Mi pare anche un regalo  utile per amici, parenti e  figli, per consentire loro di intraprendere questa passione  con un prodotto di alta qualità. 



PREGI E DIFETTI


Pregi

 

  • Packaging, rifiniture e controllo di qualità di alta classe per tale fascia di prezzo

  • Utilizzo di ottiche HD di buona qualità

  • Nitidezza e contrasto in asse paragonabile a prodotti al Top della Gamma
  • Messa a fuoco precisa e con la compensazione diottrica dell’oculare destro integrata

  • Ottimo trattamento anti-riflesso

  • Poco luce diffusa ai bordi della pupilla di uscita
  • Estrazione pupillare piu’ che sufficiente per i portatori di occhiali

 

Difetti

  • Si nota, talvolta, un po’ di aberrazione cromatica nelle peggiori condizioni di illuminazione
  • Non è un binocolo con un campo di vista grandangolare
  • E’ piu’ pesante rispetto ad alcuni prodotti della concorrenza

 

Fig. 10 – Il binocolo GPO PASSION HD è un valido avversario nella fascia di prezzo compresa tra i 1000 e i 1200 euro

IN SINTESI

Il binocolo GPO PASSION HD è in grado di costruirsi la sua nicchia di appassionati si fa forte di varie caratteristiche costruttive che lo rendono interessante sia per il birdwatching sia per l’attività venatoria. E’ robusto ben impermeabilizzato con una ottima meccanica e una qualità ottica paragonabile a molta della concorrenza in tale fascia di prezzo. La garanzia a vita è senz’altro un valore da non sottovalutare.

 

PREZZO E GARANZIA

Il binocolo GPO PASSION™ ED 8×42 costa  1004.69 EURO.

 

RINGRAZIAMENTI

Io ringrazio il manager Axel Müller di GPO per aver fornito l’esemplare oggetto di questo test, lasciandomi libero di citare le mie impressioni.

DISCLAIMER

Binomania non è un negozio, Nel mio sito web troverete unicamente recensioni di prodotti ottico sportivi, fotografici e astronomici.  Le mie impressioni sono imparziali come è dovere di ogni giornalista e non ho alcuna percentuale di vendita sull’eventuale acquisto dei prodotti. Per questo motivo, qualora voleste acquistare o avere informazioni su eventuali variazioni di prezzo o novità, vi consiglio di visitare il sito ufficiale  della German Optics Precision, cliccando sul banner che rappresenta l’unica forma pubblicitaria presente in questo articolo. Grazie!