Recensione del binocolo nautico Nikon 7x50CF WP Compass

 

L’estate è ormai alle porte e molti fra voi, appassionati di mare e di nautica, stanno pianificando senz’altro  l’acquisto di uno strumento ottico adatto ad allietarli sotto il solleone, fra spruzzi, salmastro e onde del mare.

Per questo motivo ho deciso di farmi inviare da Nital, distributore ufficiale dei prodotti Nikon qui in Italia, un esemplare del binocolo 7×50 CF WP Compass.

Nikon ha previsto, per il settore nautico, due modelli: quello base, più economico (vedremo perché) disponibile con e senza bussola e il più performante 7x50IF WP Compass.

Un bel primo piano sul Nikon 7×50 CF WP

Il binocolo 7×50 CF WP Compass, oggetto di quest’articolo, è proposto a 460 euro.

Dati tecnici dichiarati dalla Casa Madre

 

Formato 7×50
Vetro Eco Glass
Campo visivo 7.2°
Campo visivo apparente (formula ISO) 47.5°
Pupilla di uscita 7.1 mm
Luminosità relativa  50.4
Distanza di messa a fuoco dichiarata 10 m
Distanza inter-pupillare 56- 72 mm 
Dimensioni 193×202
Peso dichiarato 1130 g

Meccanica e sistema di messa a fuoco

Si sa, il binocolo con i prismi di Porro possiede lo schema ottico ideale per questo genere di osservazione:, il buon rapporto prezzo-prestazioni e la parvenza di maggiore tridimensionalità sono sinonimo di affidabilità e ottima qualità.

Il binocolo è stranamente dotato di un archetto centrale che muove gli oculari per consentire la focalizzazione degli oggetti. La versione piu’ costosa, invece, ha oculari con messa a fuoco singola ed è in grado di garantire una robustezza e un’impermeabilizzazione maggiore.

La profondità di campo è buona, e seppur teoricamente si attesti sul quadrato dell’ingrandimento – ergo quarantanove metri- c’è da considerare che grazie alla compensazione del nostro visus è possibile ottenere delle  immagini a fuoco già da circa venticinque metri.  Un range di profondità perfetta nel mero uso nautico.

Il binocolo della Nikon, in ogni modo consente di focalizzare a una distanza minima di 3.5 metri (almeno questo esemplare). Per raggiungere l’infinito è obbligatorio ruotare la manopola in senso orario, meno di un giro: 330/360°.

Un bel primo piano sul ponte di comando, visibile sulla destra la bussola integrata nella copertura di gomma

 

 

Il Nikon 7×50 CF WP Compass è ovviamente gommato in maniera robusta ed efficace, non è di certo un “peso piuma”. La mia bilancia elettronica ha stimato un peso di 1170 g con i tappi e la tracolla galleggiante.


Grazie al suo schema ottico lo chassis è  abbastanza largo (16 cm e mezzo alla mia distanza interpupillare) per essere impugnato saldamente grazie alla miglior posizione delle braccia e delle spalle. Il peso, inoltre, unito ai sette ingrandimenti, consente di brandeggiarlo molto bene. E’ ovviamente possibile fissarli a un supporto con un raccordo universale.

Il piccolo rotore di messa a fuoco è incastonato nell’ampio ponte di comando che presenta anche il pulsante di attivazione della bussola e il vano batteria.

A causa della messa a fuoco centrale, è dichiarato impermeabile per un metro di profondità e per un periodo pari a cinque minuti.

 

Bussola

La bussola incorporata (integrata molto bene nello scafo ottico) è dotata anche della scala di distanza. In questo modo è possibile misurare le dimensioni o le distanze conoscendo già due valori noti.

Per maggiori informazioni vi rimando al seguente articolo.

https://www.binomania.it/il-binocolo-nautico-questo-sconosciuto/

La messa a fuoco centrale consente di utilizzarlo anche per le normali osservazioni paesaggistiche e naturalistiche

Obiettivi

Gli obiettivi da cinquanta millimetri di questo binocolo nautico sono acromatici, nessun pregiato vetro ED, tuttavia grazie alla presenza dei prismi di Porro e all’ingrandimento contenuto, fornisce delle immagini con un buon contrasto e una decina nitidezza. Il bianco, rispetto ai prodotti di alto pregio è virato verso il caldo. Proiettando il cerchio d’immagine con una torcia su una parete ho certificato che il diametro reale corrisponde a quanto indicato.

 

Oculari

Non forniscono un grande campo apparente, circa 50°.L’estrazione pupillare fortunatamente che misurato è di circa 17 mm.

 

Prismi
I prismi forniscono una pupilla di uscita quasi perfettamente circolare. Si nota soltanto un po’ di vignettatura ai bordi. Rispetto a soluzioni piu’ pregiate si nota un po’ di dispersione di luce intorno nel cerchio intorno alla pupilla di uscita.

Trattamenti anti-riflesso

Mi pare siano nella media dei prodotti Nikon in tale fascia di prezzo.

