Intervista a Kregelius-Schmidt Petra (Global Marketing Manager Sezione Natura)

SOSTIENI IL MIO LAVORO DA GIORNALISTA INDIPENDENTE Contribuendo e diventando un sostenitore di BINOMANIA.it, mi aiuterai a mantenere gratuiti tutti i contenuti. Scegli la tua donazione. Grazie anticipatamente




Come i lettori sapranno, da molti anni Zeiss, ha deciso di suddividere nettamente la produzione e la gestione manageriale dei propri prodotti nel settore Caccia e nel settore Natura. Questa volta ho avuto il piacere di intervistare Kregelius-Schmidt Petra, la Marketing Manager della sezione Natura.

 

Ciao Petra e benvenuta su Binomania.it. Inizio con il chiederti cosa ti piace di più della natura e come sei arrivata al tuo ruolo in ZEISS?


Mio nonno mi portava spesso fuori quando ero una ragazzina e questo ha plasmato il mio fascino e la comprensione della natura. Quando è scomparso, ho ereditato il suo vecchio paio di  binocoli ZEISS, che onestamente sono rimasti nell’armadio per alcuni anni durante la scuola, il diploma e gli studi dove purtroppo ho perso un po’ il legame con la natura.
L’amore per la natura è tornato a metà dei miei vent’anni e da allora respiro ogni giorno questa gioia.
Nel 2016 ZEISS cercava un Marketing Manager per il business della natura e questo è stato il mio punto di partenza. Insieme ai miei colleghi della gestione dei prodotti e con una stretta collaborazione con i nostri Ambassador sviluppiamo e commercializziamo prodotti ottici premium. Il mio ruolo chiave è preparare il lancio dei prodotti per il segmento dell’osservazione della natura oltre a lavorare a stretto contatto con i nostri partner in tutto il mondo. Ciò include i nostri dipartimenti  per le vendite regionali, nonché i nostri partner sponsor, ambasciatori, giornalisti e amici  del marchio ZEISS.

 

Posso chiederti quali studi hai compiuto? 

Certamente, ho una laurea in “Arts Management” con specializzazione in economia e marketing.

 

Nell’ambiente sei conosciuta e apprezzata come una eccellente birdwatcher. Qual è stato il tuo ultimo avvistamento  che hai aggiunto alla tua lista personale?  


Dopo una lunga pausa itinerante a causa del Covid, la mia famiglia ed io abbiamo trascorso le vacanze estive sulla costa baltica. C’erano diverse specie che ho potuto aggiungere alla mia lista. Le più impressionanti sono state sicuramente le affascinanti aquile di mare. Ed è sempre meraviglioso avvistare le prime gru che si preparano per le loro rotte migratorie verso sud, segno che l’autunno non è lontano.

Nota: i disegni che sta osservando Petra sono di Catherine Hamilton

Cosa ti ispira nella vita di tutti i giorni?

La natura mi ispira ogni giorno perché è tutta una questione di dettagli inaspettati. Devi solo tenere gli occhi aperti, essere paziente e un buon osservatore. C’è sempre qualcosa là fuori! Durante i periodi di migrazione è semplicemente meraviglioso avvistare nuove specie nella tua zona e evento locale se si tratta solo di un curioso scricciolo appena nato tra i tronchi degli alberi o di un curioso pettirosso che canta ad alta voce. E non si tratta solo di avi-fauna: c’è una tale varietà di specie da vedere se sei disponibile ad osservare.  Ma dobbiamo anche considerare che la quantità di specie è in calo. Ecco perché la conservazione gioca un ruolo così importante.

 

Quindi diresti che l’amore per la natura è una passione?


Sì, penso che lo sia. Ma ci sono diversi livelli per questo. Per me non ha nulla a che fare con la competizione, anche se ammiro e rispetto molto le persone che sono in grado di condividere enormi elenchi di avvistamenti di diverse specie di uccelli. L’ornitologia è una scienza e tutti possono contribuire a questo. Ecco perché piattaforme come eBird o Ornitho sono così importanti: non è necessario essere necessariamente degli esperti. È così facile iniziare! Se prendi il conteggio annuale degli uccelli da giardino, organizzato da molti Partner BirdLife come NABU o LIPU,  tutti possono partecipare, indipendentemente dal livello. È anche un meraviglioso gioco affascinante per i bambini: prendi un libro e prova a riconoscere gli uccelli.

 

Che ruolo gioca la conservazione della natura per un’azienda come ZEISS?

 

Abbiamo una responsabilità nei confronti della natura e ovviamente vediamo l’impatto del cambiamento climatico e del declino delle specie e la perdita di biodiversità. ZEISS sostiene diverse iniziative relative alla conservazione della natura in tutto il mondo. Contribuiamo attivamente e orgogliosamente alla protezione di alcune specie, come ad esempio la  Spotted Greenshank, (Tringa Guttifer) che è solo un esempio. Ne sono rimaste circa 1.500 di questa specie, e i nostri BirdLife Partners in Asia stanno lavorando duramente per migliorare gli habitat ed educare la popolazione locale.
A parte questo, abbiamo dotato uno degli hotspot migratori in Israele con strumenti e prodotti per garantire che gli ambientalisti locali siano in grado di salvaguardare il passaggio di centinaia di milioni di uccelli.
A mio parere, anche l’istruzione gioca un ruolo estremamente importante qui per plasmare gli ambientalisti di domani. I nostri colleghi negli Stati Uniti supportano da molti anni il Cornell Lab o lo Young Birders Weekend di Ornithology e abbiamo appena lanciato un’iniziativa simile nel Regno Unito per i giovani birdwatchers. 
Inoltre, collaboriamo con organizzazioni come Birdability per supportare l’inserimento di nuovi appassionati e rendere il birdwatching accessibile a tutti.

