Birdwatching: nuove scoperte dal tuo giardino!

Grazie al tempo soleggiato, la natura, là fuori, sta esplodendo, ma molti di noi, purtroppo, sono chiusi in casa per colpa del lockdown.
Gli appassionati di birdwatching, di solito, conoscono alla perfezione il loro giardino come se fosse una foresta incontaminata e riescono a godersi la natura come in ogni altro periodo. I bambini potrebbero imparare tanto da casa in questo periodo! Sono molto fortunati, ad esempio, quelli che possiedono un grande giardino. In realtà, è possibile praticare birdwatching anche dal balcone o dalla finestra.

Questa è una lezione pratica di biologia per tutta la famiglia
 Negli Stati Uniti esiste una vera e propria categoria di birdwatcher, i cui membri si definiscono “birdwatchers da cortile”.
 Anche dal vostro cortile, infatti, c’è molto da scoprire. Chi è fortunato, in questo periodo, potrebbe osservare gli uccelli migratori.

Immagine:  Gru –  © Corrado de Francesco –https://www.facebook.com/corrado.defrancesco

La maggior parte delle gru, con la loro bellezza spettacolare, le stupende formazioni e il loro forte richiamo, sono già passate dall’Europa centrale. Quando un grande stormo di gru si alza in volo e ricompone la sua formazione dopo essersi riposato, si percepisce in tutto l’ambiente circostante. 
In questo periodo, sono anche molto affascinanti da osservare i nibbi reali: scivolano nell’aria da soli o in coppia e volteggiano con eleganza. Con la coda biforcuta e la parte inferiore rosso ruggine, si distinguono facilmente dagli altri rapaci. Grazie alle loro mirabolanti manovre aeree, mostrano la coda da diverse angolazioni. Questi rapaci trasmettono solo gioia di vivere e buon umore.

Immagine: Nibbio reale, © Paolo Monti  –https://www.facebook.com/paolo.monti.524

Anche per l’usignolo è il momento perfetto per ricomparire. Ritorna, infatti, dalle aree di svernamento che distano anche cinquemila chilometri. I birdwatchers inesperti l’hanno visto a malapena. Di notte è possibile sentirlo anche sulle lunghe distanze, ma canta anche di giorno. Non essendo molto socievole, in realtà, si nasconde nella boscaglia e nei cespugli. Dalle sue specie quasi imparentate, come i pettirossi, l’usignolo si distingue per le sue piume marroni, piuttosto senza pretese, e con la coda color ruggine. Ci sarebbe, inoltre, la possibilità di attendere il cuculo. Di solito ritorna verso la metà di aprile, dopo un viaggio di migliaia di chilometri, iniziato in Africa, al sud dell’equatore.

In questo periodo è anche molto interessante, osservare le cicogne bianche. Questa specie si insedia, infatti, all’interno di molte città. La sua stagione riproduttiva è appena iniziata o le coppie stanno già preparando i loro nidi sui campanili o in altri luoghi sopraelevati. Da aprile ad agosto ci saranno tante piccole cicogne bianche, che hanno un’aspettativa di vita di ben trentacinque anni, sempre che non succeda loro nulla di grave.

Immagine: cicogna © Piergiovanni Salimbeni

In realtà, è anche possibile dedicarsi a quelle specie che sono state con noi durante l’inverno o che hanno percorso, tragitti molto brevi. Se ad esempio si possiede della legna e degli attrezzi, è possibile iniziare a costruire dei nidi artificiali, dopo aver preso un po’ di informazioni su Internet.

I pettirossi, il codirosso spazzacamino o il picchio muratore, sono molto facili da identificare e possono essere identificati grazie ai disegni presenti sui manuali osservativi.
Una pratica precoce crea un birder esperto e preciso: nel bosco, in giardino, dalla finestra o sopra un balcone.

 

Immagine: picchio muratore – © Renzo Bigi  –https://www.facebook.com/renzo.bigi

 

N.B. Questa parte dell’articolo è stato tradotto in italiano su concessione dello Zeiss Team Birding. L’autrice è Michaela Sulz. Traduzione a cura di Piergiovanni Salimbeni.

 

Quale binocolo per il birdwatcher in erba?

I bambini chiusi in casa per il lockdown sono spesso annoiati e finiscono giocoforza per utilizzare gadget elettronici come i tablet o gli smartphone che alla lunga possono creare molti problemi sia fisici che mentali. Per questo motivo acquistare uno strumento ottico intelligente e salutare come il binocolo potrebbe essere un’ottima idea.  Ma quale binocolo acquistare senza spendere un capitale?
In linea di massima, opterei per un binocolo con prismi di porro, nei formati 6×30 o 8×30. Si tratta di uno strumento ottico economico, facile da impugnare, con un’ottima qualità in proporzione al prezzo  e una eccellente estrazione pupillare per i ragazzi che utilizzano gli occhiali.

Proprio in questi giorni sto utilizzando il nuovo KOWA YF II 8×30 che sarà il protagonista della video recensione di venerdì  26 marzo, ma nulla vi vieta di leggere le recensioni di prodotti simili che ho pubblicato negli anni passati.

Nuovi binocoli KOWA YF II 6×30 e 8×30

Opticron Savanna WP 6×30: il binocolo “per tutti”.

Opticron Savanna WP 6×30: il binocolo “per tutti”.

SOSTIENI IL MIO LAVORO DA GIORNALISTA INDIPENDENTE Contribuendo e diventando un sostenitore di BINOMANIA.it, mi aiuterai a mantenere gratuiti tutti i contenuti. Scegli la tua donazione. Grazie anticipatamente