Gli oculari non forniscono un campo grandangolare, ma l’estrazione pupillare è adatta anche ai portatori di occhiali

Aberrazioni

Aberrazione cromatica

L’aberrazione cromatica è molto ben contenuta, anche durante le giornate grigie ma luminose. In tali circostanze si percepisce un lieve alone spurio intorno ai bordi degli oggetti piu’ luminosi, ma inferiore, ad esempio, rispetto a molti binocoli con prismi a tetto in tale fascia di costo. Osservando uno specchio d’acqua si comprende ovviamente che non si stia osservando in un binocolo apocromatico, giacché si evidenzia un viraggio violaceo anche al centro del campo. In ogni modo, mi è parso un prodotto valido che può essere utilizzato senza problemi anche da possessori di ottiche di alta qualità. Lo schema semplice, unito ai prismi di Porro è anche in questo caso una scelta vincente.

Cromatismo laterale

Minima e solo in controluce, a partire da circa il 75% del campo di vista. Osservando delle vele in controluce, ad esempio, si nota un po’ di alone bluetto.

 

Curvatura di campo

In un binocolo con un campo ottico così ridotto è normale che le aberrazioni geometriche siano ben contenute.  Il degrado ai bordi è in concreto ininfluente, soprattutto nelle osservazioni diurne, dove il binocolo dimostra di fornire lo stesso potere risolvente anche ai bordi.

 

Distorsione angolare


C’è un po’ di distorsione angolare a cuscinetto, minima, ai bordi. Il brandeggio (panning) avviene con fluidità.

Altre aberrazioni

La coma e l’astigmatismo sono tutto – sommato contenuti anche al bordo. Potrei esemplificare drasticamente che il poco campo inquadrato è sfruttabile senza troppo sacrificio.

La luminosità al crepuscolo è piu’ che soddisfacente

Utilizzo sul campo

Non ho avuto la possibilità di osservare con questo binocolo al mare, tuttavia, abitando nella “terra dei Laghi” ho usato il Nikon 7×50 CF WP sia sul lago Maggiore, sia su quello di Lugano.

Il primo fattore atipico ma piacevole che ho riscontrato è che – grazie alla sua messa a fuoco centrale- è possibile osservare anche il panorama  e gli animali senza alcuna difficoltà. Ha una resa abbastanza universale, ecco.

Nell’uso nautico ho apprezzato ovviamente i bassi ingrandimenti e la buona luminosità, anche se ovviamente non raggiungere la trasmissione luminosa dei TOP di questo settore.

Pregi e Difetti

Pregi

  • Obiettivi da 50 mm di diametro
  • Rapporto prezzo-prestazioni comparabile a molti prodotti della concorrenza
  • Universalità maggiore rispetto ad altri prodotti grazie alla messa a fuoco centrale

 

 

mia moglie durante una passeggiata domenica sul Lago Maggiore

Difetti

 

  • Un po’ di luce diffusa ai bordi
  • Campo ottico non molto ampio
  • Prestazioni waterproof un po’ limitate a causa dell’archetto degli oculari.

In sintesi

Il Nikon 7×50 CF WP è stata la mia scelta fra alcuni prodotti nautici che ho ricevuto in prova. Ha delle buone prestazioni globali che reputo inquadrate nel prezzo di acquisto.

La messa a fuoco centrale consente, inoltre, di non usarlo unicamente durante la navigazione. Non sarà ovviamente compatto come un binocolo con prismi a tetto, ma svolgerà senza remore, qualsiasi genere di osservazione (non grandangolare) che si esigerà.

 

Ringraziamenti

Ringrazio, ancora una volta Marco Rovere e Maurizio Bachis di Nital per aver fornito l’esemplare oggetto di questo test e per avermi concesso – come sempre- di esprimere la mia opinione

 

  • Ti è piaciuto quest’articolo? 

    Binomania consente a tutti gli appassionati di leggere gratuitamente decine e decine di recensioni di prodotti  ottico-sportivi, per questo motivo, se apprezzi il nostro lavoro, potresti  sostenere Binomania offrendoci un cappuccino attraverso paypal. Ti ringraziamo anticipatamente!

    Offrici un cappuccino! 

     

     

    Disclaimer. 
    Questa recensione è stata pubblicata nel mese di Maggio dell’anno 2019.  Si specifica che le impressioni d’uso sono totalmente personali e date dai tester di Binomania in completa libertà, senza vincolo e rapporto commerciale alcuno e sulla base di esperienza comprovata nell’utilizzo di tali strumenti ottici. Per eventuali informazioni, aggiornamenti e/o variazioni sui prezzi, sulle caratteristiche dello strumento, su i punti vendita autorizzati o altre informazioni in genere, si prega di contattare direttamente Nital, distributore ufficiale dei prodotti Nikon.

 

 

Piergiovanni Salimbeni Piergiovanni Salimbeni (545 Posts)

Piergiovanni Salimbeni: Lavora in qualità di Opinion leader nel settore ottico sportivo da oltre quindici anni. E' l'autore e fondatore di Binomania. Collabora ed ha collaborato, inoltre, con varie riviste italiane: Itinerari e Luoghi, Cacciare a palla, Armi e Tiro, La Rivista della Natura, Nuovo Orione, Le Stelle, Coelum.


Piergiovanni Salimbeni

Written by

Piergiovanni Salimbeni: Lavora in qualità di Opinion leader nel settore ottico sportivo da oltre quindici anni. E' l'autore e fondatore di Binomania. Collabora ed ha collaborato, inoltre, con varie riviste italiane: Itinerari e Luoghi, Cacciare a palla, Armi e Tiro, La Rivista della Natura, Nuovo Orione, Le Stelle, Coelum.

You may also like...