Ma anche internamente ZEISS sta facendo molto per risparmiare risorse. Investire in nuovi sistemi di raffreddamento, riutilizzare le acque reflue della produzione per i nostri servizi igienici e la creazione di un imballaggio sostenibile sono solo alcuni esempi che portano a importanti miglioramenti.

 

Quali sono le tue specie preferite?


Questa è una domanda difficile. Quando ero bambina ho iniziato a praticare birdwatching grazie al ciuffolotto. Ho sempre amato i gufi, in particolare il gufo comune e il gufo reale. Un uccello che ha suscitato il mio interesse in seguito è stato il Barbuto Reedling (Panurus biarmicus). 

Nei mesi di aprile e maggio amo ascoltare i bei canti dell’usignolo, che ho la fortuna di  osservare ogni anno nella piccola riserva naturale vicino a dove vivo.

Quale ottica consiglieresti?


Dipende da dove vai e con che frequenza. Un binocolo è essenziale ed è difficile praticare birdwatching senza possederne uno. Io adoro i miei  Victory SF32. Se vuoi davvero espandere il tuo orizzonte, avrai bisogno anche di un cannocchiale da osservazione, soprattutto per distanze più ampie.

Qual è il prossimo evento di birdwatching per ZEISS?

 

La nostra rete internazionale di ambassador e amici parteciperà al Global Bird Weekend  grazie all’October Big Day di sabato 8 ottobre. Dato che la migrazione sarà in corso, sarà molto eccitante! Conto di vedere anche molti appassionati italiani e lettori di Binomania.it. Buone osservazioni a te e ai tuoi lettori.

 

English Version

 

Hi Petra, what do you like most about nature and how did you come to your role at ZEISS?

My grandfather took me out when I was a little kid and this shaped my fascination and the understanding of nature. When he passed away, I inherited his old pair of ZEISS bins, which honestly stood in the cupboard for some years during school, graduation and studies where I unfortunately lost the connection to nature a little bit. The love for nature came back in my mid twenties and since then I inhale the joy of nature every day. In 2016 ZEISS was looking for a Marketing Manager for the nature business and this was my starting point. Together with my colleagues from product management and with a close collaboration with our ambassadors, we develop and market premium optical products. My key role is to prepare the product launches for the nature observation segment and to work closely with our partners around the globe. This includes our regional sales departments as well as our sponsoring partners, ambassadors and ZEISS friends.

 

What have you studied?

I have a degree in Arts Management with a focus on economics and Marketing.

 

What was your last lifer for your list?

After a long traveling pause during Covid, me and my family spent our summer holidays at the baltic coast, and there were several species which I was able to add to my list. The most impressive were definitely  the fascinating Sea Eagles. And it is always wonderful to spot the first Cranes preparing for their migration routes to the south – a sign that autumn is not far.

 

What inspires you?

Nature inspires me every day as it is all about the unexpected details. You just have to keep your eyes open, be patient and a good observer. There is always something out there! During migration periods it is just wonderful to spot new species in your local patch and event if it is just a curious newly hatched juvenile Wren between the tree trunks or a curious Robin singing out loudly. And it is not all about birds: there is such a variety of species to see if you are open to it. But we also have to consider that the amount of species is declining. This is why conservation plays such an important role.

 

So would you say the love for nature is a passion?

Yes, I think it is. But there is different levels to that. For me it has nothing to do with competition, although I really admire and respect the people who are able to share enormous lists of encounters of different bird species. Ornithology is a science, and everyone can contribute to that. This is why platforms like eBird or ornitho are so important: you do not necessarily need to be an expert. It is so easy to start! If you take the annual garden bird counts, organized by many BirdLife Partners such as NABU or LIPU  – everyone can participate, no matter which level. It is also a wonderful engagement for kids: just grab a book and try to recognize the birds.

 

What role does nature conservation play for a company like ZEISS?

We do have a responsibility towards nature and of course we see the impacts of climate change and species decline and the loss of biodiversity. ZEISS is supporting several nature conservation initiatives worldwide. We are a proud Species Champion for the Spotted Greenshank, which is just one example. Only 1.500 (TBC) of this species are left and the BirdLife Partners in Asia are working hard to improve habitats and educate the local people.

Apart from that we equipped one of the migration hotspots in Israel with products to ensure that the local conservationists are able to safeguard the flyway of hundreds of millions of birds.

In my opinion, education also plays an extremely important role here to shape the conservationists of tomorrow. Our colleagues in the US have been supporting the Cornell Lab or Ornithology’s Young Birders Weekend for many years and we have just launched a similar initiative in the UK for Young Birders.

Also, we are partnering with organizations such as Birdability to support inclusion and make birdwatching accessible for everbody.

But also internally ZEISS is doing a lot to save resources. Investing in new cooling systems, reusing wastewater from production for toilet flushing and a sustainable packaging are only a few examples resulting in major improvements.

 

What is your favorite bird?

That is a hard question. The bird that sparked me when I was a kid was the Bullfinch. I have always loved Owls, especially the Long-eared Owl and Eagle Owl. One bird that sparked my interest later was the Bearded Reedling.  And in the months of April and May, I love to listen to the beautiful songs of the Nightingale, which I am lucky to hear every year in the little nature reserve close-by from where I live.

 

Which optics would you recommend?

It depends on where you go and how often. A binocular is essential and it is hard to follow up without one. And I love my SF32s. If you really want to expand your horizon, you will also need a spotting scope, especially for wider distances.

 

Which is the next birding event for ZEISS?

Our international network of ambassadors and friends is going to take part in th Global Bird Weekend / October Big Day on Saturday October 8. As migration will be on, this is going to be very exciting!